Quindi vuoi il mio lavoro: Tree Climber

{h1}
Ancora una volta torniamo al nostro Quindi vuoi il mio lavoro serie, in cui intervistiamo uomini che sono impiegati in lavori desiderabili e chiediamo loro della realtà del loro lavoro e per consigli su come gli uomini possono vivere il loro sogno.


Ogni bambino vuole arrampicarsi sugli alberi - è semplicemente insito in noi che dove ci sono tronchi e rami, li saliremo. Questo desiderio, in molti di noi, non se ne va mai veramente. Ho ancora voglia di arrampicarmi sugli alberi quando esco a fare escursioni o anche solo nel mio cortile. Per alcune persone molto fortunate nel nostro mondo, non devono superare quel desiderio e, meglio ancora, ne hanno fatto una carriera. Una di queste persone è Tim Kovar, fondatore di Pianeta di arrampicata sugli alberi (una scuola di arrampicata sugli alberi) vicino a Portland, Oregon. Mentre molti uomini sognano ad occhi aperti le carriere trascorse all'aria aperta, pochissimi riescono a realizzare quel sogno. È anche difficile sapere quali possono essere le opzioni per varie carriere all'aperto. Abbiamo avuto il piacere di parlare con Tim del suo lavoro e di come puoi entrare in questo campo unico.

1. Raccontaci un po 'di te (da dove vieni? Quanti anni hai? Descrivi il tuo lavoro e da quanto tempo ci lavori, ecc.).


Sono nato e cresciuto in una piccola città appena ad ovest di Omaha, nel Nebraska. Dopo essermi diplomato al liceo, sono partito per esplorare la grande città di Atlanta e ho iniziato il mio vagabondaggio in giro per il mondo. Dopo 25 anni di viaggio, Portland, Oregon e Nashville ora servono come miei campi base.

Sono un istruttore professionista di arrampicata su alberi di 43 anni, guida, facilitatore e tecnico di accesso al baldacchino. Lavoro con e insegno ad altri come arrampicarsi sugli alberi per una serie di motivi. Ciò include ricercatori del baldacchino, fotografi, operatori dell'ecoturismo, avventurieri, autori, attivisti e arboricoltori, insieme alla media Joe e Jane.


Mi arrampico sugli alberi da quando avevo quattro anni. Circa 20 anni fa sono stato introdotto a un'attività chiamata arrampicata tecnica sugli alberi - l'uso di una corda e una sella per esplorare la chioma - che mi ha portato a diventare istruttore e mentore di arrampicata sugli alberi per centinaia di persone in tutto il mondo.



2. Perché hai deciso di diventare uno scalatore professionista? Quando hai capito che era quello che volevi fare?


Stavo cercando un lavoro all'aperto, qualcosa di completamente opposto alla mia precedente carriera di chef. Non vedevo l'ora di uscire dalla cucina e provare qualcosa all'aperto.

Quando ho iniziato ad arrampicarmi tecnicamente sugli alberi, come arboricoltore, l'ho trovato fisicamente e mentalmente impegnativo. È stato un lavoro pericoloso che mi ha portato ogni giorno in un nuovo ufficio (mai una giornata noiosa in cui sono coinvolte le motoseghe). Ero entusiasta del lavoro e amavo l'equipaggio da cui stavo imparando. Un giorno il mio capo mi ha invitato alla sua scuola di arrampicata sugli alberi. Non avevo idea che le persone (intendendo gli adulti) si arrampicassero sugli alberi per divertimento; Pensavo di essere l'unico ragazzo che non è mai cresciuto dalla sua passione per essere al di sopra di tutto.


Quando sono arrivato alla scuola di arrampicata sugli alberi, ho notato persone di tutte le età che aspettavano di salire sulla corda ed esplorare la chioma di una quercia bianca di 150 anni chiamata 'Nimrod'. C'erano bambini di appena cinque anni e alcuni avevano più di 70 anelli di crescita. Ricordo di essermi seduto in soggezione guardando due anziane signore salire di 30 'tra le braccia di Nimrod. Fu allora che notai che c'era questa grande varietà di persone che si arrampicavano sullo stesso albero. Avevamo un ragazzo punk rock di 15 anni che si arrampicava accanto a una bambina di otto anni, accanto a una nonna, accanto a una famiglia tedesca.

Ho anche assistito a qualcosa di magico quel giorno nella volta di Nimrod; indipendentemente dalla demografia politica, religiosa o filosofica delle persone, andavano tutti d'accordo e si godevano la reciproca compagnia. Questi sconosciuti condividevano storie personali di arrampicarsi sui loro alberi preferiti quando erano bambini. Fu allora che capii che arrampicarsi sugli alberi era qualcosa di più che arrampicarsi su un albero; un tipo unico di cameratismo si manifesta quando le persone si arrampicano sugli alberi insieme.


