Podcast # 551: Inside the Gangsters ’Code

{h1}


Lou Ferrante era un mafioso che lavorava per la famiglia criminale Gambino e commerciava dirottando camion carichi di merci costose. Alla fine, la legge lo ha raggiunto ed è finito in prigione. Lì, ha scoperto un amore per la lettura e la scrittura che ha innescato una trasformazione personale che lo ha portato a lasciare la mafia. Dopo il suo periodo in prigione, Lou è diventato un autore e l'ospite di una serie di documentari di Discovery Channel chiamata Dentro il codice dei gangster.

Oggi nello show, parlo per la prima volta con Lou dei suoi primi anni di vita criminale e dell'educazione autodidatta che si è dato in prigione. Lou condivide i libri che hanno avuto il maggiore impatto su di lui, comprese opere di storia, filosofia e narrativa. Quindi cambiamo marcia per discutere del lavoro di Lou Dentro il codice dei gangster, l'idea dell'onore condivisa dalla mafia e da altre gang e cosa significa praticare l'omertà. Concludiamo la nostra conversazione discutendo del motivo per cui i giovani si uniscono alle bande e dei bisogni umani che soddisfano.


Mostra momenti salienti

  • Come Lou è stato coinvolto nella mafia in primo luogo
  • Come è stato sorpreso a sollevare camion ed è finito in prigione
  • L'esperienza in prigione che ha portato Lou a dare una svolta alla sua vita
  • Come la lettura e l'autoeducazione hanno trasformato la vita di Lou
  • Gli autori e i libri classici su cui Lou gravitava
  • Come Lou ha migliorato il suo vocabolario e ha imparato a scrivere da solo
  • Qual era il piano di Lou dopo essere uscito di prigione?
  • Che tipo di gang ha visitato e con cui ha interagito Dentro il codice dei gangster?
  • Il codice dei gangster è simile in tutto il mondo?
  • Cos'è l'omertà?
  • Perché i giovani si uniscono alle bande? Che bisogno stanno riempiendo?

Risorse / persone / articoli citati nel podcast

Copertina del libro sbloccata e regole della mafia Louis Ferrante.

Connettiti con Lou

Sito web di Lou

Lou su Twitter


Ascolta il podcast! (E non dimenticare di lasciarci una recensione!)

Disponibile su itunes.



Google Podcast.


Disponibile su cucitrice.

Logo Soundcloud.


Logo Pocketcasts.

Spotify.


Ascolta l'episodio in una pagina separata.

Scarica questo episodio.


Iscriviti al podcast nel lettore multimediale di tua scelta.

Registrato in data ClearCast.io

Ascolta senza pubblicità su Stitcher Premium; ricevi un mese gratuito se utilizzi il codice 'virilità' al momento del pagamento.

Sponsor di podcast

Zoro.com. Che tu abbia bisogno di prodotti per settori come l'elettrico, l'idraulica, il contract, la produzione o altro, Zoro ce l'ha, da marchi che conosci e di cui ti fidi! Vai a zoro.com/manliness per iscriverti a Z-mail e ottenere il 15% di sconto sul tuo primo ordine.

I grandi corsi Plus. Migliora te stesso quest'anno imparando cose nuove. Lo sto facendo guardando e ascoltando The Great Courses Plus. Ottieni una prova gratuita visitando thegreatcoursesplus.com/manliness.

Squarespace. Creare un sito web non è mai stato così facile. Inizia oggi la tua prova gratuita su Squarespace.com/manliness e inserisci il codice 'virilità' al momento del pagamento per ottenere uno sconto del 10% sul tuo primo acquisto.

Clicca qui per vedere un elenco completo dei nostri sponsor di podcast.

Leggi la trascrizione

Brett McKay: Brett McKay qui, e benvenuto a un'altra edizione del podcast Art of Manliness. Lou Ferrante era un mafioso che lavorava presso la famiglia criminale Gambino e commerciava con il dirottamento di camion carichi di merci costose. Alla fine la legge lo ha raggiunto ed è finito in prigione. Lì scopre l'amore per la lettura e la scrittura, che innescano una trasformazione personale che lo porta a lasciare la mafia. Dopo il suo periodo in prigione, Lou è diventato un autore e l'ospite della serie di documentari di Discovery Channel chiamata Inside the Gangsters ’Code.

Oggi nello show, parlo per la prima volta con Lou dei suoi primi anni di vita criminale e dell'educazione autodidatta che si è dato in prigione. Lou condivide i libri che hanno avuto il maggiore impatto su di lui, comprese opere di storia, filosofia e narrativa. Quindi cambiamo marcia per discutere il lavoro di Lou su Inside the Gangster Code, l'idea dell'onore condivisa dalla mafia e altre bande e cosa significa praticare l'omertà. Concludiamo la nostra conversazione discutendo del motivo per cui i giovani si uniscono alle bande e dei bisogni umani che soddisfano. Al termine dello spettacolo, controlla le nostre note sullo spettacolo su aom.is/gangsterscode. Lou si unisce a me ora tramite clearcast.io.

Tutto ok. Lou Ferrante, benvenuto allo spettacolo.

Lou Ferrante: Ehi, grazie per avermi invitato, Brett.

Brett McKay: Sei uno scrittore, hai ospitato uno spettacolo chiamato Inside the Gangsters ’Code, sei un docente. Ma prima eri un membro della famiglia criminale Gambino. Cominciamo da lì. Parleremo di quello che stai facendo ora, ma iniziamo da lì. Come sei stato coinvolto nella mafia?

Lou Ferrante: Immagino sia una lunga evoluzione. Nessuno, a meno che la tua famiglia non sia mafiosa, cosa che la mia non era, allora vieni portato in quel mondo e lo sai da quando sei nato. Per me è una lunga evoluzione della condotta criminale. Devolution sarebbe una parola migliore, ma nel contesto della nostra conversazione, evoluzione, dove ho iniziato a rubare auto da bambino. Da lì, lo zio di un mio amico possedeva una carrozzeria, un'officina per carrozzeria, e abbiamo iniziato a fornirgli parti di auto rubate. Da lì, abbiamo ricevuto altri ordini da diversi negozi di collisione. Poi abbiamo iniziato a gestire un negozio di braciole. Quindi, dato che sto invecchiando, dai 13, probabilmente, quando ero nella mia prima macchina rubata, a 17 tipo, sono passato dal semplice giro in barca alla vendita dei pezzi, alla gestione del mio negozio di braciole e alla fornitura della maggior parte dei negozi di collisione nel Queens. La maggior parte di quelli storti, cioè, e la maggior parte di loro in quel momento erano storti, che ci crediate o no.

Da lì, un giorno sono stato in una carrozzeria e sto parlando con questo ragazzo e sto parlando con lui. C'era questa enorme cassetta degli attrezzi accanto a noi. Ed era uno, se sei mai stato in una carrozzeria, questi meccanici hanno queste grandi casse degli attrezzi che probabilmente sono come l'altezza delle spalle. E ho detto: 'Wow, guarda le dimensioni di questo bambino. A cosa serve? ' E lui ha detto: 'Sai, qualunque cosa, cinquemila dollari'. Quindi ho detto: 'Sì, davvero?' E lui ha detto: 'Sì. Il camion viene una volta alla settimana per vendere gli strumenti per quella cassa e di solito hanno persino un paio di casse nel camion. ' 'Quanto vale il camion?' 'Probabilmente contiene circa $ 100.000 di roba.' Così ho detto: 'Ne vuoi uno?' Ha detto: 'Di cosa stai parlando?' E ho detto: 'Ne prendo uno per te se lo vuoi. Mi pagherai? ' Abbiamo negoziato un prezzo e quello è stato il primo camion che ho dirottato.

L'ho sequestrato con i miei amici del quartiere, e da lì abbiamo finito per pensare che ehi, guarda, sai una cosa? Quando rubi una macchina e la ricostruisci e lavori tutta la notte durante la notte, abbattendo questa cosa, devi sbarazzarti del telaio, devi convincere qualcuno ad affittarci l'edificio che di solito abbandoniamo, perché sarebbe stato affittato con un nome falso. Riempiremmo un magazzino di scheletri. A volte scarichiamo gli scheletri in diversi parchi del Queens. Ed è stato molto lavoro. Quindi eccomi qui a dirottare un camion e una merce del valore di $ 100.000 in cinque minuti, in mio possesso. Quindi l'abbiamo fatto.

