Podcast # 368: Il coraggio e la resilienza di Ulysses S. Grant

{h1}


Ulysses S. Grant è una figura storica che viene spesso ritratta in una luce non così lusinghiera. Molti americani lo conoscono come un uomo d'affari ubriaco e inetto che si trovò spinto in direzione generale durante la Guerra Civile e condusse l'Unione alla vittoria non per il suo genio militare, ma semplicemente perché era dalla parte che aveva più uomini e armi. La storia racconta poi che Grant ha sfruttato il suo successo militare in una carriera in politica dove ha guidato un'amministrazione presidenziale fallita impantanata nella corruzione, e in seguito è morto senza un soldo.

Questa è la storia che senti spesso su Grant. Ma il mio ospite oggi sostiene che questa rappresentazione comune non si avvicina a catturare la complessità di questo leader americano. In effetti, se guardi a Grant più da vicino, puoi trovare un fulgido esempio di coraggio, resilienza e tranquilla dignità.


Il nome del mio ospite è Ron Chernow, ed è l'autore di numerose biografie seminali e bestseller, comprese quelle su Alexander Hamilton, George Washington, e John D. Rockefeller. Nella sua ultima biografia, Concedere, ha puntato l'obiettivo sulla vita di Ulysses S. Grant. Ron e io iniziamo la nostra discussione parlando dell'educazione di Grant e di come abbia influenzato la sua personalità imperturbabile, ma passiva. Discutiamo quindi della reale portata dell'alcolismo di Grant, di come lo ha ferito durante la sua carriera e di come l'ha gestito per tutta la vita. Ron spiega poi come qualcuno che aveva una personalità così passiva e tenera abbia sviluppato una nuova strategia militare aggressiva che sarebbe servita da modello per la guerra moderna. Da lì guardiamo alle lezioni che si possono trarre dal modo in cui Grant ha gestito la resa di Lee all'Appomattox Court House.

Discutiamo quindi della presidenza di Grant, incluso se Grant fosse responsabile della corruzione nella sua amministrazione e dei successi spesso trascurati che ha avuto durante la presidenza. Concludiamo la nostra conversazione con l'argomento secondo cui la tranquilla e dignitosa professionalità di Grant è un esempio molto necessario nel mondo appariscente ed eccessivamente autopromozionale di oggi.


Mostra momenti salienti

  • In che modo Chernow decide su chi trascorrere anni a fare ricerche e scrivere?
  • Perché Grant viene trascurato come presidente e generale?
  • In che modo Grant è arrivato dal suo famoso temperamento freddo?
  • Come è nata la 'S' di Ulysses S. Grant
  • Com'era Grant come cadetto di West Point?
  • Il ruolo di Grant nella guerra messicano-americana
  • Come Grant ha gestito le differenze politiche personali con la sua famiglia e gli amici
  • Le incursioni di Grant nel mondo degli affari
  • La verità sul bere di Grant
  • Cosa ha fatto Grant diversamente dagli altri generali dell'Unione?
  • Come Grant ha introdotto la guerra moderna
  • Come hanno risposto Robert E. Lee e il Sud a Grant
  • Grant voleva davvero essere presidente dopo la guerra civile?
  • La corruzione nella Casa Bianca di Grant
  • Quali successi ha avuto Grant come presidente?
  • Dove Grant si colloca tra le liste dei 'migliori presidenti'
  • La vita di Grant dopo la presidenza
  • Perché Grant ha deciso di scrivere le sue memorie
  • Cosa rimane interessante di Grant nella nostra era moderna?

Risorse / persone / articoli citati nel podcast

Grant per la copertina del libro di ron chernow.



Concedere è stato un vero piacere leggere. L'abilità narrativa di Chernow risplende in questa biografia. Impari così tanto su un momento importante della storia americana, eppure ti sembra di leggere una storia avvincente. Consiglio vivamente di ritirare una copia.


Ascolta il podcast! (E non dimenticare di lasciarci una recensione!)

Disponibile su itunes.

Disponibile su cucitrice.


Logo Soundcloud.

Pocketcast.


Google Play podcast.

Ascolta l'episodio in una pagina separata.


Scarica questo episodio.

Iscriviti al podcast nel lettore multimediale di tua scelta.

Sponsor di podcast

ZipRecruiter. Trova i migliori candidati al lavoro pubblicando il tuo lavoro su oltre 100+ dei migliori siti di reclutamento di lavoro con un solo clic su ZipRecruiter. Ottieni il tuo primo intervento gratuito visitando ZipRecruiter.com/manliness.

Coaching in linea di logica con bilanciere. Negli ultimi due anni ho lavorato con il preparatore della forza iniziale Matt Reynolds nel mio allenamento con il bilanciere. In questi due anni, ho guadagnato 40 libbre di muscoli togliendo un pollice dalla mia vita e ho raggiunto PR che non avrei mai pensato di colpire alla mia età. Se vuoi diventare più forte e più sano, inizia con Barbell Logic Online Coaching. Vai a aom.is/startingstrength e usa il codice AOMPODCAST al momento del pagamento per risparmiare $ 50 sulla tua registrazione.

Salute IQ. Health IQ utilizza la scienza e i dati per garantire tassi più bassi sull'assicurazione sulla vita per le persone attente alla salute. Per vedere se sei idoneo, richiedi oggi stesso il tuo preventivo gratuito a healthiq.com/MANLINESS o menziona il codice promozionale MANLINESS quando parli con un agente.

Clicca qui per vedere un elenco completo dei nostri sponsor di podcast.

Registrato con ClearCast.io.

Leggi la trascrizione

Brett McKay: Benvenuti a un'altra edizione del podcast The Art of Manliness. Prima di iniziare faremo un piccolo soliloquio qui, quindi abbiate pazienza. Ieri 3 gennaio, ha segnato il decimo anniversario da quando ho avviato theartofmanliness.com. Il primo articolo che ho pubblicato è stato How To Shave Like Your Grandpa, che parla della rasatura con il rasoio di sicurezza. So che è così che molti di voi hanno scoperto questo sito. Non pensavo che questo sarebbe stato il mio lavoro a tempo pieno. Ero uno studente di giurisprudenza del secondo anno, 25 anni. Pensavo di essere un avvocato specializzato nel settore del petrolio e del gas, ma eccoci qui, 10 anni dopo, una corsa selvaggia e folle. Da allora, abbiamo pubblicato alcuni libri basati sul sito, avviato il podcast, che è diventato qualcosa che non avrei mai immaginato sarebbe diventato.

Molte persone da ringraziare per arrivare dove siamo oggi. Prima mia moglie, la mia compagna di crimine in questa cosa. Kate, grazie per la modifica, la scrittura, mi occupo solo dei compiti amministrativi. Inoltre, Jeremy Andeberg, il nostro caporedattore, tuttofare, produttore di podcast. E tutte le altre persone che hanno contribuito a L'arte della virilità tramite i contenuti o aiutando con il back-end, grazie a tutti voi ragazzi. Inoltre, grazie a voi, al nostro pubblico, ai nostri lettori, ascoltatori di podcast, grazie a voi ragazzi che siete stati con noi sin dall'inizio. Vi conosco molto, infatti interagisco con voi. Grazie per essere rimasto con noi. Grazie per tutti voi che vi siete uniti a noi lungo la strada. Hai un milione di scelte, posti in cui controllare e ottenere contenuti o leggere cose, quindi significa molto per noi che tu abbia deciso che siamo una di quelle opzioni, una di quelle cose che fai. Inoltre, grazie per le lettere di sostegno che ci hai fornito nel corso degli anni e per l'incoraggiamento. Significa veramente molto. Grazie, eccone altri 10.

