Podcast # 161: Trasformare i ragazzi in uomini - Il potere del mentoring

{h1}


Jareem Gunter aveva una promettente carriera nel baseball davanti a sé, ma la vita gli ha gettato una palla curva che ha messo fuori gioco i grandi campionati. Invece di crogiolarsi nell'autocommiserazione, ha deciso di iniziare a fare da mentore ai bambini piccoli, in particolare ai giovani a rischio. Il suo lavoro quotidiano con questi giovani ha ispirato Jareem a scrivere The Man Book. È una guida completa per diventare un uomo migliore, piena del tipo di suggerimenti e intuizioni che i giovani uomini dovrebbero sentire dai loro padri, ma non sempre vengono insegnati. Oggi sul podcast Jareem e io discutiamo delle sfide che i giovani uomini devono affrontare oggi, delle abilità umane e del tutoraggio.


Mostra momenti salienti

  • Come l'esperienza di Jareem nel fare da mentore a giovani uomini a rischio ha portato alla creazione di The Man Book
  • Le sfide più grandi che i giovani uomini devono affrontare oggi
  • Perché aiutare i ragazzi a diventare uomini inizia con l'insegnamento loro di responsabilità e responsabilità
  • I tre livelli di come le persone si avvicinano alla vita
  • Perché diventare un uomo migliore spesso inizia con la vulnerabilità (cioè ammettere di non avere capito tutto)
  • Come non lasciare che il passato ti definisca
  • Come interrompere il ciclo di terribili paternità nella tua famiglia
  • Come il sogno di Jareem di giocare a baseball professionista è stato deragliato e come si è ripreso da quella battuta d'arresto
  • Perché e come iniziare con il mentoring
  • E altro ancora!

L

The Man Book è stato originariamente scritto per i giovani mentori Jareem, quindi è un regalo perfetto per i ragazzi delle scuole medie e delle superiori. Ma ha anche alcuni grandi promemoria per noi veterani che siamo a lungo nel dente. Puoi ritirare una copia su TheManBook.org.


Ascolta il podcast! (E non dimenticare di lasciarci una recensione!)

Disponibile su itunes.

Disponibile su cucitrice.


Logo Soundcloud.



Pocketcast.


Google Play podcast.

Logo Spotify.


Ascolta l'episodio in una pagina separata.

Scarica questo episodio.


Iscriviti al podcast nel lettore multimediale di tua scelta.

Trascrizione

Brett McKay: Brett McKay qui. Benvenuti a un'altra edizione del podcast Art of Manliness. Qualche tempo fa, ho ricevuto un'e-mail da un lettore di Art of Manliness. Il suo nome è Jareem Gunter. Fa molto da mentore per i giovani a rischio nella zona di Oakland. Stiamo parlando di giovani uomini in povertà che sono a rischio di criminalità e simili. Stava lavorando a un libro diretto a questi giovani uomini. Mi ha chiesto di contribuire con qualcosa. Riguarda le abilità che un ragazzo dovrebbe imparare che molti di questi giovani non stavano imparando perché non avevano papà. Quel libro è diventato 'The Man Book'. È uscito adesso.


Ne parleremo oggi ma, nel podcast, ho parlato con Jareem del mentoring o dell'essere un mentore per i giovani uomini, perché è così importante, cosa puoi fare per diventare un mentore per altri giovani uomini e perché , anche se sei un uomo adulto, sui 30, 40 o 50 anni, dovresti trovare dei mentori nella tua vita che ti aiutino a diventare il meglio di te stesso. Inoltre, parliamo solo del contenuto di 'The Man Book', un sacco di cose fantastiche su come diventare responsabili, ritenersi responsabili. Parliamo di come affrontare battute d'arresto e fallimenti. Parliamo di un'enorme battuta d'arresto che Jareem ha avuto mentre era al college che ha infranto i suoi sogni di baseball professionistico, un podcast davvero interessante con molti ottimi take-away. Senza ulteriori indugi, Jareem Gunter e 'The Man Book'. Jareem Gunter, ...

Jareem Gunter: Sì.

Brett McKay: ... benvenuto allo spettacolo.

Jareem Gunter: Grazie.

Brett McKay: Hai questo libro intitolato 'The Man Book'. Mi hai chiesto di farne parte, cosa che ne sono stata davvero onorata. Ci arriveremo. Ne parleremo tra poco, ma prima di arrivarci, parliamo di cosa ti ha portato a scrivere il libro. Hai un background davvero interessante perché sei un ragazzo giovane. Cosa hai sui trent'anni, immagino, ...

Jareem Gunter: Si. Penso di essere giovane.

Brett McKay: ... ma hai passato la maggior parte della tua vita adulta a fare da mentore ai giovani uomini. Stiamo parlando dei ragazzi delle superiori.

Jareem Gunter: Sì.

Brett McKay: Quali sono i problemi più grandi che hai riscontrato nella vita dei giovani con cui hai lavorato? Parla di più del tipo di giovani con cui hai lavorato.

Jareem Gunter: Il tipo di giovani con cui lavoro di solito sono i giovani delle città. La maggior parte di loro sarà di origine nera e latina. Ho pensato che fosse davvero importante rappresentare quelle culture a causa della lotta di cui molte di loro hanno fatto parte. Il problema più grande che vedo con i giovani uomini è solo una mancanza di fiducia in se stessi. Penso che sia dovuto al supporto che li circonda. È solo una mancanza di fiducia in se stessi. È così basso che a volte fanno tutto il necessario per far credere agli altri ciò che vogliono creare su se stessi.