Con quel primo dirottamento accadde una cosa interessante. Abbiamo iniziato. Ho puntato una pistola al ragazzo, ho preso il camion. I miei amici sono saliti a bordo dopo, ed eravamo in viaggio. E lo avevamo legato, stavamo guidando, e ad un certo punto ... Siamo stati gentili con lui. Abbiamo detto: 'Guarda, nonostante la cosa orribile che stavamo facendo, non eravamo persone cattive. Veniamo da buone famiglie. Non eravamo malvagi e maliziosi. Non volevamo fare del male al ragazzo, volevamo solo il camion ', e glielo abbiamo fatto sapere. 'Tornerai a casa stasera alle 5:00 per cenare con la tua famiglia. Stai tranquillo e non crearci problemi. '

Abbiamo dovuto guidare fino a Jersey con il camion, quindi è stato un po 'un giro, e ad un certo punto gli abbiamo allentato i legami e gli abbiamo infilato un cuscino sotto il culo. Gli abbiamo chiesto se nel camion c'era qualcosa di cui aveva bisogno. Ha detto: 'Ci sono alcune foto della mia famiglia sulla visiera. C'è anche un foglio manifest in una di quelle cartelle metalliche simili a bacheche. ' E lui: 'Puoi darmi quello? Mettilo sotto il braccio, così mi aiuterà quando valuterò cosa è stato rubato. ' Quindi abbiamo fatto tutto questo per lui. Gli abbiamo chiesto se ha sete. Potremmo fermarci a un Quick Mart o qualcosa del genere, portargli da bere. Siamo stati molto gentili con il ragazzo, ancora una volta, nonostante gli avevo appena infilato una pistola in bocca, per essere completamente schietto e chiaro.

Così ha detto: “Siete bravi ragazzi. Pensi mai che questa roba ti raggiungerà? ' Ed è stato il primo dirottamento che avessi mai fatto e che loro avessero mai fatto, il mio futuro ... Parte di questi ragazzi è diventata la mia banda. Mi è appena passato sopra la testa. Come puoi immaginare che qualcosa ti raggiungerà la prima volta? Quindi sì, non l'ho fatto. Ma anni dopo, seduto in una cella di prigione, con scarafaggi che mi strisciavano addosso, attacchi di coltello, ero a Lewisburg per omicidi, quando i detenuti venivano uccisi a colpi di machete. Mi è tornato in mente tutto e ho detto: 'Wow, quel ragazzo ha visto tutto il mio futuro quando ha detto, 'Hai mai pensato, pensi che questo ti avrebbe raggiunto?'' Era la mia prima volta, ed è Era così che era un trampolino di lancio per un'intera carriera nel dirottamento, che ha portato alle auto blindate, che ha portato a rapine di camion.

Lo chiami, abbiamo rubato. Casseforti. Ricordo gli agenti, quando ci hanno arrestato, hanno detto al mio avvocato che ero più grande di Jimmy Burke, e il mio avvocato ha detto: 'Louie non ha mai ucciso nessuno'. E lui ha detto: 'Volevo dire le rapine'. Jimmy Burke era il ragazzo interpretato da Robert De Niro nei panni di Jimmy Conway in Quei bravi ragazzi. E un altro agente una volta ha detto che eravamo come Heat. E ancora una volta, se prendi Heat, se mai guardi il film Heat con De Niro e Pacino, eravamo messi a punto come quella banda. Semplicemente non eravamo così violenti. Non stavamo uccidendo persone, sparando per le strade. E ora, guardando indietro, ho avuto il tempo di digerire tutto ovviamente più tardi quando ho cambiato la mia vita e mi sono pentito di tutto quello che ho fatto, ringrazio Dio che non abbiamo mai avuto sparatorie per strada o altro, perché sarebbe potuto accadere.

Ecco un gruppo di ragazzi. Nessuno di noi è stato addestrato a usare armi da fuoco e corriamo per le strade come cowboy e stiamo facendo il caos. In qualsiasi momento qualcuno avrebbe potuto metterci alla prova e sarebbe stata una sparatoria in strada. E avremmo potuto non solo essere uccisi noi stessi, il che non sarebbe stato così grave, penso, ma forse uccidere una persona innocente, il che sarebbe stato peggio. Voglio dire, guarda, in relazione al riferimento di essere come il film Heat, direi di sì, potenzialmente altrettanto pericoloso, ma non lo eravamo, grazie a Dio. La fortuna era con noi in quel senso, dove abbiamo portato a termine tutte le nostre rapine senza problemi, siamo scappati dalla scena del crimine, siamo tornati a casa, ci siamo semplicemente congratulati a vicenda e siamo usciti per un drink o qualcosa del genere. Ma non siamo mai stati in grado di avere quel caos per strada, che sarebbe potuto accadere.

Brett McKay: Giusto. Quanto in alto ti sei alzato nell'organizzazione? Eri solo un soldato di fanteria?

Lou Ferrante: Oh sì, questa era la domanda originale, come sono entrato nel Mob. I camion che dirottano fondamentalmente hanno portato alla mafia. Ad esempio, supponiamo che tu possieda un negozio e apri un negozio, diciamo, a Non so dove, a Los Angeles, e vendi tavole da surf. Potresti non vendere tavole da surf a Los Angeles, ma ovunque. Alla fine stai guadagnando bene, pensi che sia tutto fantastico. Ad un certo punto, l'IRS busserà alla tua porta e dirà: “Guarda, devi le tasse governative. Lo sapevi?' E dovrai iniziare a pagare le tasse. Se non lo sapevi già, dovrai iniziare.

La mafia è un governo all'interno di un governo, e se dirottate camion e guadagnate un sacco di soldi e tirate giù punteggi, loro sentiranno parlare di voi, come hanno fatto con me. E poi ti si avvicineranno. Sono l'IRS della malavita e vogliono sapere cosa sta succedendo e quanto pagherai. Ma non è solo come una relazione unilaterale, perché se lo fosse, molti ragazzi direbbero 'F te' e ci sarebbe molto spargimento di sangue, molto di più. Si risparmia molto spargimento di sangue, perché è una relazione simbiotica. Funziona per entrambe le parti, perché una volta entrato con i Mob, ho un potere enorme. Ho molto più potere di quanto avessi mai avuto da solo o con il mio equipaggio.

Ora ricevo suggerimenti. Invece di un camion alla volta, ricevo suggerimenti su un punteggio di un milione di dollari. Potrei dover dare un calcio a uno skipper, un capitano capo o chiunque mi abbia dato la mancia, o il mio ragazzo delle mance, ma sto guadagnando molto di più. E ora sono in grado di strozzare i soldi, metterli per strada una volta che ce l'ho fatta. Quindi ora inizio la mia banca. I vantaggi di essere nella mafia, non c'è limite ad esso, e anche loro beneficiano di averti, perché stai facendo soldi anche loro. The Mob è uno schema piramidale. Il denaro scorre verso l'alto.

Quindi è un po 'come è successo, senza rinunciare ai nomi delle persone originali che mi hanno portato in giro. Ma un ragazzo tirava l'altro, a un altro, e prima o poi stavo dirigendo la mia squadra all'interno della famiglia criminale Gambino, e stavo rispondendo direttamente ai capi della mia famiglia. In realtà vivevo praticamente a casa di Peter Gotti. Pete era il fratello maggiore di John Gotti. Era un capitano di famiglia, ed ero dentro e fuori casa sua probabilmente per circa cinque o sei, forse sette anni, ogni giorno. Ecco dov'era casa mia. Potresti trarre le conclusioni da lì. Non ero ancora un uomo fatto quando me ne sono andato. Avevo 25 anni. Sarei stato fatto, era solo questione di tempo, e sono stato pizzicato. L'FBI mi ha pizzicato, i servizi segreti e la task force sulla criminalità organizzata della contea di Nassau.

Quando sono andato in prigione, ho pensato che fosse la cosa peggiore del mondo, perché non avevo ancora ricevuto il mio bottone. E avevo amici con cui commettevo crimini ogni giorno che venivano a trovarmi durante le visite e dicevano: 'Mi sono appena chiarito, ho avuto il mio bottone. Riceverai il tuo quando torni a casa. ' Quando fossi tornato a casa, mi avrebbero ospitato. Uno di loro ci ha ancora provato quando sono tornato a casa ed ero un uomo completamente diverso e non lo volevo. Ha detto: 'L'ho sentito, ma non pensavo fossi serio', perché voleva sponsorizzarmi. E ho detto: 'No, è legittimo. Ho davvero chiuso con la vita. Questo è tutto.' Ma sto andando avanti rispetto alla storia. Fondamentalmente, è un po 'come dove mi sono seduto e come si è evoluto.

Brett McKay: Parliamo di, in prigione hai avuto questo enorme cambiamento che ti è successo. C'è stato un momento in prigione in cui hai potuto individuare e dire che è stato il momento in cui è iniziato il cambiamento?

Lou Ferrante: C'era.

Brett McKay: Sì, va bene, cos'era?

Lou Ferrante: Lavorerò fino a quel momento monumentale che mi è davvero scattato in testa, ma la prima cosa che stava succedendo è stata che stavo iniziando a ... Ho creduto nelle regole della mafia. Credevo nella lealtà e nel codice, nell'onore, nell'omertà. Credevo in tutte queste cose, e pensavo che fosse la cosa più grande al mondo, avere qualcosa del genere. È lo stesso motivo per cui i ragazzi giovani potrebbero unirsi ai Marines. Vogliono quel cameratismo e che 'i pochi, gli orgogliosi'. È così che pensavo di essere nel mio quartiere, con i marines del mio quartiere, nella mia mente. Non per paragonarci ai Marines, ma non è lontano dalle nostre menti.