Cominciamo con lo spettacolo di oggi perché è un buon programma di cui sono entusiasta. Ulysses S. Grant è una figura storica che viene spesso ritratta in una luce non così lusinghiera. Molti americani lo conoscono come un ubriaco e un uomo d'affari che si trovò spinto in direzione generale durante la guerra civile, e condusse l'Unione alla vittoria non per il suo genio militare, ma semplicemente perché era dalla parte che aveva più uomini e più armi. La storia racconta poi che Grant ha sfruttato il suo successo militare in una carriera in politica dove ha guidato un'amministrazione presidenziale fallita impantanata nella corruzione e in seguito è morto senza un soldo. Questa è la storia che senti spesso su Grant. Ma il mio ospite oggi sostiene che questa rappresentazione comune non si avvicina a catturare la complessità di questo leader americano. In effetti, se guardi a Grant più da vicino, puoi trovare un fulgido esempio di coraggio, resilienza e tranquilla dignità.

Il nome del mio ospite è Ron Chernow, ed è l'autore di diverse biografie di successo di Seminole, comprese quelle su Alexander Hamilton, quella su cui si basa quel musical di cui tutti parlano, George Washington e John D. Rockefeller. Nella sua ultima biografia, ha puntato il suo obiettivo sulla vita di Ulysses S. Grant. Ron e io abbiamo iniziato la nostra discussione parlando dell'educazione di Grant e di come influenza la personalità imperturbabile, ma passiva. Abbiamo quindi discusso della reale portata dell'alcolismo di Grant e di come lo ha ferito durante la sua carriera e di come è riuscito per tutta la vita. Ron spiega poi come qualcuno che aveva una personalità così passiva e tenera abbia sviluppato una nuova strategia militare aggressiva che sarebbe servita da modello per la guerra moderna.

Da lì, esaminiamo le lezioni che si possono trarre dal modo in cui Grant ha gestito la resa di Lee all'Appomattox Courthouse e la ricostruzione. Abbiamo quindi discusso della presidenza di Grant, incluso se Grant fosse responsabile della corruzione nella sua amministrazione e dei successi spesso trascurati che ha avuto durante la presidenza. Concludiamo la nostra conversazione con l'argomento secondo cui la tranquilla e dignitosa professionalità di Grant è un esempio molto necessario nel mondo appariscente ed eccessivamente autopromozionale di oggi. Spettacolo davvero fantastico. Al termine dello spettacolo, controlla le note dello spettacolo su aom.is/grant.

Va bene, Ron Chernow, benvenuto allo spettacolo.

Ron Chernow: È un piacere essere qui con te, Brett.

Brett McKay: Hai scritto alcune delle biografie più influenti del 20 ° e 21 ° secolo. Ovviamente c'è Hamilton, che è stato adattato nel musical di Broadway, la biografia su Washington, John D. Rockefeller, e il tuo ultimo riguarda il generale Ulysses S. Grant. La mia prima domanda è in due parti. In primo luogo, in generale come decidi quali cifre spendere, immagino anni, facendo ricerche e scrivendo.

Ron Chernow: Trascorrerò circa cinque o sei anni per libro. Dico sempre che per un biografo non c'è domanda più importante della scelta del soggetto perché se scegli la persona sbagliata, niente può andare bene. Se scegli la persona giusta, niente può andare storto. Sotto questo aspetto è un po 'come il matrimonio. Penso di essere stato molto, molto fortunato con le persone che ho scelto. Una delle cose che cerco, sto cercando di più che raccontare una storia interessante, anche se spero che la persona abbia avuto una vita affascinante. Ho cercato le persone che ritenevo stessero creando i mattoni fondamentali della politica, degli affari e della società americani, e dove sentivo che la loro storia fosse anche il veicolo perfetto per raccontare la storia di un intero periodo di storia. Questa è una lezione di storia per i lettori, ma spero che sia così divertente che non se ne accorgano mentre stanno assorbendo tutte queste informazioni.

Brett McKay: Perché Grant questa volta?

Ron Chernow: Bene Grant, sai, ho sempre sognato di fare una grande saga drammatica della Guerra Civile e della ricostruzione. Grant è la figura che unisce davvero questi due periodi. Se Abraham Lincoln fosse vissuto, sarebbe stato la figura. Ma Grant è proprio al centro di tutto ciò che accade sia nella guerra civile che nella ricostruzione. Sentivo che mentre gli americani tendono a sapere molto sulla guerra civile e talvolta in dettagli straordinari, ma sapevano poco o nulla sulla ricostruzione. Se sai tutto sulla guerra civile e niente sulla ricostruzione, sei uscito nel bel mezzo del dramma perché il Nord vince la guerra militarmente, ma si potrebbe probabilmente sostenere che il Sud poi vinca la guerra politicamente in seguito . Grant è stata una figura molto, molto importante in quanto mi ha dato quella lente attraverso la quale guardare a tutti questi eventi.

Brett McKay: Beh, e nonostante sia una figura così centrale sia nella Guerra Civile che nella ricostruzione, Grant viene spesso trascurato come presidente e talvolta anche come comandante militare. Molti degli elogi vengono dati ad alcuni del sud perché, 'Oh, erano i migliori a West Point', come il generale Lee. Perché pensi che sia?

Ron Chernow: Beh, una cosa che avrei dovuto menzionare in termini di come scelgo i soggetti è che ho una vena contrarian nella mia natura, quindi non amo nient'altro che prendere una figura che sento è stata dimenticata, trascurata o fraintesa in qualche modo. L'ho fatto con Hamilton. La gente ora dimentica che il musical è una tale sensazione. Quando ho iniziato a lavorare su Hamilton nel 1998, la gente aveva dimenticato chi fosse. Stava svanendo nell'oscurità. Sentivo che con Grant, Grant era stato uno dei maggiori americani della seconda metà del 19 ° secolo, probabilmente secondo solo a Lincoln. Basta guardare le dimensioni della tomba di Grant, che è il più grande mausoleo del Nord America, per rendersi conto di quanto fosse importante all'epoca.

Come ci si è persi nel corso degli anni? Penso che quello che è successo dopo la guerra civile, il Sud maltrattato e sconfitto nel tentativo di ripristinare il suo orgoglio. Una scuola di pensiero di storici e generali e politici confederati iniziò chiamata The Lost Cause, che iniziò davvero in molti modi, per riscrivere la storia della guerra civile. Invece che la guerra civile sia stata causata dalla schiavitù, hanno detto che la guerra era stata causata dai diritti dello Stato. Hanno davvero avvolto la Confederazione in un'aura piuttosto romantica in modo che Robert E. Lee fosse considerato non solo il grande generale, ma anche una figura perfetta e aristocratica. Come parte di quella glorificazione di Lee, c'era una corrispondente denigrazione di Grant.