Brett McKay: Ti ho preso. Pensi che la mancanza di fiducia in se stessi derivi dal non avere padri? È la povertà? Non c'è quella rete di supporto lì?

Jareem Gunter: Si. In realtà credo che sia questa la sfida che devono affrontare. Penso che vadano a ogni gara. Penso che alcuni degli argomenti che tocco nel libro riguardino ogni singola gara. I giovani con cui ho lavorato non riguardano principalmente la razza. Riguarda più la cultura e la povertà in cui sono cresciuti. Molto quella povertà si basa sul non avere un padre intorno. Non conosco esattamente le statistiche, ma so che quando c'è solo una famiglia monoparentale o un reddito in arrivo, è meno probabile che la famiglia abbia successo.

Certo, molte persone ce l'hanno fatta, ma alcune persone non sanno come farlo. Stanno lottando. I bambini ei giovani di quelle famiglie devono caricarsi un sacco di fardelli. Stanno cercando di fare qualcosa, mostrare qualcosa e creare qualcosa che non sanno davvero come fare.

Brett McKay: Esattamente.

Jareem Gunter: Dico sempre alla gente: 'Se non ti è mai stato mostrato qualcosa, come impari a farlo?' Quando ero piccolo giocavo a baseball. Se mio padre non mi avesse mai mostrato come si gioca a baseball, come potrei sapere come si gioca a baseball?

Brett McKay: Avere quel papà in giro, nemmeno per mostrarti in modo specifico, siediti e ti mostri, 'Ehi figliolo, è così che lo fai', ma fai solo il modello. Da bambino impari molto attraverso l'osmosi.

Jareem Gunter: Dico alle persone tutto il tempo, dico: 'Per me come uomo, ogni bambino con cui vengo in contatto, devo assicurarmi che un bambino mi stia guardando.' Qualunque cosa faccia, mi comporto come se un bambino mi stesse guardando. Non voglio fare niente che non vorrei che anche un giovane uomo o una giovane donna vedessero. Cerco di assicurarmi di vivere la mia vita in un'area in cui qualcuno possa guardarmi e imparare da me. Attualmente ho un figlio di due anni, ma anche prima che nascesse, avevo ancora molti giovani con cui ero legato. Volevo essere sicuro di mostrare loro un modello di come camminare, come parlare e come fare certe cose.

Brett McKay: Diventare papà ti rende sicuramente più consapevole di come ti comporti perché ti rendi conto che ... Mio figlio ha cinque anni. Non pensi che stiano guardando, ma lo sono perché ha fatto cose del tipo 'L'ho fatto'. L'unico posto in cui ha imparato a farlo, è stato da me.

Jareem Gunter: Esattamente.

Brett McKay: Non mi sono seduto e gli ho insegnato come farlo.

Jareem Gunter: Molte volte non sappiamo nemmeno che ci stanno guardando. Ad esempio, odio ... Sarà terribile. Lo odierai ma io odio le verdure. Odio le verdure. Mangio la mia carne ma non mangio le verdure come dovrei. Mio figlio ha due anni, Bow non mangia le sue verdure. Lo sto guardando come, 'Perché non mangi le tue verdure?' Sto iniziando a rendermi conto che forse vede suo padre che non mangia le sue verdure. Gli dico sempre di mangiare le sue verdure ma è solo perché lui guarda e vede cosa faccio.

Brett McKay: Probabilmente sta guardando.

Jareem Gunter: All'inizio del libro parlo di un giovane. Questo è il motivo per cui ho scritto il libro. Ho portato questi giovani uomini a vedere un oratore motivazionale. Non so se sai chi sia Tony Robbins, ma li ho portati a vedere Tony Robbins. Siamo in una stanza d'albergo. Stiamo ascoltando la musica. Uno dei giovani stava parlando di come suo padre vive in realtà a un isolato da lui. Fondamentalmente, nel mio programma, lo avevo nel mio programma. Avevo suo fratello.

Suo fratello viveva con suo padre. Suo fratello veniva al programma ogni sabato e diceva: 'Ehi, papà mi ha detto di salutarti'. Il ragazzo aveva 18 anni. Ha detto: 'Non capisco perché mio fratello mi dice sempre che mio padre saluta. Perché non può chiamarmi? Vive solo a un isolato da me. ' Dice: 'Ho 18 anni. Non so come legare una cravatta. Non so come parlare con una giovane donna. Semplicemente non so come fare le cose che sento che un padre dovrebbe insegnare a un figlio. Tutto quello che so sono tutti quelli che mi hanno mostrato nel mio quartiere come fare queste cose da uomo. Non le fanno nel modo giusto. '

È stato allora che ho detto: 'Cosa posso fare? So che il mio ruolo è quello di essere il mentore di questi giovani uomini, ma cosa posso fare per aiutare altri giovani a superare quel gobbo di imparare come affrontare la perdita di un padre o semplicemente ricevere quel consiglio di virilità da qualcuno? ' Ecco perché il libro è stato creato.

Brett McKay: Gotcha. Ora 'The Man Book' è fantastico perché contiene molte splendide foto. È disseminato di diverse abilità umane che i papà dovrebbero insegnare ai loro figli, ma tu inizi dal libro ...

Jareem Gunter: Grazie.

Brett McKay:… Parlando di responsabilità e responsabilità. Perché?