Quando ero in prigione ... Prima di tutto, per strada, a volte i ragazzi sparivano, un ragazzo veniva ucciso, e penseresti che automaticamente presumevi che avesse fatto qualcosa contro la famiglia, che avesse commesso un qualche tipo di tradimento contro la famiglia. E proprio come se commettessi tradimento contro il paese, potresti essere giustiziato. Quindi questo è quello che è successo. Non hai fatto domande. Se l'hai fatto, le persone si chiedono perché. Perché stai chiedendo? Sei un topo? Perché vuoi sapere cosa è successo a tal dei tali? Tieni solo la bocca chiusa. Il ragazzo è scomparso e questa è la fine. Oppure è stato lasciato per strada, ecco. O uno dei miei cari amici era in un baule. Puzzava da una settimana prima che qualcuno lo trovasse. Non ho fatto domande.

Ma poi sono via, e sono in giro con ragazzi che stavano combattendo i loro casi di omicidio, e io molti ragazzi che conosco sono morti. Comincio a rendermi conto che sono morti per motivi diversi, non necessariamente perché hanno commesso un reato contro la famiglia, che potrebbe mettere in pericolo tutti noi, ma perché qualcuno stava scopando la moglie di un ragazzo e voleva uccidere il marito così poteva avere la moglie per sé. Un altro era per soldi. Possedevano un'attività insieme e se lo uccide vale un milione di dollari in più all'anno, quindi lo ha ucciso. Vengono con le ragioni. Quel ragazzo è un topo, devo ucciderlo.

Era un po 'come le cose disgustose che osservavo in prigione, mentre parliamo tutti delle nostre accuse. Ed eccomi qui, ho appena ricevuto rapine e dirottamenti, e dopo il punteggio ho incassato i soldi con tutti in modo equo. Abbiamo preso tutti la nostra fetta e siamo tornati a casa. Ho dato un calcio al mio capo, e basta, e alla fine della giornata. Non stavo cercando di uccidere qualcuno a tradimento per prendere qualcosa che era di qualcun altro, che fosse una moglie, una sorella, i soldi o un'azienda. Semplicemente non era in me. Se mi avessi dato un miliardo di dollari per uccidere qualcuno, ti avrei detto che sei pazzo. Perché dovrei uccidere qualcuno per soldi?

Ma se mi avessi detto che qualcuno ha violentato tua figlia, io avrei detto: “Aspettami fuori. Sarò lì tra cinque minuti ', e chiunque l'abbia fatto stava andando nel mio bagagliaio. Questo è ciò in cui credevo. Quello era diverso. Quindi ora sono in prigione e sto soppesando tutto questo, e poi molte cose pesavano su di me. Sono andato al buco. Di tanto in tanto andavo nel buco. Sono stato veloce con le mie mani. Senti, ho un complesso Napoleone. Sono tipo 5’4 ', forse 5’5' in una buona giornata con le scarpe da ginnastica. Avevo un chip sulla spalla, forse, ma se qualcuno andava fuori linea, lo rompevo forte. Facciamolo. E sono sempre stato veloce a combattere. E sono in prigione e mi sto comportando allo stesso modo, quindi di tanto in tanto vado al buco.

E poi a un certo punto vado nel buco per qualcosa che non ho fatto. Io non ho fatto. Quello che è successo è stato considerato aggressione. Una delle guardie, gli hacker di turno ci hanno chiamato in ritardo per le nostre visite e tutti erano arrabbiati. Era in un blocco nell'MDC, il Metropolitan Detention Center di Brooklyn. Uno dei ragazzi quella notte si alzò dalla sua cuccetta, prese una mela e la colpì alla guardia, che si spezzò. Lo ha schiantato in un occhio, gli ha dato un luccichio, si è spezzato sulla sua testa. Il tizio è caduto a terra e la prossima cosa che sai è che tutti gli lanciano roba. Quindi è stato aggredito, ma proveniva dalla mia direzione. Sono uscito con tutti i veterani, ed è stato un vecchio gangster siciliano a farlo.

Così sono venuti e hanno pensato che fossi l'unico ragazzo giovane in quella fila, così mi hanno rinchiuso. Mi hanno malmenato fino al buco. Dicono: 'Chi è stato?' Io dico: 'F te, chi è stato. L'hanno fatto le tue sorelle, ecco chi è stato. ' Adesso sono nel buco, mi spogliano e mi prendono i vestiti. E quando ti portano al buco, ti prendono i vestiti nel caso tu fossi cucito come un rasoio in qualcosa o qualsiasi altra cosa, e ti danno i vestiti che sono designati per il buco, che sono stati lavati. Non c'è modo che tu possa ucciderti o commettere alcun tipo di violenza, presumibilmente. Ovviamente, ci sono modi in cui i detenuti aggirano tutto questo.

Ma avrebbero dovuto darmi un'altra uniforme per il buco, come una tuta, e non l'hanno fatto. Sono nudo nella mia cella. Non ho ricevuto il mio materasso, non ho ricevuto il mio cuscino. Vogliono sapere chi ha aggredito la guardia, se non ero io. Quindi, ovviamente, nessuno può dire di aver detto che l'ho fatto, perché non l'ho fatto. La guardia avrebbe potuto mentire, ma non l'ha fatto. Deve aver detto che veniva dalla mia direzione, hanno pensato di scegliermi, avrei dovuto essere io. Non lo era. Così ora continuano a dire: 'Chi è stato?' Sto dicendo loro: 'Vai a scoprirlo da solo, Sherlock.' Quindi ora non ho vestiti, né materasso, né cuscini. Alla fine, lentamente ma inesorabilmente, ho recuperato tutta quella roba, ma poi il capitano delle guardie è sceso e mi ha chiesto chi fosse stato. Ho detto: 'Guarda, tocca a te, amico. Starò qui tutto l'anno se devo, quindi chi darà per primo, io o te? '

Ha riso, ha detto: 'Niente cibo'. Quindi ora non sto mangiando. Ora sono tipo, oh uomo, non posso crederci e sto morendo di fame. E quando sei in prigione e sei nella buca, tutto ciò che devi aspettarti è la colazione, il pranzo e la cena delle 4:00. Quindi devi assicurarti che dopo le 4:00 non ci sia raccolto, quindi qualunque cosa tu abbia mangiato alle 4:00, deve durare fino a domani alle 6:00, 7:00 Quindi non vedi l'ora che arrivi i pasti , e non hai nient'altro da fare se non fissare un muro di mattoni e chiederti a quel punto, perché non ero ancora cambiato, chiedendomi come vendicherò chiunque mi stia prendendo in giro, come li torturerò, come ucciderò questo ragazzo e prenderò quel ragazzo e l'intera faccenda.

Ad un certo punto o in un altro, il capitano delle guardie il giorno dopo ... Oh, quello che è successo è stata quella notte, però, prima c'era uno spagnolo del Sud o Centro America che spazzava il pavimento e poi lo lavava. Anche lui era un detenuto nella fossa, ed era l'inserviente. Quindi dico: 'Amigo, amigo'. C'è come questo vetro antiproiettile che potresti vedere, che è all'altezza degli occhi con la testa umana, e poi c'è questa fessura per il cibo che è all'altezza della vita attraverso cui vengono spinti i tuoi vassoi. Quindi stavo guardando attraverso il vetro, sbattendo contro il vetro. Io dico 'Amigo, amigo', che è italiano, mangia. Ho pensato che lo scoprirà in spagnolo.

Fa, 'Uno memento, Uno momento', e torna indietro e infila il pane sotto la mia porta. Stava appena a malapena sotto la mia porta. Ho dovuto spremerlo. Quindi mangio questo pane impolverato e sporco, e poi ha spinto questi piccoli pacchetti di gelatina che ha schiacciato, e li ho succhiati per asciugarli. 'Gracias. Gracias, senor. ' Quindi ora sono tipo, va bene, ho un ragazzo che mi nutre, quindi non ho paura di questo capitano delle guardie ancora una volta. Il giorno dopo, viene, apre la fessura del cibo, si china, fa: “Ehi, Ferrante, ora mi dirai che non mangi, qualunque cosa, mi dirai chi ha aggredito la guardia? ' E ho detto: 'No, in effetti, non lo sono'. E mi avvicino alla fessura del cibo e dico: 'E un'altra cosa', e allungo la mano e lo afferro per la cravatta, la cravatta e lo strappo. Volevo strangolare questo ragazzo, questo SOB. Voglio dire, farai un gioco con me? Sono comunque nel buco. Tanto vale aggredire un poliziotto se sono qui per uno comunque.

Gli ho tolto la cravatta dal collo. Era un clip-on. Dico 'Brutto bastardo' e gli ho gettato indietro la cravatta. Sbatte la fessura per il cibo e mi guarda, e dice: 'Certo che è un clip-on'. Dice: 'Pensi che indosseremmo legami veri con voi animali qui?' Dice: 'Non sei altro che un animale malvagio, perché guarda te stesso. Sei in una gabbia. ' Dice: 'Se la prigione non è abbastanza buona per te, devi essere in una prigione all'interno di una prigione'. E aveva ragione, sai? Voglio dire, non ricordo le parole esatte, ma il contesto era proprio quello.