Poi cosa succede dopo la guerra civile quando Grant è ... dopotutto è stato durante i suoi due mandati come presidente, è il presidente che sovrintende alla ricostruzione, cosa che gran parte del sud bianco odiava. Avevano davvero un grande interesse a mandare giù la sua presidenza, cosa che ha avuto molti scandali. Quella non era affatto un'invenzione degli storici meridionali. Ma ho cercato di mostrare nel libro che gli scandali, sebbene accadessero e fossero importanti, non erano così importanti come altre cose accadute durante la presidenza di Grant che erano state dimenticate come la sua campagna di successo per schiacciare il Ku Klux Klan, che Penso che sia stata una delle azioni più lungimiranti e coraggiose intraprese da qualsiasi presidente americano. È stato enorme.

Brett McKay: Entriamo in Grant stesso perché dopo aver letto questo libro, mi sono innamorato di Grant. Era solo un personaggio interessante, ha i suoi demoni che ha combattuto, ma penso che questo lo abbia reso più forte nel processo. Grant era conosciuto per tutta la sua vita per il suo temperamento freddo e imperturbabile. Era qualcosa che doveva sviluppare consapevolmente, o era solo la sua genetica e dovuta alla sua educazione?

Ron Chernow: È un'ottima domanda perché è cresciuto nell'angolo sud-occidentale dell'Ohio in una famiglia metodista molto severa. Ha questi due genitori completamente dissimili. Suo padre, Jesse, era un tipo di carattere arrogante, spinto, spinto. Sua madre, Hannah, era molto gentile, tranquilla e pia. Grant sembra chiaramente imitare sua madre sotto questo aspetto. Se fosse genetico o se fosse un'identificazione con lei, è difficile da dire. Vorrei che potessimo mettere Ulisse sul divano, ma non possiamo.

Una cosa che sappiamo sia dal suo comportamento da bambino che da quello da adulto, è che aveva un'avversione per il tipo di vanteria in cui si era impegnato suo padre. Se c'era una componente genetica in questa modestia, era certamente qualcosa che veniva rafforzato dalla sua continua reazione contro suo padre che lo spingeva sempre in avanti. Ulisse ha sempre respinto e sviluppa quasi una sorta di quella che chiameremmo personalità passiva aggressiva da bambino. Penso che abbia anche creato quella testardaggine per cui è diventato famoso. Lo vedi in termini di resistenza al padre piuttosto ostinatamente durante la sua infanzia.

Brett McKay: Quel tipo di passività, è così che ha ottenuto il suo nome, Ulysses S. Grant.

Ron Chernow: Sì, questo dice tutto perché è nato Hiram Ulysses Grant, che lo ha sellato con le sfortunate iniziali di HUG, o abbraccio. Bene, puoi immaginare le prese in giro spietate degli altri ragazzi. Quindi lasciò cadere l'Hiram e divenne Ulysses Grant. Poi quello che è successo, suo padre ha deciso che sarebbe andato a West Point. Ulisse non ha deciso che sarebbe andato, suo padre ha deciso per lui e Ulisse è andato con riluttanza. Quando il membro del Congresso locale ha nominato Grant per l'accademia, ha commesso un errore e gli ha inviato il nome di Ulysses S. Grant. Quell'era burocratica si è bloccata e Grant negli anni successivi, quando gli è stato chiesto cosa significasse la S, avrebbe detto alla gente che non rappresentava assolutamente nulla. Era una specie di dichiarazione su di lui che ha una qualità simbolica che questo nome con cui lo conosciamo fosse qualcosa imposto su di lui piuttosto che qualcosa che aveva completamente scelto.

Brett McKay: Un altro paradosso con Grant era che era imperturbabile, freddo, quasi senza paura. Ne parleremo durante la guerra, come se le bombe sarebbero esplose da lui, semplicemente lo ignorerebbe. Ma allo stesso tempo, aveva questa avversione per la morte. Anche quando mangiava il cibo, la carne doveva essere carbonizzata in una mattonella di carbone.

Ron Chernow: Sì, è assolutamente vero. Quello che è successo quando stava crescendo in questa piccola città nel sud-ovest dell'Ohio, suo padre era un conciatore. Nella città principale della sua infanzia, Georgetown, la conceria si trovava proprio di fronte alla casa a due piani. I fumi della conceria si sarebbero diffusi nella camera da letto del secondo piano di Ulisse e lo trovò rivoltante. Non c'era niente che odiasse di più che lavorare in conceria, non solo a causa degli odori, c'erano i topi che correvano in giro. Era un'atmosfera molto vile. Questo lo lasciò con una schizzinosità permanente così che per il resto della sua vita non avrebbe mai potuto mangiare carne che nuotava nel suo stesso sangue o succhi. Ogni carne dovrebbe essere bruciata fino a renderla croccante. Ha detto che non avrebbe mai potuto mangiare la carne di qualcosa che camminava su due gambe. Era straordinariamente schizzinoso riguardo al cibo. Quelle erano avversioni infantili che non ha mai superato. Un po 'divertente per un uomo che è stato deriso come questo sporco macellaio, che era davvero così schizzinoso.

Brett McKay: Interessante. Parliamo di Grant. Va a West Point. Com'era da cadetto a West Point?

Ron Chernow: Beh, si dice spesso che fosse un disastro. Era davvero, direi, poco brillante. Si è laureato a metà della sua classe, 21 in una classe di 39. Non si è distinto in termini di tattica, artiglieria o cose del genere. La sua materia migliore era la matematica. In effetti, è molto divertente che la sua più alta ambizione quando si è laureato all'Accademia fosse quella di essere un assistente professore di matematica, non un professore ordinario di matematica, un assistente professore di matematica. Quello era il culmine della sua ambizione. Ma una qualità che mi ha davvero colpito quando stavo esaminando i suoi anni a West Point era che gli altri cadetti rispettavano il suo giudizio tranquillo. La gente veniva da lui per arbitrare le controversie.

È lì che ho iniziato a vedere il capo militare. La persona che è il centro calmo della tempesta, qualcuno che è noto per la sua correttezza, quasi per una sorta di temperamento giudiziario, e vedi il modo in cui gli altri cadetti lo rispettavano. Ci sono alcuni ragazzi che sono rispettati perché sono molto carismatici, o altri perché sono grandi atleti o molto dinamici. Non era il caso di Grant. Era una specie di virtù più silenziose che le persone coltavano. Questo anticipa davvero il modo in cui i suoi uomini hanno reagito a lui. Non ci furono flash e pavoneggiamenti su Grant come generale. Era solo competenza tranquilla e le persone rispettavano il suo senso di onestà e il suo senso di correttezza.

Brett McKay: Dopo essersi laureato a West Point, è andato a servire nella guerra messicana americana. Qual era la sua posizione lì? Cosa ha fatto?

Ron Chernow: Quell'esperienza è ... per quattro anni è stato in Texas, Louisiana e poi in Messico durante la guerra del Messico. Era estremamente importante per la sua formazione come generale perché era il Quarter Master. Lasciatemi dire un paio di cose sull'essere il Quarter Master. Il Quarter Master è la persona, in altre parole, che sta arrivando con tutte le provviste e le forniture. Questo è un addestramento perfetto perché diventa un maestro della logistica, dello spostamento di rifornimenti alle truppe. Quando si tratta della guerra civile, supervisionerà gli eserciti su un'area di 1.500 miglia. Il movimento delle truppe e del materiale e la padronanza dei rifornimenti saranno una componente molto importante per il suo successo come generale. Questa è una cosa.

