Perdere papà: come reagisce un uomo alla morte di suo padre

{h1}

Nota del redattore: questo è un guest post di Brian Burnham. Il signor Burnham ha conseguito un Master of Education in Counseling presso il College of William and Mary ed è un coordinatore delle cure per il Riverside Behavioral Health Center.


'La sua eredità per i suoi figli non era parole o beni, ma un tesoro inespresso, il tesoro del suo esempio come uomo e padre'. - Will Rogers Jr.

Durante la crescita, i nostri padri, nel bene o nel male, sono i nostri primi e più forti esempi di virilità. Anche per chi crescere senza padre la sua influenza è notevole, evidente per la sua assenza. È quindi naturale che la morte del padre di un uomo sia un evento che ha un significato incredibile e spesso molto doloroso. L'ultima volta che ho scritto per l'Arte della virilità, ho parlato dei modi in cui gli uomini soffrono. Non sorprende che molti degli uomini che hanno risposto a quell'articolo alludessero alla perdita del padre. Mentre un uomo in lutto per la perdita del padre vivrà un'esperienza simile a quanto discusso in precedenza, il fatto che il defunto sia il padre dell'uomo rende l'esperienza unica. Molti uomini che hanno perso i loro padri lo descrivono come una perdita come nessun altro. Riferiscono che il modo in cui affliggevano il padre era diverso da qualsiasi altro dolore che avevano provato e spesso sentivano che le uniche persone che potevano facilmente capire erano altri uomini che avevano perso anche i loro padri. ((Veerman, D., & Barton, B. (2003). Quando tuo padre muore: come un uomo affronta la perdita di suo padre. Nashville, TN: Thomas Nelson Publishing.)) So che certamente mi sono sentito così quando mio padre è morto nel febbraio 2009. È quell'unicità, così come gli effetti a breve e lungo termine della perdita di un padre, che spero di affrontare qui.


Nel loro libro Quando tuo padre muore: come un uomo affronta la perdita di suo padre, Dave Veerman e Bruce Barton hanno intervistato sessanta uomini di tutti i ceti sociali che avevano perso i loro padri. Sebbene la storia di ogni uomo fosse unica, gli autori hanno identificato e descritto i temi comuni che sono emersi prontamente da questi racconti.

Vulnerabilità. Quando nostro padre muore, spesso perdiamo molto di più della persona di nostro padre. Spesso è sorprendente per gli uomini come il mondo non si fermi alla sua morte. I figli sono profondamente consapevoli della morte del padre, e quando il mondo non condivide la stessa consapevolezza può lasciare il figlio in lutto che si sente terribilmente solo e isolato da un mondo che non sembra capire. Molti uomini provano la sensazione di essere orfani anche se la madre è ancora viva perché si sentono così soli al mondo. Questo senso di vulnerabilità è aggravato dal fatto che per molti di noi i nostri padri servivano come una specie di scudo. Sapevamo di poter contare su papà per aiuto e consigli quando le cose si sono messe contro di noi. Con suo padre andato, il figlio potrebbe non sapere a chi rivolgersi in caso di crisi e sentirsi vulnerabile e spaventato. Questo vale anche per gli uomini che hanno avuto una relazione negativa o inesistente con i loro padri. Anche se il papà potrebbe non essere stato un protettore o un fornitore, gli uomini si sentono ancora vulnerabili e soli, spesso sentendo di essere gli unici in grado di interrompere i cicli negativi nelle loro famiglie.