Quindi sono tipo, amico. Quel giorno, quello è stato il clic. Probabilmente tutto si stava già accumulando in me, ma quello era il clic. Ora, in quel momento mi sono sentito un animale, e ho capito che mia madre, la mia povera madre morta tra le mie braccia quando ero giovane, non mi ha cresciuto così. Non mi ha cresciuto per sparare alle persone o pugnalare le persone o prendere a pugni le persone o dirottare camion e conficcare pistole in bocca alle persone. Mia madre mi ha insegnato a tenere la porta aperta alle persone, ad essere gentile, a prendermi sempre cura delle persone anziane nel mio quartiere. Ha dato un buon codice morale, semplicemente non lo stavo usando. La mia mente era tutta contorta.

Quindi da quel giorno in poi, ho avuto molte cose da pensare, e l'ho fatto. Tutto un po 'come capovolto. Ora, tutto è capovolto nella mia mente, ma non l'ho capovolto. Questa è la chiave. A rischio di saltare avanti nella tua storia qui, ma non sono mai diventato un topo. E poiché ho capito che quello che avevo fatto era sbagliato, molti topi dicono: 'Oh, ho capito che quello che avevo fatto era sbagliato, quindi ho iniziato a collaborare'. Vogliono solo la porta. Non ho intenzione di disonorarmi o mettere i miei amici in prigione per quello che ho fatto. Ed è questo che mi irrita dei topi. Li odio. Cerco di non farlo. Dico che non lo faccio più. Mi piace dire di no, perché Dio è l'unico giudice, e tutti devono incontrare il loro creatore un giorno o affrontare la giustizia naturale in questo mondo, qualunque cosa tu possa credere. Ma credo nella giustizia naturale e nel karma, quindi mi piace cercare di non odiarli, ma per me a quel punto, l'ho fatto, e non sarei stato un topo.

Ma stavo per cambiare la mia vita. Così sono uscito dal buco e ho chiesto al mio amico Fat George, che era un custode del club sociale di John Gotti, gli ho chiesto di ... Aveva tatuaggi su tutto il corpo. Aveva tutti i versi biblici e le cose scritte sul suo corpo. Era coperto dalla testa ai piedi di tatuaggi, un uomo di 400 libbre. Puoi immaginare quanta arte ci fosse su di lui. E io: 'Ehi, Fatso', l'ho chiamato, 'Ehi, Fatso, hai cose scritte su tutto il corpo. Leggi?' Dice: 'Sì, ho letto'. 'Allora puoi mandarmi dei libri?' Lui dice: 'Sì, che tipo di libri vuoi? Grandi tette, culi grassi, cosa ti piace? '

Dico: 'No, no, un libro da leggere e voglio leggere qualcosa'. 'Oh ok. Cosa vuoi leggere? ' Dico: 'Non ne ho idea. Vai in libreria, racconta a chi sta lavorando di me. Forse avranno qualche idea. Voglio solo schiarirmi le idee, allontanarmi da tutta questa roba da qui. ' Questo è quando sono uscito dal buco, tra l'altro. E quando sono uscito dal buco, tutti mi hanno salutato, perché ho fatto la cosa onorevole. Non ho criticato qualcosa che non ho fatto. Ho fatto il tempo, mentre non ho nemmeno commesso il crimine, quindi tutti mi salutavano come un eroe, e non mi commuoveva più. Normalmente, questo avrebbe gonfiato il mio ego. Mi sarei sentito orgoglioso di me stesso. Ho passato il mio tempo nella buca per qualcun altro, sì. Ti fanno un piatto di pasta. Tutti sono davvero gentili con te quando esci dal buco, e non mi importava nemmeno. Ero tipo, voglio solo allontanarmi da questi ragazzi ora e pensare.

Quindi Fat George mi ha mandato in tre libri. Stavo giocando a pinochle quando ho ricevuto i libri. Il mio compagno era il capo della famiglia Colombo all'epoca, Vic Orena, e Vic dice: 'Dove stai andando?' Dico: 'Devo andare nella sala pacchi'. E quella è stata l'ultima volta che ho giocato a pinochle. Ho preso i miei libri, sono salito di sopra. Oh, è piuttosto divertente. Ho aperto la scatola e lui mi ha mandato Caesar's Gallic Wars, Napoleon di Vincent Cronin e Mein Kampf di Adolph Hitler. Quindi dico, oh amico, che cos'è questa F? Chiamo George e dico: 'Ehi, Fatty', dico, 'Ho i libri, ma dove li hai presi le idee?' Lui dice: 'Dalla ragazza'. Lui dice: 'Mi hai detto, vai in libreria. Ho raccontato tutto di te alla signora in libreria e lei mi ha dato quei libri '. Dico: 'Cosa le hai detto?' Dice: 'Le ho detto che eri basso e prepotente, e così ha scelto tre dittatori'.

Quindi quello è stato il primo libro che abbia mai letto, e non ho quasi capito nulla di quello che stavo leggendo, ma il fatto che fossi davvero un ragazzo determinato tutto il tempo, ho sempre perseverato se avevo intenzione di fare qualcosa, sono rimasto fedele e ho letto i libri dall'inizio alla fine. Ho capito quasi ... voglio dire, che diavolo? Chi diavolo potrebbe capire il movimento nazionalsocialista di Hitler, anche oggi, di cosa diavolo stava parlando? Se torni oggi e leggi il Mein Kampf, dirai, di cosa sta parlando questo deficiente? E quindi immagina che cerco di capirlo dopo aver dirottato i camion. Semplicemente, non ho capito niente.

Per darti un'idea di quanto fossi distante dalla storia a quel punto e di quanto poco capissi, a un certo punto anni dopo sono diventato come il guru per le domande su qualsiasi cosa. Storia, filosofia, scienza, chi più ne ha più ne metta, sono venute da me. Ero come Google in prigione. Un paio di gangster stavano litigando, e sono venuti da me, e hanno detto, 'Hey Lou, devi sistemare questa carne per noi. Chi ha vinto quando Napoleone ha combattuto Cesare? ' Dico: “Erano a 1.800 anni di distanza. Cosa intendi con chi ha vinto? ' Ho riso, ma nel frattempo non avrei saputo prima di leggere, prima di capire la storia. Come fai a sapere queste cose?

Tuttavia, iniziò il mio viaggio verso l'istruzione. Quello è stato l'inizio, e per tornare alla tua domanda, quello è stato il momento monumentale in cui la mia mente è proprio come del tutto ... E poi non ho avuto altro che tempo dopo che mi ha colpito, dopo aver tolto la cravatta del poliziotto. Non avevo altro che tempo per sedermi nella mia cella e pensare in quel buco finché non fui rilasciato, il che fu un vantaggio. Dio opera in modi misteriosi. Non lo so. Tutti i tuoi ascoltatori possono o non possono credere in Dio. Credo che ci sia un potere più alto, o credo nella fortuna o nel destino, se non vuoi attribuirlo a Dio. Ma qualcosa ci guida in questo viaggio qui sulla terra. Non siamo solo come scaricati dal cielo. C'è qualcosa, c'è un piano e penso che tu debba seguirlo. Ed ero felice che a quel punto della mia vita, ho notato che c'era un percorso per me, e l'ho seguito, ed è stata una decisione che mi ha cambiato la vita.

Vorrei solo consigliare a tutti i tuoi ascoltatori che se hai quel momento di risveglio, non scartarlo. Pensaci, soffermati su di esso e fallo. Non scartarlo, perché c'è un significato dietro di esso, e fintanto che ti sta guidando in un buon modo, un buon sentiero, fallo. Se hai questo grande momento in cui pensi: 'Oh, Dio mi ha appena detto di uccidere il mio vicino, quindi hanno spento la musica in modo che io potessi dormire', questo non viene da Dio. Non riesco a immaginarlo. Ma se è una buona cosa, seguila.

Brett McKay: Sono curioso di più sulle tue letture. So che i nostri ascoltatori sono lettori.

Lou Ferrante: Oh bene.

Brett McKay: Quindi i primi tre libri che hai letto erano biografie di Napoleone, le guerre galliche e Mein Kampf. Cosa hai iniziato a leggere dopo aver iniziato a leggere quei libri?

Lou Ferrante: Quello che ho fatto è stato che quelli erano davvero difficili per me, e ad un certo punto probabilmente avrei dovuto leggere come la versione adolescenziale di Huck Finn, qualcosa di veramente rudimentale. Non so cosa avrei dovuto leggere, ma non quei libri. Ad un certo punto, quello che ho fatto è stato, mi sono reso conto che mi piaceva la storia, e quindi ho gravitato verso la storia e le biografie. Ma probabilmente ho fatto un passo indietro e ho scelto libri più facili da leggere. Ho iniziato a leggere, le biografie e la storia erano le mie preferite, e il modo in cui ho imparato a scrivere è di, mi sono innamorato dei maestri della narrativa del XIX secolo, come Gustave Flaubert, Tolstoj, Dostoevsky, Thomas Hardy l'inglese, anche del XX secolo , Thomas Wolfe l'americano, il primo americano Thomas Wolfe, Can't Go Home Again. Le sorelle Bronte, George Eliot, lo chiami, l'ho letto. Stendhal.