L'altra cosa che mi è piaciuto ricercare quando si trovava effettivamente nella guerra messicana era che, come Quarter Master, non era obbligato a essere in nessun combattimento, che se avesse avuto una posizione dietro le linee, cosa che se avesse scelto di prendere avrebbe potuto evitare qualsiasi pericolo. Ma ha scelto volontariamente di essere in combattimento in ogni singola battaglia. Questo è il vero coraggio. Ci sono stati momenti in cui ha fatto cose straordinariamente audaci. A un certo punto erano a corto di munizioni e lui è salito a cavallo in questa città e ha cavalcato lungo il fianco del cavallo, il suo corpo a tracolla. Il cavallo stava correndo attraverso questi incroci dove è stato colpito dai messicani. Grant quasi come un cavaliere di rodeo, è sul lato opposto del cavallo, una specie di aggrappato alla parte superiore della sella.

Penso che mostri il suo coraggio e sviluppa anche questa conoscenza approfondita del modo in cui funziona un esercito. Grant era davvero qualcuno che conosceva l'esercito da cima a fondo.

Brett McKay: Ha avuto interazioni con qualcuno dei soldati confederati? In che modo questo lo ha aiutato più tardi durante la guerra?

Ron Chernow: Era assolutamente importante perché ciò che è interessante per chiunque abbia letto della guerra civile, tu leggi della guerra messicana, ed è lo stesso cast di personaggi. Lo stesso cast di personaggi, sia generali dell'Unione che Confederati, hanno tutti avuto la loro prima esperienza militare nella guerra del Messico. L'unica differenza è che i capi generali sono persone come Winfield Scott e Zachary Taylor che erano… Beh, non Winfield Scott, è stato coinvolto all'inizio della Guerra Civile ma non per molto. Ma le persone che sarebbero state i principali generali dell'Unione e Confederati nella guerra del Messico, il loro grado di Capitano Maggiore. Grant conosce Robert E. Lee. Lee era già major, quindi Lee era un po 'più vecchio e più in alto, e stava già facendo cose molto, molto impressionanti.

Penso che quell'esperienza sia stata assolutamente cruciale per Grant perché aveva una memoria superba. Aveva un inventario di tutti questi generali che più tardi lo avrebbero affrontato. Durante la guerra avrebbe ripetutamente fatto riferimento all'aver conosciuto questi generali confederati durante la guerra messicana, e che conosceva i loro punti di forza e di debolezza. Ci furono parecchie battaglie in cui il suo senso, particolarmente in certi casi, il suo senso della percepita incompetenza dei generali confederati lo resero più sicuro di sé e certamente più aggressivo. È stata un'esperienza molto importante.

Brett McKay: Quello che mi ha colpito Grant è stato che spesso le persone si lamentano di 'Oh, quest'anno al Ringraziamento', tutti dicevano 'Non parlare di politica al Ringraziamento'. Grant, il suo migliore amico, il suo testimone al suo matrimonio era il generale Longstreet. Suo padre era un ardente democratico, che all'epoca erano a favore della schiavitù. Come ha gestito Grant quelle divisioni, quegli scismi, politicamente nella sua vita personale?

Ron Chernow: Questa è un'ottima domanda perché Grant sta combattendo molto prima del fuoco su Fort Sumpter. Grant sta combattendo la sua guerra civile privata. È nato in una famiglia abolizionista, fortemente abolizionista in Ohio. Si sposa in una famiglia proprietaria di schiavi nel Missouri. È preso nel fuoco incrociato tra, da un lato, questo prepotente padre abolizionista e questo non meno prepotente schiavo che possiede il suocero. Grant, per sua stessa ammissione, non iniziò come un delirante abolizionista. Dopo tutto, si è sposato in una famiglia proprietaria di schiavi. Ma penso che abbia dato a Grant una comprensione della cultura del Nord e del Sud. Penso che si possa plausibilmente sostenere che il suo comportamento all'Appomattox Courthouse, dove quando Lee si arrende, Grant è molto magnanimo, che era qualcuno che comprendeva la psicologia del Sud così come del Nord. Potrebbe essere derivato dal fatto che nella sua vita personale, per molti anni, al tempo della guerra, era stato a cavallo di quella divisione Nord / Sud, lavoro libero / lavoro schiavo, quindi in un certo senso era la persona perfetta per quel momento.

Brett McKay: Quindi Grant ha avuto un ... non era poco brillante, ma semplicemente niente di eccezionale nella sua carriera militare nella guerra del Messico. Dopo la guerra del Messico, diventa un civile e cerca di mettere mano agli affari, ma non gli è andata molto bene.

Ron Chernow: Si. In primo luogo, è ancora nell'esercito regolare. È stato assegnato a una serie di guarnigioni di frontiera dove è un po 'solo e depresso. Comincia a bere. Non può stare con sua moglie e i suoi figli perché non può permetterselo. Viene espulso dall'esercito nel 1854 in un episodio di bevute, e poi torna a St. Louis. Lui e sua moglie Julia possiedono una proprietà che avevano ricevuto come regalo di nozze dal colonnello Dent, lo schiavo di Grant, proprietario del suocero. Grant cerca davvero di farcela con l'agricoltura, ma fallisce e non per mancanza di duro lavoro. È ridotto, intorno al 1857, a vendere legna da ardere agli angoli delle strade di St. Louis quando uno dei suoi vecchi compagni dell'esercito lo incontra e Grant sembra tutto spettinato e depresso. È sbalordito e dice: 'Grant, cosa stai facendo?' Grant dice: 'Sto cercando di risolvere il problema della povertà'. Quel Natale Grant deve impegnare il suo orologio per comprare regali per la sua famiglia. A quel punto sta davvero toccando il fondo. Grant non fu mai, mai fortunato negli affari prima della guerra.

Brett McKay: Sì, beh anche lui non è stato fortunato dopo e ne parleremo.

Ron Chernow: Esatto, sì, sì.

Brett McKay: Hai parlato del suo alcolismo. È qualcosa per cui è noto, che era solo un ubriaco. Com'era davvero il suo rapporto con l'alcol? Le voci erano esagerate o aveva davvero un problema con l'alcol?

Ron Chernow: Un certo numero di recenti biografie, ammirando biografie di Grant hanno sostenuto: 'Oh, la reputazione del bere è esagerata e quelle erano storie inventate da generali rivali maliziosi durante la guerra.' Ho scoperto, e ho studiato questo in grande dettaglio, che Grant era un vero alcolizzato. Aveva tutte le caratteristiche di un alcolizzato. Per sua stessa ammissione, non poteva bere un solo drink. Poi è diventato il secondo, il terzo e il quarto. Inoltre, secondo la descrizione di tutti, anche un solo bicchiere di alcol inizierebbe a insultare le sue parole e inciampare. Avrebbe subito questo cambiamento di personalità da un personaggio molto represso a un personaggio molto gioviale.

