The Hard Way

{h1}

'La cosa essenziale 'in cielo e in terra' è ... che dovrebbe esserci una lunga obbedienza nella stessa direzione; ne risulta così, e ha sempre portato a lungo termine, qualcosa che ha reso la vita degna di essere vissuta '. -Friedrich Nietzsche, Oltre il bene e il male


Nel 1989, Mark Jenkins, nativo del Wyoming, partì con tre americani e quattro russi per diventare il primo ad attraversare in bicicletta la Siberia, iniziando dalla città portuale del Pacifico di Vladivostok e terminando 7.500 miglia più tardi a Leningrado. Combattendo fango, vento, ferite e temperature sotto lo zero, il viaggio di 5 mesi li ha portati attraverso centinaia di villaggi, una palude di 800 miglia, i monti Urali e una cultura permanentemente indurita dal feroce maestro del comunismo. Il viaggio ha piantato la squadra nel Guinness dei primati, ma ciò che lo rendeva straordinario non era il fatto che fosse lungo, ma che fosse duro - brutalmente, intorpidito, dolorosamente ... duro.

Non troviamo quella parola troppo spesso quando parliamo di eroi o di successo. Tutto ciò che desideriamo è facile e immediato. Senza una scorciatoia fino alla fine, spesso concludiamo che il viaggio non vale il tempo e lo sforzo. Vogliamo che tutto sia ben confezionato e pronto per il consumo immediato: il nostro cibo, i nostri amici, persino la nostra fede. Le nostre vite sono arrivate ad assomigliare a quelle dei turisti - che vogliono l'esperienza, ma non vogliono rimanere abbastanza a lungo da rischiare di sperimentare le realtà che vengono con la permanenza e l'impegno. In effetti, 'duro' è diventato più una lettera scarlatta che un distintivo d'onore. Ammettiamolo, l'idea di passare anni a spaccarti il ​​sedere nello stesso lavoro o perseguire lo stesso obiettivo è diventata decisamente antiquata, un gioco da pazzi.


Abraham Lincoln e Andrew Carnegie stanno scoprendo che le loro storie di lunga persistenza vengono rapidamente sostituite da quelle del genere scandalistico delle celebrità. Fenomeni adolescenziali, 'star' della realtà, ventenni miliardari di Internet e persone per le quali il successo e il suo bottino sono arrivati ​​rapidamente e presto sono i nuovi eroi e idoli culturali. Con ogni nuova superstar dal volto fresco, l'idea del successo come formula segreta da sbloccare piuttosto che qualcosa per cui lavorare viene lentamente cementata nel nostro cervello.

'Lui o lei è naturalmente dotato', proclamiamo, sperando interiormente che anche noi possiamo trovare il nostro talento o abilità nascosti per renderci famosi, ricchi, o almeno ... notati. I libri ei seminari che si esauriscono più rapidamente sono quelli che promettono il più semplice passi per una vita migliore - i segreti che sono stati conosciuti per secoli dai ricchi e famosi, ma in qualche modo sono riusciti a sfuggire al tuo radar fino a questo momento.


Questa epidemia 'facile' ha raggiunto ogni aspetto della nostra cultura, dalla salute all'educazione alle relazioni. Le persone non vogliono allenarsi e mangiare sano perché è difficile. Nessun problema, secondo i creatori di 1.000 diverse diete che promettono un grande corpo con poco o nessun sforzo. Per quanto riguarda l'espansione delle proprie conoscenze, perché perdere tempo a leggere un intero libro quando è possibile ottenere il succo dalle Cliff Notes? E le relazioni? Beh, lavorare attraverso i matrimoni può essere difficile, quindi gli 'esperti' sono intervenuti per porgerti un fazzoletto e darti una pacca sulla schiena mentre ti dicono: 'Meriti di stare con qualcuno che ti adora per te, non sentirti male a finire cose e passare a qualcuno di nuovo che soddisferà meglio le tue esigenze. '



Ad un certo punto è diventato accettabile evitare le cose perché sono difficili. Il successo è diventato una sorta di caccia al tesoro di auto-aiuto con tutti noi che desideriamo disperatamente trovare un modo più semplice che limitarsi a macinarlo, una soluzione magica all'equazione della vita che aspetta di essere scoperta. Abbiamo tagliato gli angoli e lo chiamiamo 'ottimizzazione'. Prendiamo la via della minor resistenza e mascheriamo la nostra codardia con la scusa dell'efficienza. E così facendo, ci stiamo uccidendo, un hack di vita alla volta.