Jareem Gunter: Mm-hmm. Il motivo per cui ho iniziato è perché sento che gli uomini in generale hanno un problema con la responsabilità. È sempre colpa di qualcun altro quando facciamo certe cose. Non è colpa mia, ma è sempre colpa di qualcun altro. Responsabilità significa lasciare che le tue azioni superino le tue scuse. Nel libro ho parlato di tre fasi di responsabilità. All'inizio si assume la responsabilità. Durante esso sta potenziando te stesso. Dopo, sta accettando la responsabilità personale.

Brett McKay: Gotcha. Come può un uomo sviluppare più responsabilità e responsabilità nella sua vita. Anche io ho notato me stesso, lo farò anche io. Succede qualcosa di sbagliato. Allora darò la colpa a qualcos'altro. Dico: 'Probabilmente dovrei fare un passo avanti e prendere ...' Anche se un uomo ha 20 o 30 anni, cosa può fare per sviluppare una maggiore responsabilità nella propria vita? Si tratta di ottenere un gruppo di amici che li ritenga responsabili? Si tratta solo di ritenersi responsabili?

Jareem Gunter: Penso che in realtà sia tutto combinato in uno. È avere un compagno che ti rende responsabile. Si tratta di avere amici che ti ritengono responsabile e anche te stesso. Penso che la parte più importante sia ritenersi responsabili perché so che se faccio qualcosa o anche se non faccio qualcosa, se sono una parte di qualcosa, allora è mia responsabilità dare la mia parte. So che nel libro di cui parlo se siete in un gruppo, in un gruppo di studio e avete tutti un certo progetto in corso e la persona nel vostro gruppo non fa una certa parte. Poi finisci per non fare neanche la tua parte.

Allora devi prendere una F. Allora ti arrabbi. Dici: 'Non hanno fatto la loro parte. Ecco perché abbiamo fallito ', ma devi renderti conto che anche tu non hai fatto la tua parte. Non hai anche svolto la parte al livello in cui avrebbe dovuto essere. Devi assumerti la responsabilità delle tue azioni in ogni aspetto della tua vita. Penso che sia davvero importante per i giovani uomini perché mentre stiamo crescendo, proprio come i bambini. Dicevo i due di mio figlio. Potrebbe fare qualcosa. Il nome di mio figlio è Josiah. Dirò: 'Giosia', tornando alle verdure, 'hai mangiato le tue verdure', lui dirà di sì, sapendo che non ha mangiato le sue verdure.

Sto pensando a come fa un bambino che ha già due anni a imparare a mentire e impara già a non essere responsabile? Penso che sia ereditato. Proprio come i giovani, in quanto adulti, non ci assumiamo la responsabilità delle nostre azioni. Adulti, nonni, tutti, molte persone non si assumono responsabilità. Penso che sia enorme nel nostro mondo oggi ed essere responsabile delle cose di cui fai parte.

Brett McKay: Gotcha. Tu vai avanti. Ho pensato che fosse davvero interessante. Parli di tre approcci o tre livelli di come le persone si avvicinano alla vita. Puoi parlare di quali sono questi livelli?

Jareem Gunter: Sì. I livelli sono survivalist, successo e significato. Penso che la maggior parte delle persone, nella vita, voglia di avere di più il numero tre, ma lo vogliono mentre ottiene il numero due. Vogliono farlo in modo significativo ma vogliono ottenerlo mentre ottengono successo. Se stai ottenendo successo ma non sei significativo, a volte le persone possono affrontarlo o se sei significativo ma poi sei al verde e non hai soldi, dici 'Cosa sta succedendo ? ' Penso che l'obiettivo sia come creare tutto questo in uno?

Brett McKay: Gotcha. Giusto per chiarire, il sopravvissuto è che stai solo cercando di cavartela nella vita, ...

Jareem Gunter: Sì.

Brett McKay: ... ossa nude e necessità. Quando parliamo di successo, parliamo principalmente di successo finanziario?

Jareem Gunter: No, stiamo parlando di tutti i tipi di successo, ma solo di vivere una vita comoda.

Brett McKay: Allora il significato, immagino, è vivere una vita piena di significato o avere uno scopo più ampio e lasciare un'eredità.

Jareem Gunter: Esatto, vivere con uno scopo. Nel libro parlo di quattro passaggi che devi compiere per ottenere una vita significativa e effettivamente per creare tutti e tre. Se perdi anche solo uno di questi passaggi, è difficile creare quella vita significativa che vuoi creare. I passaggi sono passione, fiducia, obiettivo e stile di vita. Quello che intendo per passione è che prima che tutto inizi, devi appassionarti a qualcosa. Come dicevo, al college giocavo a baseball. La mia passione era essere il miglior giocatore che potevo essere. Avevo una passione per il baseball. Quando ho scritto questo libro, avevo una passione per cambiare i giovani.

In realtà è pazzesco. Sto andando fuori tema ma il libro era per i giovani e i giovani che sono cresciuti senza un padre, ma il feedback che ho ricevuto dalle persone è che questo libro è stato utile a tutti gli uomini, non solo ai giovani che Pensavo di scrivere il libro per ma è stato benefico per tutti gli uomini e anche per alcune donne che stanno cercando di saperne di più su come dovrebbe comportarsi un uomo. Questa è solo una nota a margine, ma la passione riguarda ciò che il tuo cuore desidera veramente? La fiducia è enorme perché quando hai fiducia in te stesso, anche le altre persone credono in te.