Penso che il motivo per cui c'è stata così tanta confusione su questo argomento è che ho scoperto che Grant aveva uno schema preciso di bere. Era un bevitore periodico. Era un bevitore incontrollato. Poteva andare anche per due o tre mesi senza toccare una goccia di alcol, solo per avere due o tre giorni di piega. Quando ho scoperto che non beveva mai alla vigilia di una battaglia, certamente non beveva mai durante la battaglia, ma aveva abbastanza controllo sul problema che dopo una grande battaglia, quando la tensione era tolta, avrebbe poi fatto una deviazione in un'altra città i suoi soldati non potevano vederlo, e allora si concedeva. Secondo Sherman, da questo potrebbe tornare profumato di fresco come una rosa.

C'erano molte persone che lavoravano a stretto contatto con lui che in tutta onestà dicevano: 'Non gli dico mai di toccare una goccia di liquore'. Ho scoperto il motivo, perché aveva abbastanza controllo da non vederlo in questi episodi.

Brett McKay: Potrebbe essere stato come un rilascio psicologico. Il ragazzo era super abbottonato, giusto?

Ron Chernow: Molto abbottonato, sì. Era una combinazione di qualcuno ... hai assolutamente ragione ... qualcuno che da un lato era molto ben abbottonato e dall'altra porta una pressione insopportabile. È più che un modo di dire dire che Grant portava sulle spalle il peso della nazione, in particolare degli altri generali dell'Unione. Tanti di loro si sono dimostrati incompetenti che dipendeva tutto da Grant. Prima che Lincoln portasse Grant a est nel marzo 1864, a est, nel teatro della guerra della Virginia, Grant era stato preceduto da cinque o sei miserabili fallimenti come generali. Stava affrontando una pressione tremenda. Ricorda, queste battaglie della Guerra Civile erano gigantesche e sanguinose, potevano arrivare fino a 100.000-150.000 uomini che andavano in battaglia. Le vittime potrebbero arrivare a migliaia o addirittura a decine di migliaia in alcuni casi.

Grant ha detto più tardi durante la guerra, poiché le persone erano impressionate durante la battaglia, avrebbe sparato a questi ordini, ma Grant dopo la guerra ha parlato del fatto che sapeva che ogni ordine che ha dato sarebbe andato a, per quanto successo fosse, sarebbe andato a portare alla morte di centinaia o migliaia di uomini e quanto possa essere paralizzante interiormente. Posso capire completamente perché qualcuno con la sua storia di alcolismo, o anche qualcuno che non ha la sua storia di alcol, desidera ardentemente il rilascio di quella tensione periodicamente.

Brett McKay: Come hai detto, quando è scoppiata la Guerra Civile, l'Unione, in realtà stava attraversando un periodo difficile contro la Confederazione, nonostante li superasse e li armasse. Cosa ha fatto Grant di diverso dai generali che erano in carica all'inizio che gli hanno permesso di iniziare ad avere queste vittorie?

Ron Chernow: Sì, è una domanda molto, molto buona perché penso che ... Prima di tutto a causa dei fallimenti prebellici di Grant. Penso che diventi all'inizio della guerra, colonnello e generale di brigata. Entro 10 o 12 mesi diventa il maggiore generale. Penso che Grant, a causa del suo fallimento prebellico, non abbia nulla da perdere e tutto da guadagnare in questa guerra solo da un punto di vista personale. Mostra velocità, flessibilità, audacia. È aggressivo ed è fiducioso nella sua aggressività. Lascia che ti dica solo alcune cose che William Tecumseh Sherman ha detto su Grant. Ovviamente Sherman era il comandante in capo di Grant e lo conosceva meglio. Ha parlato della semplice fiducia di Grant nel successo.

Ha detto: 'Non posso paragonarlo a nient'altro che alla fede di un cristiano nel Salvatore'. Grant ha sempre creduto che avrebbe vinto e che questo gli dava fiducia e gli dava la fiducia necessaria per essere aggressivo. Sherman ha anche detto che gli ha dato fiducia. C'era sempre un momento in ogni battaglia, diceva, in cui il risultato sembrava essere in bilico dove il comandante su entrambi i lati, che aveva la fiducia necessaria per attaccare, avrebbe vinto, e Grant era sempre quella persona. Sherman ha detto che Grant sembrava saperlo. Ha usato la parola, 'Divina l'ora', quando per contrattaccare il nemico.

Penseresti che questo potrebbe essere un tratto comune ai generali. Non era. C'erano molti generali, in particolare nell'esercito dell'Unione a est, si lamentavano, procrastinavano. Volevano solo addestrare, addestrare ed equipaggiare il loro esercito, ma non guidarli in battaglia. Hanno sempre pensato che più formazione avevano, meglio sarebbero stati. Grant aveva un atteggiamento molto diverso perché Grant si rendeva conto che ogni giorno, ogni settimana trascorsa dall'addestramento dei propri eserciti, il nemico rafforzava contemporaneamente i propri eserciti. Il ritardo non ha necessariamente funzionato a tuo favore. Non sei l'unico che stava rinforzando il tuo esercito.

Ci sono molte cose diverse. Penso anche che entriamo in un diverso tipo di discussione in termini di quando Grant diventerà il generale in capo nel marzo 1864. Ecco, penso che la risposta sia alcune cose. Numero uno, decide che tutti i vari eserciti dell'Unione hanno operato in teatri di guerra separati, indipendentemente l'uno dall'altro. Decide che li coordinerà e contemporaneamente lancerà eserciti su un'area di 1.500 miglia. Sta davvero supervisionando quattro eserciti distinti allo stesso tempo. Puoi farlo, non sarebbe stato possibile in nessuna guerra precedente, potresti farlo a causa del telegrafo e della ferrovia.

Ancora una volta, molto, molto importante il suo maestro della logistica risale a ciò di cui stavamo parlando prima di Grant come Quarter Master. Sherman ha detto, che contrastando Lee e Grant, Sherman ha detto che Lee avrebbe attaccato il portico anteriore, Grant avrebbe attaccato la camera da letto e la cucina. Non sono sicuro di cosa intendesse Sherman riguardo alla camera da letto, ma so cosa intendeva riguardo alla cucina, che avrebbero interrotto le tue scorte di cibo in modo che quando ha, durante l'ultimo anno di guerra, ha bloccato Lee in Richmond, Pietroburgo e Virginia. L'esercito di Lee è alimentato da cinque ferrovie e un canale. Grant interrompe sistematicamente tutte e cinque le ferrovie e il canale, facendo morire di fame Lee, e poi Lee è finalmente costretto a rinunciare a Richmond e Pietroburgo e fugge al tribunale di Appomattox dove Grant e Sheridan avevano circondato l'esercito di Lee e catturato, ed efficacemente porre fine alla guerra.

Brett McKay: Ci sono molti modi in cui Grant ha introdotto la guerra moderna che vediamo oggi.

Ron Chernow: Assolutamente, guerra moderna, sì. Sta sfruttando la tecnologia della guerra. È interessante notare che, quando divenne generale in capo nel 1864, molte delle conclusioni di Grant erano diventate anche le conclusioni di Lincoln. Il Nord aveva una superiorità nella manodopera e nella produzione, ma avrebbe funzionato solo se ci fossero stati attacchi simultanei sul lunghissimo fronte. Ciò che era accaduto prima, dal momento che il Sud aveva una popolazione più piccola, era che se un posto fosse stato attaccato dall'esercito dell'Unione, l'esercito confederato avrebbe quindi portato tutti questi rinforzi lì. C'era stato un altro attacco, poi avrebbero portato i rinforzi lì.

