Men of Legend: The Battle of Alamo

{h1}

Pochi uomini incarnano così bene la mascolinità come la leggendaria assemblea che difese l'Alamo dal 23 febbraio al 6 marzo 1836. Con un cast di personaggi più grandi della vita stessa, la storia della Battaglia di Alamo risalta all'inizio della storia americana Il più notevole di questi uomini, David Crockett, era una vera incarnazione della mascolinità. La sua ha avuto una vita piena, piena di cacce all'orso, spedizioni nell'ignoto, si è pronunciato contro la corruzione del governo e alla fine ha dato la sua vita in difesa della libertà che non aveva mai dato per scontata. Una figura quasi mitica ai suoi tempi, la sua leggenda ha continuato a crescere solo dopo la sua morte e la sua eredità vive ancora oggi.


Attingendo alle loro stesse parole e alle parole scritte su di loro, possiamo esaminare le caratteristiche che hanno reso leggende Crockett e i suoi compagni difensori di Alamo.

Non compromettere mai i tuoi valori

Davy Crockett in piedi con i cani illustrazione.


Davey Crockett

Crockett era già una celebrità quando è arrivato all'Alamo. Da sempre interessato agli affari di stato, si candidò per un seggio alla Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti e fu eletto due volte in quella carica. Come membro del Congresso, era conosciuto principalmente per la sua opposizione all'Indian Removal Act. Questa sfortunata politica è stata successivamente convertita in legge nonostante le sue obiezioni, e la sua schiettezza è considerata la causa principale della sua sconfitta in un'offerta di rielezione dell'anno successivo. A seguito di questa sconfitta, Crockett ha scritto:


Preferirei essere picchiato ed essere un uomo che essere eletto ed essere un cagnolino. Ho sempre sostenuto misure e principi e non uomini. Ho agito senza paura e in modo indipendente e non rimpiangerò mai il mio corso. Preferirei essere sepolto politicamente piuttosto che essere ipocritamente immortalato.



Crockett ha riconquistato il suo seggio alle elezioni successive, per poi perderlo di nuovo alla fine dello stesso mandato, segnando la fine della sua vita politica. Crockett ha poi messo gli occhi sul Texas. Lasciandosi alle spalle la sua ormai numerosa famiglia, è andato alla ricerca dell'avventura e dell'esplorazione di terre sconosciute, sperando di trovare un posto dove la sua famiglia potesse stabilirsi definitivamente.


Per stabilirsi legalmente in Texas, Crockett ha dovuto prestare giuramento di fedeltà e firmare con la milizia texana. Alla fine questo corso lo ha portato ad Alamo, dove ha combattuto coraggiosamente in difesa della libertà e dei suoi simili.

Un grande uomo tiene compagnia a grandi uomini

Ritratto di Jim Bowie.


Jim Bowie

Arrivato all'Alamo, Crockett si circondò rapidamente di preziosi consigli sotto forma del colonnello William Travis e di un'altra leggenda americana, Jim Bowie. Travis, leader delle forze ad Alamo, è ricordato per il suo rifiuto di arrendersi di fronte alle schiaccianti probabilità presentate dall'invasione messicana. Bowie, un altro importante uomo di frontiera come Crockett, è ricordato soprattutto per il coltello che ora porta il suo nome. Crockett espresse interesse per l'allora già leggendaria lama, notando che la sola vista dell'immensa arma era sufficiente a far ammalare un uomo prima di colazione. Si diceva che entrambi gli uomini condividessero un rispetto reciproco, e Bowie era felice di avere Crockett al suo fianco, non solo per le sue capacità di combattimento, ma per l'energia e lo spirito che aveva suscitato negli uomini.