Quando intendo fiducia, non intendo presuntuoso. Voglio dire che credi davvero che la tua passione sia importante. Hai la certezza che ciò che ti appassiona è utile per qualcun altro. Quando uso gli obiettivi, parlo di obiettivi intelligenti. So che a scuola si parla sempre di obiettivi intelligenti, che sono specifici, misurabili, raggiungibili, realistici e tempestivi. Hai questi obiettivi che devi creare e scrivere i tuoi obiettivi che si basano sulla tua fiducia e sulla tua passione. La parte più grande che mi sento è lo stile di vita. Molte volte abbiamo passione per qualcosa. Diciamo che vogliamo cambiare il mondo o non lo so, se vuoi curare l'epidemia di acqua che abbiamo e poi nel tuo stile di vita continui a bere acqua in bottiglia.

Qualunque cosa tu dica sia la tua passione, ciò di cui sei fiducioso e i tuoi obiettivi, il tuo stile di vita deve corrispondere a questo. Se vuoi essere una persona che vuole sollevare le donne e assicurarti che le donne vivano di successo ma incontri sempre 10 donne alla volta, allora non stai vivendo lo stile di vita di ciò che stai cercando di creare.

Brett McKay: Fondamentalmente, stai solo dicendo: 'Segui le parole'. Destra.

Jareem Gunter: Esattamente.

Brett McKay: Giusto. Ho visto che succede spesso o le persone hanno questa idea o ideale per cui vogliono tendere, ma in realtà non sono all'altezza o effettivamente lo mettono in atto.

Questo è interessante. Avevi questa sezione sulla vulnerabilità. Non lo associ davvero, essere vulnerabile come una cosa maschile. Non è mascolino, ma hai spiegato la vulnerabilità in un modo diverso che lo ha reso come 'Ha senso'. Cosa intendi per uomo dovrebbe essere vulnerabile?

Jareem Gunter: Alla maggior parte degli uomini è stato insegnato a nascondere chi sono veramente o non dirò nemmeno di nascondere chi sono veramente. Gli è stato insegnato a nascondere i propri sentimenti. Dovremmo metterci in forma, essere duri e ridere. Non mostriamo realmente le altre emozioni o non dovremmo mostrare quelle altre emozioni. Penso che uno dei punti più importanti quando parlo con le donne è che sento sempre le donne lamentarsi del fatto che hanno problemi con gli uomini è che ci chiudiamo sempre. Quando ci arrabbiamo, ci chiudiamo. Non vogliamo essere toccati. Non vogliamo che ci si parli. Vogliamo solo chiudere i battenti ed entrare nella nostra caverna. Penso che questo sia il problema più grande al mondo oggi.

Ecco perché mi sento come se le persone venissero uccise. Le persone si feriscono. Penso che sia per questo che succedono molte cose è perché tratteniamo così tanto fino a quando non esplodiamo. Quando esplodiamo, è allora che uccidiamo qualcuno o è allora che succede qualcosa perché stiamo trattenendo così tanta rabbia e così tanta frustrazione in noi invece di essere in grado di lasciarla uscire e parlare con qualcuno o essere vulnerabili e aprirci ad essa, anche se è solo aperto alle persone vicine a te ma devi essere in grado di far uscire qualcosa. Questa volta ho sentito che prima ancora che tu possa ricevere qualcosa ... Lascia che ti faccia un esempio.

Se decido di smettere di fumare, se smetto di fumare, devo combatterlo con qualcos'altro. Se lo lascio andare, devo prendere qualcos'altro. Non posso solo dire che smetterò di fumare e poi smetterò di fumare il tacchino freddo. Se ho intenzione di fumare al massimo, forse in quel momento ho bisogno di allenarmi che mi sento come se dovessi fumare. Qualcosa deve cambiare quella voglia di fumare. È la stessa cosa con l'essere vulnerabili. Dobbiamo avere qualcosa che possa guarirci da quel dolore o qualcosa che possa subentrare a quel dolore. Invece di trattenerlo tutto dentro, dobbiamo essere in grado di lasciarlo andare per ottenere qualcos'altro in noi.

Non possiamo nemmeno ricevere qualcosa se stiamo trattenendo così tanto dolore in noi e così tanta frustrazione in noi. Non possiamo amare, se non siamo vulnerabili. Tutto si riunisce. Se non ci apriamo, non possiamo ricevere nulla. Ha senso?

Brett McKay:Si. L'altra cosa è che nel libro parli anche di come la vulnerabilità sia il primo passo verso l'auto-miglioramento in molti modi ..

Jareem Gunter: In tutti gli aspetti.

Brett McKay: ... perché essere vulnerabili è fondamentalmente come ammettere di non avere tutte le risposte. Non sono bravo in questa cosa. Lo so per molti ragazzi, che fa schifo. Non vuoi ammettere di essere incompetente e di non essere bravo in qualcosa. Ti mettevi su questo fronte come se avessi insieme, ma se vuoi davvero migliorare, devi ammettere ed essere vulnerabile come, 'Ehi, non so come legare e legare. Puoi mostrarmi come? '

Jareem Gunter: Quanti uomini vogliono farlo soprattutto a un altro uomo?

Brett McKay: Decisamente.

Jareem Gunter: Inoltre, ci scherziamo molto su questo, ma se stiamo guidando in giro e abbiamo una donna sul sedile del passeggero, non vogliamo fermarci e chiedere indicazioni perché dobbiamo sentire di sapere tutto. È divertente ma è vero perché dobbiamo sempre dimostrare di essere un uomo invece di dire: 'Sai cosa? Non so come arrivarci. Fammi avere le indicazioni stradali. ' Grazie a Dio per ora i nostri iPhone e i nostri dispositivi cellulari ci danno indicazioni, quindi non dobbiamo chiedere a nessun altro, ma è solo una vera affermazione che gli uomini hanno problemi a darsi o addirittura si sentono come se stessi arrendendosi .