Non ne avevo mai abbastanza di quei libri, e non riuscivo a digerirli abbastanza velocemente, e me ne sono innamorato, perché erano storie in cui era più facile per me seguire una storia. All'inizio il mio vocabolario faceva davvero schifo, così ho comprato un dizionario per un francobollo in prigione. Mancava XYZ, quindi il mio vocabolario era un po 'più debole in quell'area. Ma ogni parola che non ho capito, ho guardato in alto. Scrivevo attraverso le parole, probabilmente me lo ricordavo dalle medie o qualcosa del genere, scrivevo la definizione e poi la studiavo ogni sera prima di andare a letto nella mia cella. Ecco come ho ampliato il mio vocabolario.

La maggior parte delle parole che avevo, quando scrivevo io stesso un romanzo in prigione, la maggior parte delle parole che scrivevo e usavo regolarmente nella mia mente, non le avevo nemmeno mai sentite pronunciate. Sentivo una parola, il mio avvocato diceva una parola e io dicevo: 'Che diavolo ha appena detto?' Ed era una parola che conoscevo, ma l'aveva pronunciata in modo diverso da come l'aveva pronunciata la mia mente, perché non avevo mai visto queste parole, se non stampate. Non li ho mai sentiti, piuttosto.

Quindi è stato interessante, ma a un certo punto ho iniziato a dire a me stesso mentre leggevo la storia, le biografie, e ho iniziato a rendermi conto che c'era una bibliografia sul retro dove si poteva usare un libro per trovarne altri. Quindi è stato carino, perché avrei letto qualcosa in un libro, forse stavo leggendo Winston Churchill, e si riferivano a Pitt il Vecchio o Pitt il Giovane. Forse aveva una sua foto nella sua stanza o qualcosa del genere, non lo so, solo ipoteticamente. E poi ho detto: 'Oh, chi è Pitt il Vecchio o Pitt il Giovane?' E poi lo cercavo e poi leggevo dei Pitt. E cose del genere mi condurrebbero da una direzione all'altra. E me ne sono reso conto, anche se non ero il tipo da sedersi in una classe. Odiavo la scuola e non sono mai andato al college. Mi sono diplomata al liceo, perché ho promesso a mia madre, che amavo, che l'avrei fatto, e lei è morta poco dopo.

Ma mi sono imbrogliato fino al liceo. Il mio amico Jorge Avila mi aiutava a barare. Mi faceva scivolare le risposte o le scriveva sul polso e si metteva la mano dietro la schiena. Andrea, Angela, le persone facevano i compiti per me. Odiavo la scuola, ma ora eccomi qui e non riesco a ottenere un'istruzione sufficiente. Sono assolutamente innamorato dei libri e leggo 18 ore al giorno. I muscoli degli occhi mi facevano male prima di andare a letto e avrei ricominciato di nuovo la mattina presto. E ho capito che amavo l'istruzione. Era solo che amavo il collegamento in rete gratuito dell'istruzione, la libera associazione, vai dove ti porta la tua mente.

E quella è stata la cosa migliore per me. Non era dove potevo sedermi in una classe e, non lo so, un insegnante con cui forse non mi connetto stava cercando di dirmi: 'Devi fare questo e devi farlo, e io voglio vederlo.' E poi giudica il mio lavoro. Il mio atteggiamento sarebbe stato allora, chi diavolo è questo ragazzo per giudicarmi? Cosa stai facendo? Chi sei, grande formaggio, pensi che mi giudicherai? Questo era il mio atteggiamento all'epoca, ma amavo leggere. Mi sono innamorato dell'educazione. Quindi ad un certo punto, i libri che stavo leggendo, la saggistica che stavo imparando, stavo imparando la scienza, la filosofia. Sono tornato ai primi filosofi. Ho letto gli antichi greci. Ho letto le commedie. Ho letto fino ai romani, poi fino ai filosofi illuministi, i filosofi francesi. E mi sono innamorato di tutta quella roba.

Ma oltre a questo, stavo insegnando a me stesso a scrivere, ogni volta che prendevo un romanzo lo leggevo. Supponiamo che sia stata Anna Karenina di Tolstoj. Lo avrei letto, ma avrei preso appunti meticolosi ai margini, come come ha fatto Tolstoj a introdurre un personaggio? Come ha intrecciato la sua trama? Come ha sviluppato la sua trama? Come è uscito da un personaggio? Come iniziò e finì il suo capitolo? Prenderei appunti meticolosi, quindi prima o poi questi grandi autori, chiunque fossero, Jane Austen, chi lo sa? Charlotte Bronte. Tutto quello che sanno, tutto quello che Charlotte Bronte sapeva sulla scrittura è in Jane Eyre, giusto? Quindi, se prendi quell'unico capolavoro, è una lezione universitaria, volte un milione, per iscritto. Perché nessun professore ha mai ottenuto ciò che Charlotte Bronte ha nel campo della scrittura e tutto ciò che sapeva è stato scaricato in Jane Eyre.

Quindi, se sai come analizzare ciò che sta facendo e fondamentalmente smontarlo e insegnare a te stesso, è un corso di scrittura. Quindi ogni libro che ho letto in seguito, che si tratti, diciamo, di Thomas Hardy, Tess degli Urberville, qualunque cosa stavo leggendo dopo è diventata la mia lezione di scrittura universitaria. Ho avuto il lusso dell'isolamento, che all'inizio mi ha ucciso. Non ero il tipo di persona, ero un personaggio socievole, sono stato molto socievole per tutta la vita, e ora eccomi qui intrappolato in questa cella. Ma una volta che stavo imparando e istruendo me stesso per iscritto, ho capito che l'isolamento era una benedizione, e questa era una buona cosa. Non era poi così male, dopotutto.

E poi anche io, oggi scrivo. Il mio ultimo libro è stato un bestseller internazionale in 20 lingue, ma devo disciplinarmi e chiudermi in una stanza, ma devo anche uscire da quella stanza di tanto in tanto e pagare le bollette e capire come lo farò superare il mese e tutto l'anno. Questo è un grosso fardello per le spalle di qualsiasi scrittore, a meno che non viva con un fondo fiduciario, e la maggior parte delle persone non lo è. Ho avuto anche il lusso di vivere in una cella, ma vengo nutrito con i miei pasti tre volte al giorno, mentre tutto quello che devo fare è leggere per 18 ore. Quindi ho spostato l'intera tortura della prigione, e ripeto, per la grazia di Dio o per quello che hai, qualcosa nella mia vita è cambiato, e penso che ogni volta che cambiamo le nostre vite, le tragedie diventano benedizioni. E quella tragedia della prigione e l'isolamento e la tortura della prigione, perché la prigione è una tortura, è diventata solo una moderata tortura leggera per me.

Ma l'ignoranza è un insieme di catene più pesante della prigione, e io ero incatenato nell'ignoranza prima di andare in prigione. Quindi ora eccomi qui, ed ero sfuggito alla mia ignoranza, ma ero in una cella di prigione. Ma preferirei sfuggire all'ignoranza ed essere in una cella di prigione piuttosto che essere libero ed essere incatenato dall'ignoranza. Ho visto la benedizione di non avere nulla da fare se non insegnarmi a scrivere e mi sono innamorato dei libri. Ringrazio Dio per questo. Ho solo continuato a scrivere.

Brett McKay: Amo quella storia di come i libri hanno contribuito alla tua trasformazione. Quindi ti sei istruito e, parte della tua educazione, hai fatto appello alla tua stessa convinzione. Hai imparato la legge. E tu esci, e hai preso la decisione mentre eri in prigione, non volevi tornare alla vita. Quindi hai deciso ... Qual era il tuo piano? Qual era il tuo piano dopo che sei uscito?

Lou Ferrante: Quando sono andato alla mia riunione finale della squadra, hanno riunioni di squadra in prigione dove ti portano in questa stanza e l'amministrazione della prigione è intorno a questo grande tavolo, e ti chiedono cosa stai facendo e vogliono sapere quando sei pronto per tornare a casa quali sono i tuoi piani. E il sistema è disgustoso, comunque. È orribile. Non preparano davvero le persone per il mondo esterno. La maggior parte delle persone vegeta davanti alla televisione. Commettono violenza. Fanno droghe. Tutto è disponibile in prigione. E poi sono pronti per essere buttati per strada, e vengono loro poste alcune domande meccaniche, che fintanto che respingono le risposte giuste a questa amministrazione, vengono lasciati uscire e gli viene detto: 'Oh, suona bene.'

