Quindi vuoi il mio lavoro: macellaio

{h1}

Ancora una volta torniamo al nostro Quindi vuoi il mio lavoro serie, in cui intervistiamo uomini che svolgono lavori desiderabili e chiediamo loro della realtà del loro lavoro e per consigli su come gli uomini possono vivere il loro sogno.


Certo, essere un macellaio potrebbe non sembrare un 'lavoro da sogno' alla pari dell'essere uno stuntman o regista, ma come Danny Catullo, proprietario di Catullo Prime Carni, spiega oggi, il lavoro è diventato molto più alla moda e più desiderabile di prima. E non solo perché offre tutto il Turducken tu puoi mangiare.

1. Raccontaci un po 'di te (da dove vieni? Quanti anni hai? Descrivi il tuo lavoro e da quanto tempo ci lavori, ecc.).


Daniel “Danny” Catullo. Ho 29 anni. Nato e cresciuto a Youngstown, Ohio. Laureato in comunicazione aziendale presso la Ohio State University. Attualmente sono tornato a Youngstown (la carne mi ha chiamato casa), gestendo una macelleria familiare di terza generazione. Sono sposato, con un figlio, Antonio, e sto provando per un secondo (fortunato me), e un pugile di nome Boom Boom dal grande Ray 'Boom Boom' Mancini di Youngstown. Lavoro in negozio da 15 anni. Ho iniziato all'età di 14 anni seguendo le orme di mio nonno. Ora faccio tutto, dal preparare salsicce, a prendere ordini e aspettare i clienti, a tutti i libri / finanze / mal di testa sul retro. Gestisco un'attività con 22 dipendenti tutto l'anno, che esplode a 34 durante le intense stagioni delle vacanze. Sono fondamentalmente pazzo e amo quello che faccio.

2. Perché hai voluto diventare un macellaio? Quando hai capito che era quello che volevi fare?


Quando ero più giovane, mio ​​nonno era il mio idolo, il mio mentore e il ragazzo da cui chiedevo consiglio. Quello che ha detto era la regola d'oro. Dopotutto, non c'è davvero niente da discutere con un ragazzo italiano che ha in mano una mannaia da carne. All'inizio volevo essere proprio come lui. Poi è arrivato il college, dove pensavo che la mia vita potesse andare in altre direzioni. È morto mentre stavo finendo la scuola. Fu allora che capii che, dopo essermi laureato, avrei dovuto tornare a casa e aiutare mio padre e mio zio a gestire lo spettacolo.



3. La serie 'Così vuoi il mio lavoro' parla di lavori 'desiderabili' per gli uomini. Ma alcuni uomini potrebbero non pensare che essere un macellaio rientri in quella categoria. Cosa diresti loro?


Forse non hanno letto la parte sul parlare con un ragazzo italiano con una mannaia in mano? Scherzi a parte, penso che per molto tempo questo sia stato un lavoro indesiderabile a causa delle lunghe ore, lavorare al freddo, trattare con i clienti e fondamentalmente lavorare la coda durante i periodi di riposo degli altri (vacanze e fine settimana). Il Food Network e altri spettacoli legati al cibo hanno cambiato le cose. Ricevo più richieste che mai per mostrare e insegnare parte del mio mestiere. I miei corsi di cucina presso il nostro Culinary Arts Center si svolgono sempre in un affollato. Adoro il fatto di essere chiamato dalle stazioni televisive locali come esperto nel mio campo. Siamo come chef famosi ... tranne per il fatto che abbiamo più peli sul viso, giuro, e non togliamo mai il grasso dal nostro arrosto.

4. Come impari a diventare un macellaio? È qualcosa in cui puoi prendere lezioni? Fai l'apprendista sotto qualcun altro?


Mio padre e mio nonno avevano la lungimiranza che, se mai avessi rilevato la loro attività, avrei bisogno di sapere tutto: dall'inizio alla fine. Ricordo ancora mio nonno che scriveva appunti su come tagliare la carne di manzo o tagliare correttamente un prosciutto. I tagliatori di carne (due focosi italiani di nome Jimmy e George) mi insegnavano un modo, poi mio nonno urlava di come non sapessero niente e poi mio padre alla fine mi insegnava un terzo modo. Sembra confuso? Avevo anche 17 anni. Ma le mie radici mi hanno reso l'artigiano del buon cibo che sono oggi! (Almeno questo è quello che dice mia madre). Per imparare l'arte del taglio della carne, bisognerebbe fare l'apprendista sotto un abile macellaio. Hanno le conoscenze e le capacità tecniche per insegnare i diversi tagli degli animali e allenarsi sui macchinari.

5. Sei un macellaio che possiede anche un negozio e un'attività online. Gestisci tu stesso il lato commerciale delle cose o hai qualcuno che se ne prende cura per te? Quanto è importante la conoscenza degli affari per il successo come macellaio indipendente?


Ho rilevato il negozio quando eravamo in difficoltà finanziarie; mio padre e mio zio sono diventati entrambi disabili entro 3 mesi l'uno dall'altro. Imparare a gestire un'attività al volo è stato decisamente impegnativo, ma sono stato così fortunato ad avere grandi mentori lungo la strada. La comprensione dell'analisi dei costi, dei margini di profitto e delle spese mensili, ad esempio, mi ha reso un cutter migliore ed è stato determinante per il nostro successo. Per quanto mi diverta a tagliare, specialmente sul 14th ora del giorno durante la settimana prima di Natale (non ridere ... è uno sballo incredibile), mi vedo prima come imprenditore e poi come macellaio. Ho anche tre gestori di negozi che aiutano anche a livello aziendale.