Brett McKay: Mi sento come se a volte lasciamo che l'ego si intrometta.

Jareem Gunter: Sì, su molte cose.

Brett McKay: Giusto. Succede a molti uomini. Un esempio perfetto nella mia vita di vulnerabilità è che sollevo pesi. Sto cercando di diventare più forte. Ho un allenatore da cui vado. Gli mando i miei video dei miei ascensori in modo che possa criticarli. Gli ascensori di oggi hanno solo fatto schifo. Non mi sentivo bene questa mattina. Erano terribili. Sapevo che erano terribili, ma gliele ho mandate lo stesso perché sapevo che mi avrebbe dato dei consigli su cosa fare. Devo ammettere: 'Ho fatto schifo in questo momento ma ho bisogno del tuo aiuto.' So che mi invierà un feedback che mi aiuterà a migliorare e a migliorare. Tutto inizia con l'apertura di te stesso e la lettera via dell'ego.

Jareem Gunter: Sì. L'allenamento è probabilmente una delle parti più importanti. Proprio come se avessimo bisogno di un posto in palestra, molte volte diciamo: 'No, non vogliamo chiedere un posto perché ce l'abbiamo'. Poi il peso diventa così pesante e si blocca sul nostro petto che non possiamo nemmeno sollevarlo ...

Brett McKay: Allora muori.

Jareem Gunter: ... perché volevamo dimostrare loro che noi ...

Brett McKay: Esattamente. Destra. Andando avanti, un'altra cosa davvero interessante è che parli delle tre F più una come la spina dorsale dell'essere un uomo. Puoi spiegare cos'è la Fs più una?

Jareem Gunter: Sì. Le tre F sono lotta, fallimento, paura. Il vantaggio è il destino, sento come se a ogni uomo fossero state insegnate queste cose. Può essere buono o cattivo, e anche se non hai un padre in giro, ma a tutti è stato insegnato che combatti. Ci sono fallimenti. C'è paura. C'è fede. Potremmo essere stati tutti insegnati in modo diverso, ma ci sono state insegnate tutte queste cose. Anche se le persone non sono d'accordo con il mio punto nel libro, tutti sono d'accordo con queste quattro cose che sono qualcosa con cui viviamo giorno per giorno in ogni aspetto della nostra vita. O stiamo combattendo per ciò in cui crediamo, non stiamo combattendo perché abbiamo paura di fallire in ciò in cui crediamo o stiamo combattendo perché abbiamo la fede di credere che ciò per cui stiamo combattendo è giusto.

Può essere in ogni aspetto. Penso che la lotta, il fallimento, la paura e la fede siano importanti nella nostra vita. Quello che ho messo in questo libro è stato cercare di semplificarlo per capire perché queste cose sono importanti per noi e perché sono importanti e forse non nello stesso modo in cui le vedono tutti gli altri.

Brett McKay: Gotcha. Jareem, ecco la domanda. Lavori con molti giovani a rischio. La cosa triste della povertà o dei giovani che sono a rischio è che spesso può essere un ciclo. Va solo avanti e avanti.

Jareem Gunter: Oh, sempre. Si Sempre.

Brett McKay: Come riesci a uscirne? Parli di uomini diventati un cambiamento. Come si fa a farlo? Come scappi davvero dal tuo passato? Quali sono i maggiori ostacoli che impediscono ai giovani uomini di lasciarsi andare e crescere da lì, il passato che potrebbe non essere stato così grande?

Jareem Gunter: Questa è un'ottima domanda. È enorme perché ti dirò come cambiarlo o fondamentalmente avviarlo. Stavo parlando con uno dei miei amici. Ha un figlio. Suo figlio ha circa otto anni. Ha detto che è davvero difficile per lui relazionarsi ed essere lì per suo figlio tutto il tempo. Non capivo di cosa stesse parlando perché mio padre è sempre stato lì, quindi non credo di averlo mai apprezzato finché non ho parlato con i miei amici che non avevano padri intorno. Mi diceva che a volte tornava a casa e piangeva perché non sapeva se quello che stava insegnando a suo figlio fosse la cosa giusta. Mi ha sconvolto perché ho detto: 'Wow. Se non gli è mai stato insegnato qualcosa, come fa a sapere come insegnarlo? Cosa può fare?'

L'ho chiamato l'altro giorno. Ho detto: 'Quando farai il cambio di formato, e ho guardato nel dizionario per vedere quale cambio di formato. Diceva solo un cambiamento, fare qualcosa di diverso. Wow. Puoi cambiare un'eredità. Questa può essere una parola che possiamo usare per cambiare l'intera traiettoria dell'ancora di salvezza di tutta la tua famiglia. ' Se cambi, cambiano tutti gli altri dietro di te. La gente dice i progetti o la cappa. Se vai in questi posti, molte volte la bisnonna vive in casa perché la nonna se l'è presa, poi la madre se l'è presa, poi il figlio o chiunque altro se l'è presa ma la casa è rimasta in famiglia perché tutti sono stati nella stessa casa.

Come lo cambierai se tutta la tua eredità è stata una cosa? Il mio pensiero era che devi vedere te stesso come qualunque cosa decidi di creare e diventare, ti vedi come quello. La cosa più importante è connettersi al pezzo di tutoraggio lì dentro, ma il problema è trovare qualcuno che è quello che vuoi diventare. Una volta che trovi qualcuno che è quello che vuoi diventare, modella su di lui. Lo trovi. Ad esempio, mio ​​padre è per me probabilmente l'uomo più straordinario del mondo. Sarà divertente ma non ho mai visto mio padre fare qualcosa di sbagliato. Non l'ho letteralmente mai visto ... Qualcuno dirà: 'Cosa indossano?' Non l'ho mai sentito imprecare. Tutto quello che fa riguarda positività ed edificante.