Un ragazzo potrebbe dire: 'Oh, diventerò un elettricista'. 'Ok, sembra interessante. Parliamo più tardi. Il prossimo.' Sono andato davanti a questa riunione della squadra e mi hanno chiesto: 'Come sta, signor Ferrante?' 'Molto bene grazie.' 'Cosa intendi fare quando torni a casa?' 'Diventerò un autore di bestseller.' 'Ah, ah ah ah,' erano isterici intorno al tavolo. Così hanno detto: 'No, sul serio, cosa hai messo in fila?' E ho detto: 'No, no, davvero, diventerò un autore, si spera un bestseller'. 'Ah, ah ah ah,' era di nuovo isterico. Quindi ho detto: 'Beh, questo è davvero tutto quello che ho pianificato. Non posso dirti che entrerò nella costruzione. Non mi interessa davvero. '

La mia famiglia era in costruzione, comunque. Mio nonno e mio zio guidavano i bulldozer. Quello doveva essere il mio mestiere prima che iniziassi a dirottare. Da quando ero bambino ero su un bulldozer, una terna. Ho guidato tutti i tipi di apparecchiature di ingegneria operativa e non mi piaceva. Quindi non volevo rimbalzare sulla ghiaia, scavando buche nella strada. Non per portare via a nessuno che lo faccia. Penso che sia un ottimo lavoro se ti piace. Non l'ho fatto. Volevo fare qualcosa di diverso. Così ho detto loro: 'Non ti dirò una bugia. Diventerò un autore. ' E loro hanno detto: 'Okay, bene, lascialo andare. Il prossimo.' Ed è quello che sono diventato. Quindi immagino di aver avuto l'ultima risata in quel senso.

Brett McKay: Sì, hai fatto esattamente quello che avevi detto di fare. Sei uscito e hai scritto un bestseller. Erano le regole della mafia, e altre opportunità ne derivarono. Ed è così che ho saputo di te per la prima volta, presentando uno spettacolo su Discovery Channel chiamato Inside the Gangsters 'Code, dove viaggi in tutto il mondo verso le bande più pericolose del mondo per vedere come sono. Ed è così affascinante, perché ti avvicini e ti avvicini a questi ragazzi. Quindi, per coloro che non hanno familiarità con lo spettacolo, che tipo di gang sei andato a visitare e con cui hai interagito?

Lou Ferrante: Si. Sono contento che anche tu abbia visto lo spettacolo e che ti sia piaciuto. Grazie. Inside the Gangsters ’Code era uno spettacolo unico al tempo. Nessuno aveva fatto davvero nulla a quel livello e l'accesso che abbiamo avuto è stato incredibile. Ad esempio, siamo andati in El Salvador e abbiamo incontrato la banda della 18th Street, che controlla El Salvador insieme all'MS-13. Sono fondamentalmente le due bande che hanno il controllo di El Salvador in tanti modi. Davvero, davvero, se mai andassi in El Salvador, vedresti quanto sono potenti nel paese. Siamo stati in grado di entrare nelle giungle e andare nelle prigioni che erano nascoste nelle giungle, e rinchiuderci con i gangster più feroci che avevano ucciso.

Una delle prigioni in cui ho rinchiuso i gangster e ho vissuto con loro lì, proprio prima che arrivassimo lì avevano ucciso un ragazzo in un angolo del cortile, proprio dove mi trovavo con loro, perché hanno scoperto che era un spia e questo è tutto. Il capo ha detto di tagliarlo e quella fu la fine per lui. L'hanno fatto a pezzi proprio nell'angolo.

E poi un'altra prigione in cui mi trovavo, in realtà a Bilibid nelle Filippine, che era una prigione pazza, era un mondo in sé, un mondo frenetico tutto suo, con un muro intorno. Era come Fuga da New York, se qualcuno dei tuoi spettatori più anziani ricorda il film con Kurt Russell. È stato così. Subito dopo che me ne ero andato, un ragazzo è stato colpito proprio dove mi trovavo, il capo della banda, all'interno della prigione, il che significa che c'erano pistole nella prigione. Avevano mitragliatrici, avevano pistole a mano all'interno della prigione. Uno dei capi della gang me l'ha detto fuori campo. Ha detto: 'Guarda, non posso parlare davanti alla videocamera, ma siamo completamente armati qui'. E poi, poco dopo che avevo lasciato quella prigione, subito dopo che me ne ero andato, un ragazzo è stato ucciso.

Brett McKay: Quello che mi piace dello spettacolo, è divertente, ma è anche come se fossi un sociologo o un antropologo quando parli con questi ragazzi. Parliamo dell'idea del codice dei gangster. Quando te ne sei andato e hai visitato tutti questi diversi tipi di gang, e anche la tua esperienza di membro di una gang, quel codice rimane più o meno lo stesso per le gang?

Lou Ferrante: Sì, voglio dire, non è come un catalogo di regole. Le persone sono incuriosite, ci sono molti simili ... Nella mafia, che probabilmente ha molte più regole delle bande normali, nella mafia, c'è una specie di codice orale simile. È quasi come questa epopea omerica, in cui tutte queste storie sulla vita passata della mafia vengono sempre raccontate, come il tal dei tali è stato ucciso e come ha fatto il tal dei tali. Questo era ciò su cui si basava il mio libro Mob Rules. Era un po 'come quel codice della mafia omerica, o talmudico, dovrei anche dire, in cui vanno avanti e indietro su come dovrebbero fare qualcosa.

Ma la cosa fondamentale, a parte le minuzie di come gestire certe carni o come presentarsi, il codice di base della mafia è l'onore. Onora i tuoi compagni ladri, che è il colpo di scena. Non puoi andare con la moglie di qualcuno. Non puoi andare con la sorella di qualcuno senza permesso. Quelli sono punibili con la morte. Chiacchierare, fare la spia ovviamente è punibile con la morte. Ecco una storia per te che risale al codice omerico, il codice epico omerico della mafia, chiamiamolo per il momento. La mia amica era alle prese con, sua sorella è stata tagliata in un parco con una bottiglia da un'altra ragazza. Così quando è tornata a casa sanguinante dappertutto, lui è corso al parco e ha picchiato la ragazza. Ha pensato che se avesse potuto tagliare mia sorella con una bottiglia rotta e comportarsi come un uomo, allora avrei potuto trattarla come un uomo e picchiarla.

Quello che ha fatto era sbagliato, perché era la figlia di un mafioso, e non puoi picchiare la figlia di un mafioso e non puoi picchiare una ragazza. Quelle sono contro le regole. Così il mafioso, il padre, quando ne ha sentito parlare, è andato a casa del mio amico e ha bussato alla porta con le pistole. Un paio di amici avevano delle pistole. E la madre aprì la porta e litigò con loro sulla veranda. E lei sta lottando con lui sulla veranda e gli ha detto di andarsene. Quindi, quando sono andati al tavolo, è stato stabilito che la mia amica si era sbagliata per aver picchiato la ragazza, anche se lei aveva torto per aver tagliato sua sorella con una bottiglia. Sarebbe dovuto andare dal padre e lasciare che il padre la disciplinasse.

Quindi, dal padre che va a casa, la casa è sacra ed è off-limits, quindi nessuno dovrebbe andare a casa di qualcuno. Quindi andando a casa di qualcuno, cosa che ha fatto, e offendendo la madre, è stato un lavaggio. Quindi il manzo è stato schiacciato, e basta. Quindi queste sono le regole della mafia, come vengono applicate. Quando dico che la casa è sacra, ora è dopo il regno di Gaspipe Casso negli anni '90, la famiglia Lucchese, ha ucciso un ragazzo. Hanno ucciso qualcuno della mia famiglia, Bobby Borriello, davanti a casa sua. C'era un altro ragazzo nella guerra di Colombo, durante la guerra della famiglia Colombo nei primi anni '90, stava appendendo le luci di Natale davanti a casa sua. Gli hanno sparato davanti a casa sua.

Ma prima di allora, era vietato avvicinarsi alla casa di qualcuno. Questa è la diapositiva degenerativa che la mafia sta subendo negli ultimi due decenni, dove ora vanno a casa di qualcuno. Ma allora, non mi era permesso andare a casa tua. Se, diciamo ad esempio, tu, Brett, mi dovessi $ 100.000 e sapessi dove vivi, potrei letteralmente essere ucciso se bussassi alla tua porta chiedendo i miei soldi, perché offendo chiunque viva con te, compreso il tuo madre o tua moglie o tua figlia o tuoi figli o chiunque altro. E così facendo offendo la tua famiglia, e l'onore della famiglia è tutto, ed è di questo che dovrebbe essere.

Ora, potrei prenderti per strada e investirti con la mia macchina, e la famiglia, la stessa famiglia che non voglio offendere, deve venirti a trovare in ospedale, portarti fiori e comprarti cibo dall'esterno , perché il cibo dell'ospedale fa schifo, eccetera. Ma devo seguire il codice. Mi è permesso ucciderti lontano da casa tua, ma non posso farlo quando sei a casa. Quindi ho creduto in quelle piccole cose. Ho pensato che fosse sacro, e per molti decenni i mafiosi, non importa nel mezzo delle guerre più brutali e selvagge, dove il conflitto era come Fallujah, quando i Marines entrarono, in Iraq, era così teso. Potevano andare e venire nelle loro case e lo sapevano. Potrebbero sedersi davanti alla televisione con la finestra aperta e guardare la TV, perché nessuno tenterebbe di avvicinarsi a casa tua, e questo è eroso. È così che alcune regole sono state erose negli ultimi anni.