Ma Grant si rende conto che se attacchi entrambi quei luoghi contemporaneamente, nessuno dei due può rinforzare l'altro, allora improvvisamente il Sud inizierebbe a sentire la debolezza che aveva in termini di popolazione e capacità produttiva. Era un grandissimo stratega, e penso che l'immagine di lui proprio come un macellaio e ha lanciato decine di migliaia di giovani uomini contro il nemico. Non regge perché se guardi Virginia, tornando a Irvin McDowell e George McClellan, c'erano Joe Hooker, Ambrose Burnside, George Gordon Meade. Chi sto lasciando fuori? Giovanni papa. Avevano lo stesso vantaggio in termini di produzione della popolazione settentrionale. Non erano stati in grado di sconfiggere l'esercito confederato o Lee in Virginia.

Grant è stato in grado di farlo. Stava succedendo qualcosa di più che la semplice superiorità del Nord, la forza lavoro e il materiale.

Brett McKay: Hai detto prima che Grant è stato magnanimo quando Lee si è arreso. Era incondizionato, ma permise comunque a Lee e ai soldati confederati di mantenere una certa dignità e onore nel processo. Come hanno reagito Lee e il Sud in generale alla magnanimità di Grant?

Ron Chernow: Molto positivamente. Grant ha permesso ai soldati confederati di mantenere i loro cavalli e muli. Ha permesso agli ufficiali di tenere le armi da fuoco. L'esercito confederato stava davvero morendo di fame a quel punto. Ha emesso 25.000 razioni. La cosa più importante è che non permetteva ai suoi uomini di gongolare o addirittura di festeggiare in alcun modo. Si rifiutò di entrare a Richmond dopo la caduta di Richmond, anche se era la capitale della Confederazione. Detto a sua moglie Julia, ha detto: 'La sconfitta è già abbastanza amara per queste persone senza che io gliela lanci in faccia'. Era davvero di mente molto, molto alta. Divenne, almeno brevemente eroico nel Sud per la sua generosità perché prima di allora era stato lo spauracchio del Sud. Poi la gente ha visto quanto poteva essere gentile nella vittoria.

Non durò a lungo, non a causa di Grant, ma a causa della situazione che si sviluppò nel Sud quando ai neri fu data la cittadinanza, e con il 13 ° Emendamento, gli stessi diritti nel 14 °, e poi i diritti di voto sotto il 15 provocare un violentissimo contraccolpo nei bianchi.

Brett McKay: Parliamo della sua presidenza. Voleva davvero essere presidente, o questo era un altro esempio di Grant che passivamente è stato coinvolto in qualcosa contro la sua volontà?

Ron Chernow: Penso che fosse un po 'entrambe le cose. Penso che Grant sia sempre stato più ambizioso di quanto volesse ammettere. Dopotutto, Sherman lo avvertiva costantemente, Sherman pensava che i modi di Washington fossero malvagi e avvertiva sempre Grant di non andare a Washington, di non essere attratto dal mondo politico. Questo era qualcosa che Grant fece volentieri. Penso che si sia anche reso conto che la sua attrattiva politica era maggiore se sembrava essere l'eroe timido e modesto, che aveva un grande elemento di realtà. Grant è un po 'trascinato, ma Grant ha un modo di essere lì per essere trascinato in un modo che mostra che è molto in sintonia con ciò che gli sta accadendo. Era il grande eroe della guerra, quindi ha occupato questo posto speciale. Penso che sia qualcosa che voleva. Questo accade con tutti i presidenti una volta in carica, hanno avuto un assaggio del potere, si sono abituati a stare alla Casa Bianca e sono tutti molto riluttanti a rinunciarvi.

Brett McKay: Qual era il suo stile di leadership come presidente? Ha provato a portare avanti quella leadership in stile militare o è stato in grado di adattarsi?

Ron Chernow: Sì, una storia interessante, soprattutto perché abbiamo un presidente che non era mai stato eletto prima, anche se Grant aveva molta più esperienza nei modi di Washington perché era stato generale in capo. È stato generale in capo nel dipartimento della guerra a Washington dopo la guerra per un anno. Per un po 'ha anche agito come Segretario alla Guerra, quindi non era un estraneo come quello che, diciamo, Trump è per la Casa Bianca. Tuttavia, ha commesso molti errori per sua stessa ammissione perché il suo stile durante la guerra come comandante era stato molto, molto riservato. È stato piuttosto intuitivo e impulsivo. Quello che all'inizio non fa, con suo rimpianto successivo, non consulta abbastanza le persone, non controlla i suoi incaricati, fa molti errori in termini di nomina delle persone.

Ma penso che ci sia stata una curva di apprendimento. Certamente fa meglio col passare del tempo. Penso che una chiara debolezza della sua presidenza sia nell'area delle nomine, sebbene ci fossero alcune persone davvero eccezionali che ha scelto, Hamilton Fish, che ha servito per tutti gli otto anni come Segretario di Stato è, penso, uno dei davvero grandi Segretari di Stati nella storia americana. Amos Akerman, che è il suo procuratore generale, e dalla Georgia porta 3.000 capi d'accusa contro il Ku Klux Klan e schiaccia il Klan nel sud. C'erano altri esempi di risultati davvero importanti da parte dei suoi incaricati.

A volte non era così caricaturale che si trattasse di un'amministrazione completamente guidata da amici, anche se c'era un elemento di ciò. Ma come dicevo prima, non è tutta la storia della sua presidenza. Di conseguenza, nel 1948, uno storico della Virginia fece un sondaggio tra gli storici presidenziali americani e classificarono Grant al secondo posto dal basso. Dissero che solo Warren Harding dei primi anni '20 era peggio. Il sondaggio più recente, Grant è salito al numero 22, il che lo colloca esattamente a metà strada. Penso che aumenterà. Non penso che sia un grande presidente del calibro di un Washington o di un Lincoln, ma penso solo che sia un presidente importante, nonostante i difetti della sua amministrazione.

Brett McKay: Parliamo di alcuni dei suoi successi come presidente. Abbiamo parlato della corruzione. Penso che tu sottolinei bene il libro che se ci fosse un'altra persona oltre a Grant, probabilmente ci sarebbe stata comunque la corruzione perché era l'età dell'oro, il governo si era espanso, eccetera.

Ron Chernow: Sì, era un'epoca corrotta e c'era stata anche un'enorme espansione del governo federale a causa della guerra. C'erano innumerevoli opportunità di accaparramento e Dio sa che le persone ne hanno approfittato. C'era stata molta corruzione nella precedente amministrazione di Andrew Johnson. C'era stata anche molta corruzione sotto Abraham Lincoln. Il governo federale si espanse notevolmente dopo la guerra, con un'enorme quantità di corruzione in atto a Washington, e anche a livello statale e locale. Grant, giustamente o erroneamente viene associato a questo. Direi a torto nella misura in cui Grant stesso non era personalmente corrotto. Non ha mai perdonato la corruzione. In effetti, ha perseguito con determinazione la corruzione nella maggior parte dei casi. Come accade quando qualcosa è sul tuo orologio, rimani bloccato con esso.