Quando sono andato al college, uno dei miei amici, penso che suo padre fosse un magnaccia e sua madre una prostituta. Lo hanno dato a sua nonna. Ha lasciato la nonna quando aveva circa 14 anni. Questo ragazzo ha vissuto da solo fino all'università. È al college. Siamo diventati molto vicini. Una volta è venuto a casa mia. Stava parlando di come non avesse una macchina. Non sapeva cosa fare. Ti dirò i miei genitori, non sono le persone più ricche del mondo. Sono persone normali della classe media che lottano proprio come tutti gli altri ma potrebbero anche pagare le bollette. Stava parlando delle sue difficoltà e di come non gli è mai stato veramente dato nulla, non ha mai ricevuto un regalo e non ha una macchina.

I miei genitori hanno deciso di dargli la loro macchina. Forse era il 2002. Gli hanno dato una Intrepid del '98, quindi un'auto abbastanza nuova. Hanno deciso di dargli la loro macchina perché sentivano che aveva bisogno di qualcosa. Questo ragazzo piangeva e piangeva e piangeva. Ora quest'uomo ha due figli. Probabilmente è il miglior padre di sempre. Dà sempre credito solo da quel momento che mio padre gli ha dato quella macchina perché ha detto che si è reso conto che le persone si preoccupavano per lui e ci sono persone importanti. Solo perché ha visto qualcuno prendersi cura di qualcun altro, ora sa come prendersi cura degli altri. È una cosa semplice che è successa che ha cambiato tutta la sua vita. Quello che sto dicendo è che puoi fare il cambiamento basandoti semplicemente sul modello delle azioni di qualcun altro.

Brett McKay: Eccezionale. Ne parleremo anche più tardi, ma ci vuole qualcuno che abbia 'messo insieme le cose' per raggiungere e aiutare qualcuno che ha bisogno di quel cambiamento.

Jareem Gunter: Esattamente.

Brett McKay: Ne parleremo tra un secondo. Torniamo a questo ragazzo. Ti dirò che ho letto questo su di te. Ho pensato che fosse davvero interessante. Hai parlato di fallimento. Questa è una parte importante della vita di ogni uomo. Avranno grandi battute d'arresto nella vita. Puoi parlarci di una grande battuta d'arresto nella tua vita che hai dovuto superare? Come l'hai gestita?

Jareem Gunter: Sì. Wow. Ho avuto una grande battuta d'arresto nella mia vita che ha sostanzialmente cambiato tutto di me. Quando ero al college giocavo a baseball. Ero nel Missouri. Giocavo davvero bene a baseball. Ho pensato che stavo per essere arruolato. Molte altre persone pensavano che stavo per essere arruolato. In realtà stavo viaggiando in luoghi diversi per esibirmi per squadre diverse quando ero al college. A quel tempo, dal nulla, il mio fegato fallì. Non capivo perché perché non bevevo. Di solito, quando pensi all'insufficienza epatica, pensi a qualcuno che è un alcolizzato. Non avevo mai assaggiato alcol in vita mia. È stato molto imbarazzante per me avere un problema in cui il mio fegato aveva ceduto. A quel tempo, non sapevo cosa fare. Ho lavorato molto. Stavo prendendo una pillola che pensavo fosse solo una pillola da banco. Ho pensato che sarebbe andato tutto bene. Vengo a scoprire che la pillola conteneva uno steroide ma non uno steroide per renderti più forte ma uno steroide per ucciderti.

Il mio fegato è fallito. Non sapevo cosa avrei fatto. Sono passato da 245 a 145 in un mese. Le mie ossa si erano deteriorate così tanto che riuscivo a malapena a camminare. Ero su una sedia a rotelle e cercavo di cavarmela ogni giorno. È stato orribile. Il dottore è entrato nella mia stanza e mi ha detto che c'era la possibilità che potessi morire. Mi ha detto che se volevo ottenere un trapianto di fegato, avrebbero dovuto cercare qualcuno che avesse il mio stesso fegato. Ho deciso che non lo volevo. Ho detto: 'Se è il mio momento di andare, è il mio momento di andare', perché mi ha detto che se ho avuto un trapianto di fegato e la persona era un fumatore o qualcosa del genere, potrei ereditare quei tratti. Ho deciso di no, non è niente che voglio fare. Spero che ce la farò e basta. Sono stato benedetto. Ce l'ho fatta.

Dopo averlo fatto, sono tornato a provare a giocare di nuovo a baseball nella NCAA. La mia prima partita della stagione stavamo giocando al Metrodome in Minnesota. Mi stavo preparando per scendere in campo. Il mio allenatore ha ricevuto una chiamata dicendo che la NCAA non mi avrebbe permesso di giocare perché avevo preso uno steroide. Non ho capito perché ho detto: 'Non sapevo nulla sul fatto che fosse uno steroide'. I miei medici scrissero loro lettere e dissero: 'Jareem non ha preso lo steroide. Non era uno steroide per stimolarlo ad allenarsi. Ero uno steroide che lo ha ucciso. ' La NCAA ancora non mi lasciava giocare. Fondamentalmente hanno detto che non era che quello che stavo prendendo era negativo, ma fondamentalmente dovevano fare di me un esempio, un buon giocatore che stava prendendo qualcosa che non avrei dovuto prendere.