Brett McKay: Quindi è questo senso dell'onore, questo è il codice?

Lou Ferrante: Ecco, ecco. Sì, è tutto in poche parole. Sì, omertà. Anche Omertà in origine si supponeva, questa è una parola interessante, omertà. Omertà non era solo silenzio. Oggi la consideriamo americani, guardiamo la parola “omertà” e diciamo che tenete la bocca chiusa. Non infastidire le persone, stai zitto. Oppure se la gente veniva dai quartieri, dai quartieri italiani quando ero giovane, se c'era come se qualcuno fosse stato ucciso nel blocco, tutti i vicini, anche se erano persone legittime, sapevano di tenere la bocca chiusa. Hanno capito l'omertà. La polizia è arrivata: 'Qualcuno ha visto qualcosa?' Tutti hanno detto di no, e la polizia è salita in macchina e se ne è andata a casa. Era proprio così.

Ma omertà, il significato originale di omertà nella forma siciliana, dalla Sicilia originaria quando la mafia si formò per la prima volta in Sicilia, omertà significava essere un uomo e fare qualcosa da soli. Quindi, per esempio, se sono in prigione, e diciamo che mi hai doppiato e sei fuori e non mi stai dando i soldi che sono dovuti alla mia famiglia. Dovresti lasciare i soldi a casa mia e dare alla mia famiglia i soldi che mi sono dovuti mentre sono in prigione, ma non lo fai. Quindi sono arrabbiato con te. Ora, se devo fare 20 anni, omertà significa che devo gestire le cose da solo. Devo aspettare i 20 anni, uscire allo scoperto e poi vederti e prendermi cura di te. Oppure fai venire i miei compagni per strada a cercarti. Ma non ratto e chiedo alla polizia di aiutarmi a prenderti.

Ma oggigiorno le persone non seguono l'omertà. Dicono: 'Okay, Brett non paga la mia famiglia, ho intenzione di denunciarlo. Diventerò un informatore riservato o entrerò nel programma di protezione dei testimoni e darò a Brett 20 anni. ' Quello che stai facendo è arruolare il governo o le forze di polizia per essere i tuoi co-cospiratori nel punire i tuoi nemici. Questa non è omertà. Ecco perché i siciliani non sono mai andati alla polizia. Omertà significa che se ieri qualcuno ha sparato a mio figlio, io non vado alla polizia, e questa era la vecchia mafia. Non vai alla polizia, ti prendi cura di quella giustizia da solo. Scopri chi ha sparato a tuo figlio, trovi il ragazzo e te ne occupi tu stesso.

Era un uomo, e aveva origine in Sicilia, perché la Sicilia non poteva contare sulla polizia. Qui in America possiamo fare affidamento sulla nostra polizia. Possiamo contare sull'FBI. Fanno un ottimo lavoro nel mantenere pulite le strade. È per questo che potremmo, nonostante alcuni quartieri di questo paese che sono molto pericolosi, per la maggior parte l'America è un posto dove tua figlia potrebbe finire per il latte e tornare a casa senza che le succeda niente. E mi dispiace per i quartieri in cui questo non può accadere, non può. Ma in Sicilia non si poteva fare affidamento sulle forze di polizia per mantenere le strade lecite, o sul governo su cui non si poteva fare affidamento. La mafia l'ha fatto.

La piazza don, il don che passava tutto il giorno in piazza, controllava quello che succedeva in quel quartiere. Quindi se è successo qualcosa a tua figlia mentre era fuori a comprare il latte, non hai chiamato la polizia, perché non c'erano. Non si poteva fare affidamento su di loro. Cosa faranno? Hai chiamato piazza don e hai detto: 'Ieri è successo qualcosa a mia figlia'. Spiega la voce e la prossima cosa che sai, chiunque fosse il colpevole è assicurato alla giustizia. Quindi questo è un po 'da dove viene, ed è ovvio perché la parola ha perso il suo significato in America, perché abbiamo una società forte. Non ci affidiamo alla piazza don per la giustizia. Ma nei piccoli quartieri italiani quando ero piccolo, era un denso ...

Ad esempio, diciamo nemmeno il mio quartiere. Il mio quartiere particolare in cui sono cresciuto era un misto di tedesco, irlandese, ebreo, italiano, ma diciamo Corona. Corona era una piccolissima enclave italiana, e quell'enclave facevano affidamento sulla giustizia interna. Quando ero bambino, se facevi qualcosa di sbagliato a Corona, non dovevi aspettare la polizia. Dovevi stare attento, non per la Plymouth con un semaforo rosso in cima. Dovevi cercare la Cadillac con i vetri oscurati. Ecco chi veniva per te. Quindi, ancora una volta, le cose sono cambiate ora. I quartieri sono più diversi, dove quella forte cultura italiana che proveniva dalla Sicilia o anche da Napoli non è necessariamente così tanto al giorno d'oggi. Quindi la parola si è deteriorata insieme al bisogno sempre minore.

Brett McKay: Giusto, e immagino i paesi in cui le bande sono prolifiche, il governo è tipicamente debole lì, e quindi questa è l'alternativa, giusto?

Lou Ferrante: Ecco qua. Voglio dire, l'hai appena detto. In un certo senso l'ho riassunto parlando della Sicilia. El Salvador, non possono fare affidamento sulla polizia, i soldati, la polizia federale o statale, i soldati. Non possono fare affidamento su di loro per tenerli al sicuro dalle bande. Le bande hanno conquistato le strade. Se apri un McDonald's a San Salvador, ad esempio, se apri un McDonald's, devi pagare una delle gang, 18th Street o MS-13, a seconda del territorio che si trova. E se dici loro: 'Bene, perché non vai alla polizia?' ti guarderanno con due teste, perché mi stai chiedendo di uccidermi?

C'è una storia che risale a quando. Non so se qualcuno dei tuoi ascoltatori ricorderà che c'era una vecchia catena di supermercati nel Queens quando sono cresciuto. Non so fino a che punto si estendesse attraverso il paese, se non del tutto, ma si chiamava Waldbaum's, W-A-L-D-B-A-U-M-S, se non mi sbaglio. Quella di Waldbaum era come una catena di supermercati avviata da una famiglia, e Ira Waldbaum, credo, fosse il tipo di patriarca della famiglia. E ad un certo punto gli è stato detto di vendere Paul Castellano, il boss mafioso della famiglia Gambino, per vendere i polli di Paul Castellano o altro. Quindi Waldbaum mette le galline di Castellano sugli scaffali, ovviamente, e dice: 'Cosa devo fare, litigare con Paul Castellano? Se vuole le sue galline sui miei scaffali, metterò le sue galline sui miei scaffali '.

Così l'FBI andò da Ira Waldbaum e gli chiese in quel momento, in qualunque cosa fosse, gli anni '70, e gli disse: 'Ehi Ira, perché non indossi un filo metallico e perché non glielo dici no, e perché non ... 'E li guardò e disse:' Perché non mi proteggi da loro? Se non puoi tenerli lontani da me, non aspettarti che li tenga lontani da me. ' In altre parole, 'Non puoi contare su di me per farlo. Devi farlo. Se non esiste, Paul Castellano, allora non devo avere a che fare con lui, ma finché esiste e mi punta il dito nel petto dicendomi che devo avere i suoi polli, allora ho un problema con lui. E il modo migliore per compromettere questo problema è acconsentire. '

C'è un buon esempio di ... E oggigiorno, ovviamente, l'FBI è abbastanza forte da tenere Paul Castellano fuori dal ... di solito. Hanno ancora una presa in alcuni posti, i Mob, ma non sono potenti come una volta. Non credo che controllino più i polli a New York, ma una volta lo facevano. Quindi, più l'FBI e la Task Force sulla criminalità organizzata dello Stato di New York, ad esempio, capiscono cosa sta succedendo, sempre meno le persone che sono in affari hanno a che fare con elementi mafiosi.

Il mio amico era un capo sindacale. Penso di poter dire il suo nome, è morto. Anthony Calagna, era un socio lucchese. Era il leader di un sindacato, era un ragazzo eccezionale e lo adoravano. Ha negoziato, ha ottenuto loro il miglior affare. Quando ha ereditato il lavoro, entra in un ufficio e si siede e mi ha raccontato questa storia lui stesso. Dice: 'Lou, primo giorno di lavoro, queste buste stanno arrivando sulla mia scrivania. I ragazzi portano 5.000, 10.000 e mi lasciano le buste per tutta la settimana. Sai, è integrato nella scrivania e l'ho appena ereditato. Non era qualcosa su cui lavoravo. ' Potrebbe essere stato iniziato da Tommy Lucchese, Three Fingers Brown Lucchese decenni prima che Anthony Calagna entrasse in scena, ma quando ha assunto ...

Ora, non sto dicendo che fosse un uomo innocente. Sapeva esattamente cosa stava facendo, ma sto solo cercando di sottolineare che quando le cose sono infiltrate, se ci sono persone innocenti e Anthony no, era un gangster, ma se ci sono persone innocenti ... essere una segretaria nell'ufficio di Anthony che va a lavorare dalle nove alle cinque. Spetta alle forze dell'ordine tenere fuori quelle persone. In posti come El Salvador, non hanno raggiunto, credo, il livello che abbiamo per quanto riguarda le forze dell'ordine. L'applicazione della legge negli Stati Uniti è molto più forte che nei paesi in cui sono andato.