6. In che modo un macellaio indipendente compete con i grandi negozi di alimentari e attira i clienti?


Questa è una grande domanda e penso che la risposta sia in continua evoluzione. Ho visto così tanti indipendenti andare in pensione o perdere la loro attività. È piuttosto spaventoso là fuori.

Penso che il motivo principale per cui siamo stati in grado di sopravvivere e alla fine prosperare è che sono stato così esigente in fatto di qualità e servizio. Il mio prodotto è 'buona carne fresca', come la chiama mio figlio. Primo, manzo locale, polli ruspanti completamente naturali, pesce fresco: ottieni la deriva. Siamo ancora in grado di appendere manzo dalla ringhiera. È un lavoro più duro, ma puoi sentire la differenza. Molto meglio del manzo cryovac in scatola.

I miei ragazzi sono il meglio del meglio. Ti aspettano con le mani e con i piedi quando entri in negozio e noi offriamo ancora di portare le nostre merci alle auto dei clienti. Ma non è così che dovrebbe essere? Non c'è niente di peggio, secondo me, di un cattivo servizio. Tratto i miei dipendenti come se fossero camerieri. Faccio loro il pranzo tutti i giorni per assaggiare quello che vendono.

Devi separarti dal branco ei nostri clienti sono venuti ad assaporare la differenza!

7. Qual è la parte migliore del tuo lavoro?

Avere qualcuno che torna e mi dice che ho preparato il pasto delle vacanze. È il periodo più stressante dell'anno; Lavoro così tanto che mia moglie potrebbe portare a casa un altro uomo e non saprei (spero che Antonio gli dia 'l'aspetto' con la sua mannaia di plastica), quindi niente sostituisce quella sensazione di 'l'abbiamo fatto di nuovo'.

8. Qual è la parte peggiore del tuo lavoro?

Dover dire ai clienti di no. Anche licenziare i dipendenti non è qualcosa che mi piace fare, ma sto migliorando. Ho alcune semplici regole, ma se mi pasticci e licenzierò mio fratello (due volte - chiedi ad Angelo).

Macellaio di Danny Catullo che mostra il giovane ragazzo per affilare il coltello.

9. Com'è l'equilibrio lavoro / famiglia / vita per te?

Qual è l'equilibrio? Sono il capo di più membri della famiglia; compresa mia zia, tre fratelli in vari momenti, cognato, cognata e cugini. Così posso fare il pieno di famiglia allargata velocemente.

La parte più difficile è stare lontani da mia moglie e mio figlio. Continuo a ripetermi che le ore diminuiranno e sarà più facile fare soldi. Ma poi un compressore si rompe o il Ringraziamento è dietro l'angolo e mi ritrovo a scrivere e-mail e bilanciare i libri fino alle 21:00 al lavoro. Immagino di definirlo un lavoro in corso ... ma quando sento mio figlio piangere quest'anno al telefono ... potrebbe essere un po 'un fallimento.

10. Qual è il più grande malinteso che le persone hanno sul tuo lavoro?

Che realizziamo tanto margine di profitto quanto il cibo cotto. Non è nemmeno vicino. E non abbiamo i nostri clienti che pagano per i nostri camerieri e baristi tramite suggerimenti. È un pazzo mondo di mucca mangia mucca nel mondo del cibo fresco. Devi stare al passo con le cose.

In caso contrario, non significa capire quanto ci vuole per realizzare i prodotti. Per fare la salsiccia, per esempio. Devi estrarre il sedere di Boston (alias spalla) e disossarlo. Macina. Mescolalo con i condimenti che hai misurato. Riempi la macchina. Pulisci gli involucri. Riempi gli involucri e poi a volte anche fumalo. Ho menzionato la pulizia delle macchine?

11. Qualche altro consiglio, suggerimento, commento o aneddoto che vorresti condividere?

Consiglio: usa sempre un coltello affilato. È facile tagliarsi quando si lavora con qualcosa di noioso perché si tende ad aumentare la pressione e quindi a scivolare di più.

Suggerimenti: i ritagli potrebbero non essere così popolari come le bistecche o le costolette tradizionali, ma possono essere ancora più deliziosi se cucinati correttamente. Impara a conoscere bistecca di fianco, bistecche chuckeye, bistecche di maiale e stinco di maiale.

Commento: le abitudini culinarie americane sono divertenti. Dopo anni di persone che ridevano di costolette, petto di manzo, spalle di maiale. e simili, abbiamo visto un enorme aumento nella cucina vecchio stile (come i miei nonni). Rispolvera quei vecchi libri di cucina e crea un pasto da condividere con la tua famiglia. Niente telefoni cellulari.

Aneddoto: lo scorso Ringraziamento, pensavo di essere preparato per l'enorme quantità di tacchini che dovevamo mettere in salamoia (immergere nella nostra soluzione di acqua, zucchero di canna, mele e spezie). Dei 1300 tacchini, ne abbiamo messi in salamoia 10 nel 2009 e 100 nel 2010, quindi ho pensato che 200 sarebbero stati sufficienti per più che coprire gli ordini e avere ancora un extra per 'fuori strada'. Alle 22:00 del martedì prima, come ho fatto il mio conteggio, eravamo a corto di 60 tacchini. Ero lì dalle 6 del mattino, ma dovevo assicurarmi che ogni ordine fosse evaso. Così ho chiuso a chiave la porta, ho fatto saltare un po 'di Adele e mi sono messa al lavoro. Quando sono tornato a casa all'una di notte, ero abbastanza certo che mi sarebbe piaciuto non rivedere mai più un tacchino.

Altro: si prega di essere un S.L.O.B. - Supportare attività di proprietà locale