A quel tempo non avevo idea di cosa avrei fatto. Sono rimasto bloccato. Ho detto: 'Tutto quello che pensavo di voler fare era giocare a baseball'. Torno a casa. Ho lavorato con i giovani durante l'estate. Sarei uscito e avrei dato una mano in diversi programmi. Ho detto: 'Sai cosa? Lasciami solo aiutare la mia comunità '. Ho iniziato a lavorare con gli studenti. Mi sono reso conto che era quello che avrei dovuto fare. Ecco perché mi sono ammalato in modo da poter venire qui ed essere una benedizione per questi giovani uomini. Ho avuto sicuramente una battuta d'arresto enorme, ma quella battuta d'arresto fondamentalmente è stata davvero la base per questo enorme successo nel cambiare la vita con i giovani uomini.

Brett McKay: Ti sei arrabbiato? In caso contrario, cosa hai fatto per non arrabbiarti? Mi vedo solo arrabbiarmi davvero con il mondo, Dio, la NCAA.

Jareem Gunter: Oh no, era completamente ... Quando all'inizio stavo completando, come giocatore di baseball di 20 anni, stai pensando che questo è tutto quello che farai. Sono bloccato. Io non so cosa fare. Ero arrabbiato. Ad oggi, non dico di essere arrabbiato adesso. Vorrei poter sapere quali sarebbero state le possibilità, ma sento che tutto è successo esattamente come doveva accadere. A quel tempo ero arrabbiato, ma penso che la rabbia sia cambiata circa due mesi e mezzo dopo che sono tornato a casa. Penso di essere stato anche imbarazzato perché poi stavo dicendo: 'Come possono dire che avevo preso uno steroide?' Ho preso uno steroide. Quando penso agli steroidi, penso a giocatori come Mark McGuire, persone che stavano intenzionalmente assumendo steroidi per stare meglio. Non ero io.

Ero davvero frustrato ma quando sono tornato a casa e sono andato a lavorare con ... penso che fosse il mio primo studente. Ero un insegnante di educazione fisica. Sono andato a una classe all'asilo. Ho fatto fare un giro di bambini dell'asilo. Stavamo solo ballando e facendo piccole mosse. Li ho fatti giocare a quattro quadrati. Era il mio primo giorno. Uno degli studenti, un bambino di cinque anni, ha detto: 'Sei il miglior insegnante che abbiamo mai avuto'. Questo è il mio primo giorno. Ho detto: 'Wow. Immagino che questo sia quello che dovrei fare. ' È allora che tutto è appena iniziato. Sono rimasto con quello. Mi sentivo come se fosse quello che dovevo fare. Lo adoro adesso.

Brett McKay: È fantastico. Hai trovato un'altra opportunità. L'hai preso.

Jareem Gunter: Sì.

Brett McKay: Gotcha. Inoltre, immagino che un'altra lezione sia per i ragazzi là fuori perché so che molti dei nostri ragazzi si allenano. Fai attenzione agli integratori che prendi perché ...

Jareem Gunter: Oh mio Dio. Per favore. Alla fine mi hanno avuto come portavoce. Dovevo parlare a Capital Hill degli integratori. Un sacco di cose che ho scoperto è che se le cose non stanno ... In realtà, puoi entrare in GNC e dire: 'Ehi, voglio che tu venda il mio prodotto' e loro possono venderlo. Non è necessario che siano approvati dalla FDA per venderlo a GMC, il che è incredibile. Questo mi fa impazzire. Dico: 'Come può una società essere in grado di vendere quello che vuole senza che sia sottoposto a qualche tipo di regolamentazione?' Non devono.

Brett McKay: Non c'è davvero nessuna regolamentazione lì. Puoi praticamente schiaffeggiare un'etichetta su qualsiasi cosa.

Jareem Gunter: Nulla.

Brett McKay: È pazzesco.

Jareem Gunter: Il ragazzo che vendeva il mio prodotto lo stava effettivamente facendo uscire dal bagagliaio della sua macchina. Aveva un minivan. Stava preparando il prodotto dal bagagliaio del suo minivan. In due settimane, ha venduto $ 1,5 milioni da questo supplemento che ha ricavato dal bagagliaio della sua auto.

Brett McKay: Pazzo. Loro sono. Lo vendono a GNC, Amazon, qualunque cosa. Questa è un'altra cosa. Questo è qualcosa se voi ragazzi lo fate, se prendete integratori, state attenti agli integratori che assumete.

Jareem Gunter: Decisamente.

Brett McKay: Attento a questo. Parliamo dell'amicizia maschile. Che ruolo ha giocato l'amicizia maschile nella tua vita nel plasmare l'uomo che sei?

Jareem Gunter: Molto tempo fa stavo lottando con qualcosa fondamentalmente sugli amici che mi sostenevano. Ho avuto un evento. I miei amici non lo sostenevano. Mi stavo sfogando con un altro amico sul problema che avevo con quello. Ha detto: 'Jareem, devi capire perché sostieni tutti gli altri, questo non significa che la realtà di tutti sarà la tua realtà o la tua realtà non sarà la realtà di tutti gli altri'. Aveva così tanto senso per me. A quel tempo, ero come, 'Wow. Perché lo dice ', ma poi ho pensato a cosa intendeva con questo. Fondamentalmente, queste persone non erano sulla mia stessa strada, non che non fossero ancora miei amici, ma a volte l'amicizia non è basata sulla longevità come ho sempre pensato.