La camorra a Napoli, sono andata a visitare la camorra a Napoli. La camorra napoletana controlla Napoli. La polizia sta facendo un ottimo lavoro come meglio può, ma non ne ha il controllo. Stanno praticamente dirigendo il Napoli. Se vai a Napoli e hai detto: 'Costruirò un bell'albergo qui sul lungomare', busserai alla tua porta e la camorra ti dirà: 'Io don Non importa se vai dalla polizia o no, ti faremo a pezzi, ti metteremo in una botte e ti scaricheremo in mare, a meno che tu non faccia quello che ti diciamo di fare '.

Brett McKay: Sono curioso. In tutte le bande che hai visitato, quali bisogni umani soddisfacevano queste bande? Ovviamente erano come un'alternativa al governo.

Lou Ferrante: Sì, questa è un'ottima domanda.

Brett McKay: Ma cosa ha attirato ... Voglio dire, in genere gli uomini erano quelli che si uniscono a queste bande. Perché quel?

Lou Ferrante: Ottima domanda. Volevo creare uno spettacolo, la mia idea era di creare uno spettacolo che avesse un valore educativo. Non voglio solo fare. Vengo contattato in continuazione. “Ehi, Louie, vuoi fare uno spettacolo di mafiosi? Ehi, Vinnie Papa, cosa ci fai qui? Ehi, scendi, vedi Gino. ' Non voglio fare quegli spettacoli. Voglio fare qualcosa che aiuti le persone. Proprio come i miei libri. Se scrivo un libro, voglio che aiuti le persone in qualche modo.

La stessa cosa con i miei spettacoli. Volevo entrare nella sottocultura delle gang e scoprire cosa le faceva funzionare. In risposta alla tua domanda, la migliore domanda che è illustrativa di ciò che spinge questi ragazzi è El Salvador, le bande in El Salvador. Sono entrato lì, e questi ragazzi amano le loro famiglie, eppure erano tutti assassini. Ognuno di loro ha dovuto uccidere per essere iniziato nella banda. Ognuno di loro era un vero assassino. E avevano ucciso un ragazzo, come ho detto, proprio prima che arrivassi lì.

Allora cosa c'era dietro questi ragazzi? Amano le loro famiglie, non vedevano l'ora di ricevere le visite delle loro madri, delle loro figlie e delle loro mogli. Abbracciandoli e baciandoli. Sai, è un po 'così, avevano quello spagnolo, che è molto simile all'italiano, la calda cultura in cui ci baciamo e ci abbracciamo molto. Baci e abbracci nel giorno della visita. Ero lì per visitare il giorno. Cosa li ha fatti scattare? Quello che è successo è che c'era una storia dietro, ed è stato molto interessante. Quando El Salvador fu risucchiato in una guerra civile, molti padri furono uccisi o fuggirono dal paese o scomparvero, e molti dei figli avevano mamme single. E molte mamme single hanno cercato disperatamente di tenere unita la famiglia facendo due lavori, tre lavori. Alcuni di loro sono fuggiti negli Stati Uniti e avrebbero mandato dei soldi a casa.

Ed è diventata un'immagine molto triste per questi giovani uomini single, questi giovani che erano praticamente orfani. E avevano bisogno di una famiglia, e la banda è diventata la loro famiglia. E si guardano l'un l'altro come una famiglia, proprio come la mafia. Inizialmente è nato come famiglia. Questa è La Familia, La Cosa Nostra, La Familia. È la stessa cosa con El Salvador. Era la famiglia che stava dietro a questo, e il bisogno di famiglia, è stato soddisfatto dalla banda. Questi sono i miei fratelli, questa è la mia famiglia. Lo vedrai ancora e ancora nell'episodio di El Salvador. Questi sono i miei fratelli, questa è la mia famiglia.

E quando ricevono visite dalle donne, le adorano. Si baciano e li abbracciano. Amano le loro madri, amano le loro mogli, amano le loro figlie. Non sono uomini insensibili. Non sono mostri e volevo mostrare il loro lato umano. E l'ho fatto. Penso di averlo fatto con successo. Ho pianto con uno dei ragazzi alla fine del film. Voglio dire, non è possibile. Pensavo di essere arrivato al cuore della loro umanità. Ci sono criminali odiosi, ci sono crimini odiosi. Quelle persone dovrebbero essere punite. Non sono un tenero. Capisco che dobbiamo mantenere la società al sicuro da certe persone. Per un po 'ho pensato che la società dovesse essere tenuta al sicuro da me stesso. Sai, sono il primo ad ammetterlo. Corro per le strade con le pistole. Cosa sto facendo?

Ma in un altro senso, avevo l'umanità in me. Ovviamente, sto parlando con te ora e spero che i tuoi ascoltatori possano sentirlo. Lo hanno fatto anche loro. Nessuno è una causa persa. Siamo tutti figli di Dio e volevo dimostrarlo. E non sto dicendo che le persone non dovrebbero essere punite e le persone dovrebbero essere lasciate uscire di prigione. Ti meriti di essere punito per quello che fai, ma non dimenticare che le persone sono umane, ed è quello che penso di aver ottenuto in questo ...

Sai, guarda, alla fine, alla fine della giornata, questo paese è lacerato in questo momento così gravemente, il nostro paese, gli Stati Uniti. E non voglio entrare in politica, ovviamente, ma con la divisione politica qui, penso che il film sia un po 'come da un punto di vista sinistro, era come se non potessimo mostrare le gang, punto. Non possiamo mostrare le persone che sono cattive e le persone che sono cattive. E da un giusto punto di vista, non possiamo mostrare la parte buona di loro. Non possiamo mostrare il lato buono di loro, perché allora penseremo che le persone come chi sono cattive siano davvero buone. Quindi penso di essere stato coinvolto in un fuoco incrociato, dove entrambe le parti politiche si sono trovate sbagliate nei film. Ma guarda, non smetterò di uscire e di fare quello che penso di fare meglio, che è educare le persone a come queste sottoculture nella società.

Brett McKay: Beh, Lou, dove possono andare le persone per saperne di più sul lavoro che fai?

Lou Ferrante: Credo sia la cosa migliore, non aggiorno il mio sito web da anni. Dovrei. Sto scrivendo un nuovo libro in questo momento e sto modificando le ultime modifiche al mio romanzo con cui uscirò anche all'inizio del prossimo anno, si spera. Ma potresti andare sul mio sito web, louisferrante.com, L-O-U-I-S-F-E-R-R-A-N-T-E dot com. Se ci sono domande, puoi inviarmi un'e-mail da lì. C'è un foglio di contatto. Riceverò l'e-mail. Questo è il posto migliore. Mostra i miei libri e parte del lavoro che ho svolto, ma devo aggiornare il sito. Ho fatto molto di più che non c'è. Ad un certo punto lo farò. Stavo semplicemente dedicando tutto il mio tempo alla scrittura del mio nuovo libro, che spero di finire l'anno prossimo e di farlo uscire anche l'anno prossimo, si spera.

Brett McKay: Bene, Lou Ferrante, grazie per tanto tempo. È stato un piacere.

Lou Ferrante: Grazie, Brett. Piacere assoluto. Grazie.

Brett McKay: Il mio ospite oggi è stato Lou Ferrante. È l'autore di alcuni libri. Dai un'occhiata ai suoi libri Unlocked, sul suo tempo come gangster, anche Mob Rules, sulle lezioni di business che puoi imparare dalla mafia. Puoi anche trovare ulteriori informazioni sul suo lavoro sul suo sito web, louisferrante.com. Controlla anche le nostre note dello spettacolo su aom.is/gangsterscode, dove puoi trovare collegamenti a risorse in cui puoi approfondire questo argomento.

Bene, questo conclude un'altra edizione del podcast AoM. Controlla il nostro sito web su artofmanliness.com, dove puoi trovare i nostri archivi di podcast, così come migliaia di articoli che abbiamo scritto nel corso degli anni su finanza personale, salute e fitness, su come essere un marito migliore, un padre migliore. E se desideri goderti gli episodi senza pubblicità del podcast Art of Manliness, puoi farlo su Stitcher Premium. Vai su Stitcher Premium, registrati, usa il codice MANLINESS per ottenere un mese di prova gratuito di Stitcher Premium. Dopo esserti registrato, scarica l'app Stitcher su Android o iOS e inizia a goderti i nuovi episodi di AoM Podcast senza pubblicità.

E se non l'hai già fatto, ti sarei grato se prendessi un minuto per darci una recensione su iTunes o Stitcher, aiuta molto. E se l'hai già fatto, grazie. Considera l'idea di condividere lo spettacolo con un amico o un familiare che pensi ne trarrebbe vantaggio. Come sempre, grazie per il continuo supporto. Alla prossima volta, questo è n, ricordandoti non solo di ascoltare il podcast di AoM, ma anche di mettere in azione ciò che hai sentito.