Ho sempre avuto una passione per la vita all'aria aperta e per presentare agli altri il nostro mondo naturale. Quel giorno fu aperta una porta che mi avrebbe mandato su un percorso di vita per aiutare gli altri a vivere la natura in modi sicuri, avventurosi e profondi.

Uomo in amaca ad albero che pende dal grande ramo di albero.


3. Molte persone probabilmente non hanno mai sentito parlare di arrampicatori di alberi come professione. Quali sono i diversi tipi di opportunità di lavoro aperte ai tree climbers?

Il lavoro più comune di uno scalatore professionista è quello di arboricoltore o medico di alberi. Questi ragazzi e ragazze si arrampicano su alberi pericolosi, rendendo il mondo sopra le nostre teste un po 'più sicuro. Sono anche accreditati per aver svolto un ottimo lavoro nel contribuire a prendersi cura dei nostri alberi urbani. Altri lavori di arrampicata sugli alberi includono costruttori di case sull'albero, costruzione di teleferiche, assistenti di ricerca sul baldacchino e manovre aeree per troupe cinematografiche e fotografi.

C'è anche una tendenza in forte espansione sull'ecoturismo a baldacchino; qui è dove guide esperte di arrampicata sugli alberi portano il pubblico fuori per una giornata di arrampicata sugli alberi. Queste salite agevolate possono durare un'ora o per i più intrepidi possono iscriversi a spedizioni di una settimana esplorando gli alberi del bacino amazzonico brasiliano. Per alcuni, il massimo in un'esperienza di arrampicata sugli alberi è catturare alcuni ZZZ tra gli alberi, ovvero il campeggio in cima agli alberi.

Un'altra opzione recente è un gruppo in Giappone che ha avviato un programma di riabilitazione di arrampicata sugli alberi chiamato Treehab, contribuendo a dare ai bambini disabili una nuova prospettiva di vita.

4. Come si diventa un tree climber professionista? C'è una certificazione speciale che devi ottenere e differisce a seconda del tipo di lavoro di arrampicata sugli alberi che svolgi?

Attualmente non esiste un organo di governo che controlli la formazione degli alpinisti professionisti. La comunità degli arboricoltori segue Regolamenti OSHA per la cura degli alberi.

Lavorare nelle giungle remote richiede diversi stili di arrampicata per produrre i metodi di esplorazione più sicuri ed efficienti. Il modo migliore per imparare è trovare una scuola qualificata che abbia dei meriti e possa soddisfare le tue esigenze di arrampicata. Ma devi stare attento, poiché ci sono sempre più scuole di arrampicata sugli alberi che spuntano fuori cercando di fare soldi velocemente. Le domande principali da porsi sono da dove il loro istruttore ha ottenuto la formazione e se sono riconosciuti da importanti scuole di arrampicata sugli alberi come Pianeta di arrampicata sugli alberi, Tree Climbers International, e EarthJoy. Chiedete anche testimonianze e referral che possono essere seguiti. Se l '“istruttore” lancia punte per arrampicarsi su un albero vivo, corri dall'altra parte.

L'arrampicata sugli alberi non è scienza missilistica, ma può essere pericoloso ogni volta che lasci il comfort del nostro mondo bottom feeder.

5. Hai svolto un'ampia varietà di lavori di arrampicata sugli alberi, lavorando sia con troupe cinematografiche che con ricercatori scientifici. Come ti trovano queste persone o le trovi? Come fai a trovare clienti e lavoro come scalatore di alberi?

Mi sono arrampicato sugli alberi in più di 15 paesi diversi, lavorando a stretto contatto con ricercatori, troupe cinematografiche, progetti di ecoturismo, ecc. Ho anche introdotto oltre 10.000 novizi nel baldacchino. La maggior parte di questi clienti mi trova tramite referral, pubblicazioni sui media e il mio sito web. Di tanto in tanto raggiungo comunità senza scopo di lucro che sono di stanza in luoghi esotici dove le mie abilità di arrampicata sugli alberi sarebbero di aiuto. Sto ancora cercando di arrivare in Madagascar per arrampicare con i lemuri.

6. Qual è la parte migliore del tuo lavoro?

Uomini che aiutano una bambina per arrampicarsi sugli alberi.