C'è un caso, questa cosiddetta indagine del Whisky Ring, in cui i produttori di whisky tradivano il governo sui ricavi che dovevano. Uno dei confederati di questa cospirazione era un uomo di nome Orville Babcock che aveva lavorato per Grant per 14 anni, che era effettivamente il suo capo di stato maggiore. Grant è completamente cieco a quanto sia privo di scrupoli questo ragazzo al punto in cui ... un grave errore, Grant si offre di sedere per una deposizione a favore di Babcock. Viene presa e Babcock viene assolto. Questo è il luogo in cui Grant supera chiaramente il limite.

Ma anche lì, ha finito per portare ... l'amministrazione ha portato 350 incriminazioni contro il Whisky Ring. Grant avrebbe perseguito. Infatti, aveva detto all'inizio di quell'indagine, aveva fatto questa famosa affermazione secondo cui nessun colpevole sfugge. Il record di Grant con gli scandali non è eccezionale, ma ci sono alcune caratteristiche utili.

Brett McKay: Quali pensi siano i suoi successi? Cosa pensi che la gente dovrebbe sapere della sua presidenza?

Ron Chernow: Beh, penso che in termini di questioni che persistono dalla guerra civile, ci siano dei successi. Ritiene che i successi della guerra siano la conservazione dell'Unione, l'abolizione della schiavitù. Penso che il suo grande risultato sia che si sente una responsabilità personale per la salvaguardia dei quattro milioni di afroamericani che erano stati ridotti in schiavitù, che ora non solo sono liberi ma sono cittadini americani a pieno titolo. Migliaia di loro furono assassinati nel sud dal Klan. Grant schiaccia il Klan. Penso che sia il grande risultato della sua amministrazione.

Ma ce ne sono altri meno conosciuti. C'è una grande disputa con l'Inghilterra che avrebbe potuto facilmente portare alla guerra per qualcosa chiamato Alabama Claim. L'Alabama era una nave durante la Guerra Civile, equipaggiata nei cantieri navali dell'Unione, e aveva predato le spedizioni dell'Unione durante la guerra. Dopo la guerra, il governo federale vuole un risarcimento importante dal governo britannico per i raid. Invece di entrare in guerra per la questione, Grant e il suo Segretario di Stato, Hamilton Fish, hanno aperto la strada a qualcosa di nuovo di zecca. Hanno presentato all'arbitrato internazionale. Non solo gli Stati Uniti ottengono molti soldi dall'arbitrato internazionale, ma la guerra viene evitata e hanno stabilito un nuovo modo di affrontare i conflitti internazionali. Una specie di risultato importante.

Grant fa davvero i primi passi fermi, avrebbe dovuto andare oltre, ma fa i primi passi fermi verso la riforma della pubblica amministrazione. Compie notevoli sforzi per ripulire la corruzione nelle riserve indiane, sebbene l'intera storia di ciò che accade ai nativi americani durante l'amministrazione di Grant alla fine non è carina, anche se le intenzioni di Grant erano molto buone. Risultato importante e importante di cui sono rimasto davvero sbalordito, Grant nomina centinaia e centinaia di neri a cariche pubbliche, tra cui abbiamo un ambasciatore nero ad Haiti e in Liberia, i primi diplomatici neri. Anche se dalla guerra aveva la reputazione di essere antisematico, nomina probabilmente più ebrei a cariche pubbliche di tutti gli altri presidenti del XIX secolo messi insieme.

Anche il suo primo commissario per gli affari indiani, Eli Parker, è un indiano Seneca Sachem. Parliamo di diversità adesso, sembra che Grant sia stato quasi colui che l'ha inventata. In effetti, Fredrick Douglas, che era un visitatore abituale della Casa Bianca, disse durante le elezioni del 1872, disse che Grant era stato 'il protettore fermo, saggio, vigile e parziale della mia razza', e contava in un solo dipartimento Grant aveva nominato 250 neri in carica. Il suo record di nomina è stato davvero eccezionale in termini di gruppi che erano stati esclusi dai lavori federali prima.

Brett McKay: Com'era la vita di Grant dopo la presidenza? Ancora stoico e figo come sempre, o è diventato più espressivo? Cosa ha fatto nei suoi ultimi anni?

Ron Chernow: Beh, lo ha fatto. Ha fatto qualcosa di molto, molto interessante. Ha sempre avuto voglia di viaggiare, e così ha fatto un giro del mondo che è durato due anni e quattro mesi. Ha incontrato ogni capo di stato, ogni re, regina, imperatore, presidente, primo ministro, lo chiami, Grant li ha incontrati. È davvero pioniere di un ruolo nuovo di zecca per la post-presidenza perché si incontra con questi capi di stato e sta avendo delle discussioni politiche serie. Comincia a dedicarsi a un certo freelance per la sua diplomazia, in realtà arbitrando una controversia su un'isola offshore tra Giappone e Cina. Nessun ex presidente aveva mai fatto niente del genere. Siamo molto più abituati oggi, a ex presidenti che vanno in Medio Oriente per monitorare le elezioni o cose del genere.

Quando Grant faceva queste cose, era completamente inaudito. Grant era sempre stato molto, molto timido nel parlare in pubblico. Il suo discorso tipico era come un discorso di 60 secondi. Si alzava e scherzava sul fatto che non poteva tenere un discorso, e poi si sedeva. Ebbene, all'improvviso, alla sua prima tappa dei tour in Inghilterra, a Liverpool, Manchester e in altri luoghi, arrivano 100-200.000 persone. Grant all'improvviso è costretto a fare discorsi e scopre di essere un ottimo oratore, come tutto ciò a cui ha pensato. Ha finito per farlo bene e goderselo di più.

Il viaggio intorno al mondo è stato per lui un grande trionfo, ed è stato ampiamente riportato dalla stampa quello che stava succedendo. Gli americani si sentivano molto orgogliosi mentre andava in giro per il mondo incontrando questi capi di stato. La sua reputazione continua a crescere durante il viaggio al punto che quando torna negli Stati Uniti, decide che farà una corsa per essere nominato una terza volta dal partito repubblicano a Chicago. Lo fa quasi. Perde piuttosto strettamente contro James Garfield. Ma ci è quasi riuscito.

Brett McKay: Proprio come ha sperimentato un fallimento aziendale all'inizio della sua vita, ha avuto anche solo una grave battuta d'arresto negli affari più tardi nella sua vita.

Ron Chernow: Oh dio sì. È stato vittima di uno schema piramidale e l'incredibile ingenuità di Grant non lo abbandona mai. Circa tre o quattro anni prima di morire, entra in una società a Wall Street con un giovane di nome Ferdinand Ward, che è stato celebrato come il giovane Napoleone della finanza. Grant immaginava che grazie alla magia finanziaria di Ward lui, Grant, valesse diversi milioni di dollari, che oggi sarebbero molti milioni di dollari. Poi si sveglia una mattina del 1884 e scopre che invece di valere diversi milioni di dollari, vale esattamente 80 dollari, che tutti i profitti erano fittizi e Ward, come Bernie Madoff, aveva gestito un grande schema Ponzi. Tutti i profitti erano fittizi.