I grandi uomini sono coraggiosi di fronte alle avversità

Le truppe che sparano con le pistole nell

L'incontro all'Alamo si sarebbe svolto presto. Il generale messicano Santa Anna stava portando i suoi uomini attraverso il Rio Grande con l'intento di catturare tutta San Antonio. Ciò sopprimerebbe la ribellione texana e consentirebbe al Messico di riprendere il controllo del territorio. L'invasione ha attraversato il percorso dell'Alamo, che è stato detto dal generale Santa Anna di avere 'La più grande concentrazione di cannoni a ovest del fiume Mississippi.' Era una forza che semplicemente non poteva ignorare. Il 23 febbraio 1836, Santa Anna arrivò ad Alamo, portando con sé numeri riportati fino a 5.000, anche se circa 1.400 furono effettivamente schierati nell'attacco. Le forze messicane assediarono la vecchia missione per tredici giorni consecutivi prima del loro assalto finale. Vedendo le scarse possibilità di successo, il colonnello Travis inviò dei motociclisti a richiedere assistenza al governo del Texas. La sua ultima lettera, inviata come appello per i rinforzi, sottolinea il suo risoluto coraggio:


Il nemico ha chiesto una resa a discrezione, altrimenti la guarnigione va messa a fil di spada, se il forte viene preso. Ho risposto alla richiesta con un colpo di cannone e la nostra bandiera sventola ancora orgogliosa dalle pareti. Non mi arrenderò né mi ritirerò mai.

La richiesta di sostegno di Travis è rimasta senza risposta, principalmente a causa della mancanza di manodopera e della scarsa organizzazione da parte del governo provvisorio del Texas e dell'esercito texano permanente. Ciò lasciò gli uomini ad Alamo, la maggior parte dei quali non erano nemmeno soldati, a difendere il loro posto da soli.

Visibilmente in inferiorità numerica, le forze dei ribelli del Texas mantennero il loro incarico per tredici giorni prima che l'esercito messicano spingesse il suo assalto finale il 6 marzo. L'attacco iniziò alle 5:00 e alle 6:30 del mattino era terminato - la piccola missione ora sotto il controllo messicano . Jim Bowie, che era stato confinato a letto durante la battaglia a causa di una malattia, rimase fedele alla sua leggenda, combattendo fino al suo ultimo respiro. Ha sparato a tutti i soldati messicani che sono entrati dalla sua porta fino a quando non ha finito le munizioni, evento in cui il nemico aveva così paura di entrare che gli hanno sparato dalla porta. Poi si avvicinarono al suo letto e con il suo ultimo respiro morente affondò la sua arma nel cuore di uno dei soldati e cadde morto.

Le migliori stime sembrano indicare che tutti i 183 texani sono caduti ad Alamo, schiacciati dalla schiacciante forza messicana che ha fatto irruzione nella vecchia missione.

Il modo in cui David Crockett ha incontrato la sua fine prematura è uno dei grandi misteri della storia americana. Anche se si presume con un certo grado di certezza che sia morto difendendo l'Alamo, si discute molto se sia uscito a combattere o sia stato catturato e giustiziato. Un racconto, di un colonnello dell'esercito di Santa Anna, afferma che Crockett fu catturato con pochi altri rimasti e torturato e giustiziato. Molti, tuttavia, considerano questa propaganda intenzionalmente diffusa dagli uomini di Santa Anna per rompere lo spirito americano. Un altro resoconto, tratto da un ex schiavo americano che fungeva da cuoco per uno degli ufficiali di Santa Anna, sosteneva che il corpo di Crockett fosse stato trovato nella caserma circondato da 'Non meno di sedici cadaveri messicani', con il coltello di Crockett sepolto in uno di essi. Il resoconto completo della scomparsa di Crockett potrebbe non essere mai noto, e forse è meglio così. Nel suo libro, Tre strade per Alamo, William C. Davis scrive della fine di Crockett:

La sua morte, come la sua vita, era semplicemente troppo grande per essere contenuta entro i normali limiti dei mortali. Nel miglior modo eroico di Nimrod Wildfire, Jeremiah Kentucky, Daniel Boone e un'intera generazione di americani alla ricerca di una nuova identità tutta loro, Davy Crockett, David of the River, Davy of the West, Loco Davy erano morti ovunque, perché era un ospite in se stesso. Inoltre, la sua fine si adattava alla vita di una leggenda. Perché quando nessuno vede morire una leggenda, allora la leggenda vive.