Non c'è niente di sbagliato nel lavorare in modo più intelligente o nel rendere le cose più semplici. Non c'è motivo per fare qualcosa di più difficile di quanto deve essere. E non sto suggerendo di tornare ad arare i campi a mano o di camminare in salita in entrambi i modi per lavorare. Il problema è che molti di noi hanno iniziato a pensare che se qualcosa è difficile, è automaticamente sbagliato e deve essere cambiato o sostituito immediatamente. Nel processo spesso non riusciamo a raggiungere i nostri obiettivi reali, sostituendoli con quelli più 'realistici'. E, cosa più importante, priviamo il nostro personaggio di alcune potature tanto necessarie. Ci stiamo perdendo una verità fondamentale sulla virilità - fare cose difficili trasforma i ragazzi in uomini di forza e carattere.

Spartani Leonida che si preparano per la battaglia.


Nel recente successo di successo 300, pubblico e critica sono rimasti scioccati dai corpi lacerati e cesellati degli attori e degli stuntmen coinvolti. Come hanno fatto a essere così presi? Sicuramente lo erano Di Hollywood, destra? Sbagliato, dice Mark Twight, l'uomo dietro il regime che ha modellato questi attori e stuntman in guerrieri spartani. Scrivendo alla critica ha risposto seccamente:

'Sembra che tutti abbiano un'opinione su‘300'E come gli attori e la troupe degli stuntman hanno raggiunto il livello di forma fisica e, di conseguenza, l'aspetto per il film. Ho letto che era tutto CGI, trucco, steroidi, ecc. Tuttavia, nessuno è uscito e ha detto: 'quei ragazzi hanno lavorato molto duramente e avevano l'autodisciplina per controllare ciò che mettevano in bocca. ''


In breve, questi ragazzi hanno ricevuto le loro cose 10-12 ore al giorno, cinque giorni alla settimana per quattro mesi. Non era carino e non hanno ricevuto il solito 'Ben fatto amico!' o ''Atta boy!' dopo ogni serie. Invece furono chiamati perdenti e derisi per essere grassi. Non il tipo di autocompiacimento positivo, di benessere che troveresti promosso dalla maggior parte dei guru del life coach. È stato brutale, non divertente, ma ha funzionato. È stato duro ... terribilmente duro. L'attore protagonista Gerard Butler ha riassunto l'esperienza dicendo: 'Praticamente tutto ciò che Mark Twight ha offerto era così difficile nel tipo di modo in cui vorresti non essere mai nato - e ancor più, avresti voluto che non fosse mai nato'.

Assolutamente niente sostituisce il duro lavoro. Nessuna scorciatoia, nessun 5 passaggi per il successo, nessun segreto. Questo può essere una benedizione o una maledizione a seconda di come lo si guarda. Ma ciò che rende le cose difficili così importanti per gli uomini non è solo il risultato finale, ma il carattere costruito lungo la strada.


Può sembrare un cliché, ma il viaggio che intraprendiamo spesso è molto più importante della destinazione. Il modo in cui viviamo le nostre vite ogni ora, ogni giorno determina il tipo di uomini che saremo tra dieci anni. Sapendo questo, dovremmo costruire la nostra vita per accettare sfide difficili che plasmeranno il nostro carattere in uno di disciplina e perseveranza. Nel fare le cose difficili su base giornaliera ci alleniamo costantemente in modo che negli altri giorni, in altre situazioni, possiamo rimanere solidi.

Il modo più duro può essere deriso come antiquato, ma produce integrità e forza molto più significative e concrete di qualsiasi stella d'oro lungo la strada. Questo metodo di vita produce uomini che rimangono fedeli alle loro mogli e ai loro figli, decennio dopo decennio. Uomini che rifiutano di sacrificare la propria integrità per risultati o guadagni a breve termine. Uomini che alla fine della giornata sono soddisfatti del frutto del loro lavoro. Uomini che finiscono una maratona invece di iniziare semplicemente un milione di sprint.

Se riusciamo a sviluppare in noi stessi un certo zelo per le cose difficili della vita, raccoglieremo i frutti per gli anni a venire. Non solo le vittorie vinte lungo la strada e il carattere sviluppato, ma una vita appagata alla fine della giornata. Come disse una volta il leggendario allenatore di calcio Vince Lombardi:

'Ma credo fermamente che l'ora più bella di ogni uomo, il più grande adempimento di tutto ciò che gli è caro, è quel momento in cui ha lavorato per una buona causa e giace esausto sul campo di battaglia - vittorioso.'