Più o meno nello stesso periodo, a Grant viene diagnosticato un cancro alla gola e alla lingua, che è un modo molto atroce di morire. Aveva sempre detto che non avrebbe mai scritto le sue memorie della guerra civile. Ha pensato che fosse pretenzioso. Ma ora ha paura, sta morendo di cancro, quando muore aveva paura che sua moglie Julia sarebbe rimasta indigente, quindi accetta di scrivere le sue memorie. Diventano il grande bestseller del XIX secolo e sono considerati il ​​classico memoriale militare nelle lettere americane.

Brett McKay: Mark Twain è stato l'editore di quello.

Ron Chernow: Sì, Mark Twain scopre che Grant stava per firmare un contratto con la Century Publishers. Twain lo scopre e scopre che le persone del Century hanno offerto a Grant il 10% di royalty, che secondo Twain è criminale. Va da Grant e dice che darà a Grant una royalty del 20%, o il 70% dei profitti. Grant finisce per ottenere il 70% dei profitti e Twain non è suo ... Twain è davvero il suo editore. Twain ha detto che il suo coinvolgimento ruotava intorno a questioni relativamente banali di grammatica e punteggiatura. Le memorie sono scritte così brillantemente che le persone fino ad oggi sono convinte che Mark Twain sia stato il ghostwriter, che sicuramente Ulysses S. Grant non avrebbe potuto scriverlo.

Sono andato alla Library of Congress mentre stavo facendo le ricerche e ho chiesto che mi fosse permesso di guardare ogni pagina del manoscritto. Quasi tutto è effettivamente scritto a mano di Grant, tranne che alla fine si può vedere che ci sono alcuni paragrafi che Grant aveva dettato, e sono nelle mani del figlio di Grant o del suo stenografo. Ma Twain non lo scrisse, e francamente Twain non avrebbe potuto imitare lo stile di Grant più di quanto Grant avrebbe potuto imitare lo stile di Twain. Grant si era sempre vantato della sua scrittura. Si vantava di scrivere tutti i suoi ordini in tempo di guerra. Era orgoglioso di scrivere tutti i suoi discorsi e documenti come presidente. Per le persone che lo conoscevano, il trionfo letterario delle memorie non fu una grande sorpresa come avrebbe potuto essere per il pubblico in generale.

Brett McKay: Tu descrivi, proprio come ha affrontato stoicamente la battaglia e altro, Grant ha fatto questo stoicamente. Aveva molto dolore con questo cancro alla gola. C'è una foto nel libro di lui seduto su una sedia di vimini, avvolto in una coperta, e puoi dire che probabilmente soffre molto ma sa che deve farlo prima di morire.

Ron Chernow: Oh assolutamente sì. È seduto lì tutto ... berretto di lana in testa, e ha una sciarpa al collo. La gente diceva che il tumore che si gonfiava sul lato del collo aveva le dimensioni di una palla da baseball o di un pompelmo. L'uomo ha un dolore atroce. Disse che semplicemente ingoiando un bicchiere d'acqua, la sensazione era come ingoiare un bicchiere di piombo fuso. Questo è un modo raccapricciante di morire. Quello che ha finito per fare, è stato un grande coraggio, è stato che ha scoperto che ogni volta che beveva un bicchiere d'acqua o mangiava, che il dolore sarebbe stato terribile e avrebbe dovuto prendere antidolorifici, oppiacei. Avrebbero annebbiato il suo cervello. Ogni giorno cercava di stare quattro o cinque ore senza mangiare o bere nulla, solo in modo che la sua mente fosse completamente lucida per la scrittura.

Ha scritto questo durante l'ultimo anno della sua vita, in grande dolore, sapeva che stava morendo ed è riuscito a produrre un libro con più di 300.000 parole di prosa scintillante. È un risultato straordinario. La cosa bella di scrivere di Grant, e spero che le persone leggano il libro, è che continua a sorprendervi per quello che ha fatto. A volte ti ha sorpreso perché continua a fare certi errori ancora e ancora, ma continua a crescere diventando una figura molto più grande e più ricca per tutta la vita.

Brett McKay: Cosa rimane interessante di Grant ai nostri giorni? Come lei ha accennato, a un certo punto è stato elencato vicino alla fine dei Presidenti, ora si sta alzando. Cosa pensi che stia succedendo lì?

Ron Chernow: Penso che quello che sta succedendo sia ... Amo una battuta che Walt Whitman ha detto su Grant. Ha detto: 'Niente di eroico eppure il più grande eroe'. Penso che ciò che intendeva con questo fosse che Grant era il tipo di eroe che non cerca di essere eroico. Stava solo tenendo la testa bassa. Nel suo modo pacato e determinato, facendo il suo dovere patriottico. Nel fare ciò, è diventato eroico, ma non è stato guidato, come lo sono molte grandi figure della storia, non è stato guidato dalla sete di fama, o potere, o fortuna, o qualsiasi di queste cose. La fama, il potere, la fortuna, quelle cose erano una specie di sottoprodotto del suo dovere militare o del suo dovere patriottico.

Questo è una specie di senso dell'onore, della modestia, dell'integrità e del patriottismo, purtroppo scarseggiava nel mondo politico moderno, che è un mondo di abilità nella vendita e di auto-promozione, tutto il tempo. Lo otteniamo dalla Casa Bianca, ma non è affatto limitato alla Casa Bianca. È un po 'lo stile del mondo in cui viviamo. Penso che ci sia qualcosa di molto, molto avvincente. Quella storia di Ulysses S. Grant, proveniva da una piccola città, un uomo modesto e discreto il cui credo era essenzialmente: 'Lascerò che le mie azioni parlino da sole. Non mi promuoverò sempre. ' Da quando era giovane, ha sempre voluto essere riconosciuto per se stesso, piuttosto che dirti quanto fosse meraviglioso. Voleva che tu vedessi quanto era meraviglioso e lasciasse che le sue azioni parlassero da sole.

Brett McKay: Era un antidoto al mondo dei social media. Bene, Ron, questa è stata un'ottima conversazione. Grazie mille per il tuo tempo. È stato un vero piacere.

Ron Chernow: Oh, mio ​​piacere. Grazie mille per avermi invitato nel tuo podcast.

Brett McKay: Il nome del mio ospite è Ron Chernow. È autore di alcune delle biografie più influenti. Il suo ultimo è Grant. È disponibile su amazon.com e nelle librerie ovunque. Puoi anche trovare le nostre note sul programma su aom.is/grant, dove puoi trovare collegamenti a risorse in cui puoi approfondire questo argomento.

Bene, questo conclude un'altra edizione del podcast The Art of Manliness. Per suggerimenti e consigli più virili, assicurati di controllare il sito web di The Art of Manly su artofmanliness.com. Se ti è piaciuto questo spettacolo, ne hai ricavato qualcosa, ti sarei grato se dedicassi un minuto a darci una recensione su iTunes o Stitcher. Aiuta molto. L'hai già fatto? Grazie, per favore condividi lo spettacolo con i tuoi amici. Il passaparola è come questo spettacolo cresce. Come sempre, grazie per il vostro continuo supporto. Alla prossima, questo è Brett McKay che ti dice di rimanere virile.