Una delle mie passioni sono i viaggi internazionali. Ho avuto la fortuna di combinare le mie capacità di arrampicata con questa passione. Occasionalmente, quando lavoro con scienziati e troupe cinematografiche, ho accesso ad alcune aree del mondo piuttosto remote e limitate che altrimenti sarebbero quasi impossibili da raggiungere. Un concerto mi ha portato in una riserva di tigri nei Ghati occidentali dell'India, lavorando presso un King Cobra Research Center. Un'altra opportunità unica è stata quella di essere trasferiti in aree protette delle Isole Hawaii, dove ho lavorato con una struttura di ricerca ambientalista. Ho anche lavorato con una troupe cinematografica della BBC che filmava il baldacchino delle sequoie giganti in California e con i ricercatori del baldacchino nella foresta nuvolosa protetta del Costa Rica.

Anche solo le persone che incontro. Il novantanove percento degli studenti che ricevo ha una vera passione per gli alberi e l'ambiente, due argomenti per me estremamente importanti. Ricevo studenti da una varietà di background da tutto il mondo, che vanno dai medici alle mamme, dai fotografi alle nonne. Studenti di cinque anni e di ottantacinque anni cercano il conforto degli alberi.

Come mi disse una volta uno dei miei studenti: 'Tim, stai piantando alberi rampicanti in tutto il mondo'. Amo le persone che gli alberi mi portano.

7. Qual è la parte peggiore del tuo lavoro?

La logistica del viaggio in aree remote del nostro pianeta con oltre 100 libbre di attrezzatura da arrampicata. Cercare di ottenere 600 piedi di corda, fionde giganti, arco e frecce, una varietà di elmi, selle e hardware attraverso la dogana può diventare a volte un incubo. Inoltre le tariffe extra per i bagagli fanno davvero schifo.

8. Com'è l'equilibrio lavoro / famiglia / vita privata?

Questa è probabilmente la parte più impegnativa del mio lavoro / della mia vita. La mia scuola di arrampicata sugli alberi si trova vicino a Portland, in Oregon, e mia moglie e i miei figli vivono vicino a Nashville, il che rende il viaggio molto lungo.

Abbiamo un buon ritmo che balla durante le stagioni. L'estate viene trascorsa nel nostro cottage dell'Oregon, sfuggendo al caldo e all'umidità del sud-est. La base invernale si trova nel Tennessee, evitando la pioggia e il freddo che si possono trovare nel Pacifico nord-occidentale. La maggior parte dei miei viaggi internazionali avviene in inverno.

Una vera benedizione per il mio lavoro è quando la mia famiglia può unirsi a me in quelle gite internazionali. Credo che la migliore educazione che si possa ricevere sia l'esperienza mondana. Avere l'opportunità di esporre i miei figli a culture, credenze e usanze diverse fa svanire tutti i problemi.

9. Qual è il più grande malinteso che le persone hanno sul tuo lavoro?

Che arrampicarsi su un albero è un gioco da ragazzi. Quando la maggior parte delle persone sente parlare del mio lavoro, pensa automaticamente al melo su cui si arrampicava da bambino nel cortile di casa. Quando racconto loro dei grandi alberi, della conoscenza intensiva degli attrezzi, insieme alla richiesta fisica e mentale, sono colpiti da soggezione. Non hanno mai considerato di arrampicarsi sugli alti alberi del mondo; la maggior parte delle persone non sa nemmeno che è possibile.

Un altro grande malinteso è che arrampicarsi sugli alberi sia proprio come arrampicarsi sulle rocce. Non è. Ho lavorato con centinaia di alpinisti che hanno realizzato questa verità. È un mezzo diverso con tecniche diverse, scopi diversi e risultati diversi.

Vintage di un uomo illustrazione con sfondo verde.

10. Altri consigli, suggerimenti o aneddoti che vorresti condividere?

Il baldacchino è una delle nostre ultime frontiere su questo pianeta. È un ecosistema unico che è rimasto sostanzialmente intatto per migliaia di anni. Non è stato fino a circa 40 anni fa che i ricercatori hanno iniziato davvero a concentrarsi su ciò che stava accadendo sul tetto del mondo. Alcuni baldacchini hanno un ecosistema molto delicato che viene spesso paragonato alle barriere coralline nell'oceano. Una delle mie più grandi paure è che coloro che non dispongono di adeguate capacità tecniche di arrampicata sugli alberi danneggino questi ecosistemi. Ecosistemi che vegliano su di noi dagli albori dell'uomo.

Ci vuole non solo il know-how per accedere a questo mondo arboricolo, ma anche una mentalità speciale per arrampicare dolcemente, consapevolmente e rilassati. Questo tipo di scalata della consapevolezza, credo, apre una connessione esclusiva con la natura, non diversamente da come devono aver sperimentato i nostri antenati primordiali a volte.