Se tu fossi mio amico per 20 anni, sento che dovresti esserlo per il resto della mia vita. Molte volte gli amici sono qui per stagioni. Potrebbe essere stata una buona stagione di cinque anni, ma potrei avere un altro amico che è qui, che mi spinge, che mi aiuta a crescere. Penso che ogni amicizia riguardi cosa possono dare alla tua vita per renderti migliore e più forte? Direi anche di non smettere mai di essere te stesso. Non permettere a nessun altro di farti non essere te stesso. Trova amici che apprezzino chi sei, ti aiutino a sforzarti di fare quello che vuoi fare sul sentiero e non tenerti sopra la testa.

Brett McKay: Parliamo di tutoraggio maschile. È così che è iniziato tutto. Vorrei concludere con questo. So che ci sono molti ragazzi là fuori che vorrebbero iniziare a fare da mentore. È qualcosa che sentono di voler fare ma non sono sicuri di come farlo. Qualche consiglio per i ragazzi là fuori che vorrebbero iniziare a fare da mentore?

Jareem Gunter: Si. Per me, il tutoraggio è la cosa più importante che puoi fare e da cui puoi uscire. Il tutoraggio non riguarda sempre il giovane o anche la persona anziana. Riguarda te stesso. Non voglio prenderlo come un egoista, ma a volte il tutoraggio può essere egoista perché quello che non sai è che ne stai ottenendo così tanto. I bambini hanno letteralmente cambiato la mia vita, basandomi sul fatto che ascolto solo le cose che dicono, i pensieri che hanno su se stessi. Quindi crea cose che ho detto, 'Oh, sai una cosa? Ho lo stesso problema con me stesso. Come li aiuto? Anch'io sto lottando. ' È molto potente. In realtà, attualmente sto cercando di creare una piattaforma per mentori, per persone che condividono gli stessi obiettivi. Sto cercando di creare un tipo di cose online in cui gli uomini possono diventare mentori.

Se sei giovane e vuoi diventare un medico, puoi andare su questo sito. Puoi parlare con un medico dei tuoi pensieri. Il medico ti darà un feedback su come puoi diventare ciò che vuoi diventare. Penso che sia davvero importante per tutti gli uomini fare qualcosa. Anche se non hai ancora successo, devi comunque fare un qualche tipo di tutoraggio perché quello che hai, puoi sempre condividerlo con qualcun altro e aiutare qualcun altro.

Brett McKay: Sì, ma è come hai detto tu. Alcuni ragazzi mi hanno detto: 'Voglio un mentore ma ho 30 anni. Mi sento come se avessi bisogno di fare da mentore. Perché dovrei essere là fuori a fare da mentore a questi ragazzi quando penso di aver bisogno di un mentore? ' Anche quei tipi di ragazzi dovrebbero provare a fare da mentore.

Jareem Gunter: Decisamente. Adesso ho un mentore. Ho 33 anni o 34? No, ho 33 anni ma 33. Ancora oggi ho un mentore. Mi sento come se non ti fermassi mai. Ci sarà sempre qualcuno che sa più di te su ciò che vuoi fare. Forse non è nemmeno quello che vuoi fare ma potresti vedere qualcuno. Dici: 'Sai cosa? Voglio esserlo un giorno. ' Quello diventa il tuo mentore. Parli con loro per vedere se sarebbero il tuo mentore. Ancora oggi ho dei mentori. Ho questa età. Sono mentore. Ho letteralmente dai 20 ai 25 giovani di cui sono mentore fino ad oggi. Non incoraggio nessuno a ottenerne così tante perché è davvero difficile mantenere quelle relazioni perché il tutoraggio dovrebbe essere personale. Direi di provare un giovane. Prova a fare da mentore a quel giovane. Inoltre, procurati anche un mentore che possa anche darti gli strumenti di cui hai bisogno. Penso che sia ogni piattaforma su cui vieni, le persone hanno bisogno di mentori.

Brett McKay: Jareem, questa è stata un'ottima conversazione. Dove possono le persone saperne di più sul libro e sul tuo lavoro?

Jareem Gunter: Il mio libro è attualmente sul mio sito web. Non è su Amazon. So che molte persone lo hanno chiesto. È su Amazon? Il motivo per cui non è su Amazon è perché ho creato un prodotto. Mi sento come se la qualità fosse molto, molto alta. Quando metto su Amazon, la qualità non rimarrà così alta come è. Al momento è solo sul mio sito web. Questo è www.TheManBook.org, quindi The Man Book dot org. Se desideri ulteriori informazioni al riguardo, contattami. Se le persone hanno bisogno di parlare con me, contattatemi. Ho viaggiato molto di recente, ma qualunque cosa posso fare, per condividere la storia di 'The Man Book' e per cambiare la vita dei giovani uomini, sono disposto a farlo.

Brett McKay: Eccezionale. Jareem Gunter, grazie mille per il tuo tempo. È stato un piacere.

Jareem Gunter: Grazie mille.

Brett McKay: Il mio ospite oggi era Jareem Gunter. È l'autore del libro 'The Man Book'. Puoi trovarlo su TheManBook.org. Questo conclude un'altra edizione del podcast Art of Manliness. Per suggerimenti e consigli più virili, assicurati di controllare il sito web di Art of Manliness su ArtofManliness.com. Se ti piace questo podcast, ti sarei davvero grato se ci fornissi una recensione su iTunes o Stitcher per aiutarci a ottenere feedback su come possiamo migliorare lo spettacolo, oltre che per far conoscere lo spettacolo. Come sempre, grazie per il vostro continuo supporto. Alla prossima, questo è Brett McKay che ti dice di rimanere virile.