Consapevolezza della mortalità. Come ho notato nel mio ultimo articolo, viviamo in una cultura che preferisce negare ed evitare la realtà della morte. Tuttavia, quando un uomo perde suo padre, la realtà che la vita è finita e che anche lui un giorno morirà diventa inevitabile. Sebbene questa consapevolezza possa arrivare ogni volta che la morte ci tocca, è particolarmente potente quando perdiamo i nostri padri. Questo perché molti uomini vedono il padre come parte di se stessi e una piccola parte di loro è morta con il padre. Non solo l'inevitabilità della morte è portata a casa, ma anche la sua finalità. Il figlio sa che non rivedrà mai (almeno in questa vita) suo padre, e che quando anche lui morirà sarà altrettanto definitivo. Alcuni potrebbero dire: 'E allora, la morte è un fatto oggettivo, perché perdere una persona in particolare dovrebbe rendere questo fatto molto più spaventoso?' Il problema è l'illusione del controllo. Come uomini, tutti noi operiamo partendo dal presupposto che abbiamo il comando del nostro destino, che abbiamo il controllo. In molti casi questo è più o meno accurato; tuttavia, quando si tratta di morte, questo semplicemente non è vero. Avere la nostra illusione protettiva spogliata da noi è terribilmente evirante poiché nessuna quantità di autocontrollo o risoluzione dei problemi può riportare in vita i morti. Questo lascia il figlio sopravvissuto in lutto non solo per suo padre, ma anche per la nuova comprensione che ha raggiunto.



Perdita di pubblico. È un'immagine classica americana, il figlio che fa sport e il padre che lo allena e lo incoraggia. Questa dinamica tra padre e figlio non si limita allo sport ma si estende a molte aree della vita di un figlio. Un figlio spesso fa di tutto per compiacere suo padre, ed è una delle poche persone con cui è accettabile vantarsi veramente. Possiamo portare con orgoglio a casa i nostri trofei e documenti A + da mostrare a papà, e questa dinamica si estende anche all'età adulta, poiché gli uomini condividono i loro successi al college, la loro carriera e la famiglia. Quando nostro padre se n'è andato, sembra che al pubblico non manchi un membro, ma tutto il pubblico è sparito. Per i figli che sono anche loro stessi padri, questa perdita si estende al non essere in grado di condividere i risultati dei loro figli con l'orgoglioso nonno e non essere in grado di cercare consigli per la genitorialità. Molti figli sentono la mancanza di papà non solo quando hanno bisogno di consigli genitoriali, ma quando hanno bisogno del loro vecchio allenatore in qualsiasi area della vita che sta dando loro problemi. Per un uomo il cui padre era distante o assente, questa perdita di pubblico è stata avvertita molto prima della morte di suo padre mentre lottava invano per guadagnare l'approvazione di suo padre. Ora alla sua morte la perdita è raddoppiata poiché il figlio si rende conto che non potrà mai ottenere l'approvazione che desiderava quando suo padre era vivo.


Prendendo il mantello. In molti modi la morte di un padre serve da a diritto di passaggio, anche se doloroso e difficile. Ciò è dovuto al fatto che per molti figli la loro eredità riguarda meno la proprietà e più la responsabilità. Molti uomini, indipendentemente dalla loro età quando il padre è morto, si sentono come se fossero cresciuti improvvisamente e in modo significativo quando è successo. La morte del padre lascia un vuoto nella dinamica familiare e i figli spesso si sentono obbligati a farsi avanti per cercare di ricoprire il ruolo del padre. Ciò è particolarmente vero se il padre fosse stato il leader e il protettore della famiglia. I figli possono sentire una grande pressione e non sentirsi all'altezza del compito di proteggere e guidare la famiglia. Se la mamma è ancora viva, prendersi cura di lei sarà spesso al centro di questo senso di responsabilità. Nella migliore delle ipotesi questo porterà alla crescita del figlio e la famiglia si unirà e si avvicinerà man mano che si adatterà alle nuove dinamiche. Tuttavia, non è sempre così. I membri della famiglia possono resistere agli sforzi del figlio per assumere un ruolo di leadership; i fratelli possono persino competere per la leadership all'interno della famiglia. Nella peggiore delle ipotesi questo può portare alla disintegrazione di una famiglia senza la presenza del padre che una volta li aveva tenuti insieme. Per gli uomini i cui padri erano assenti o violenti, l'idea di prendere il mantello del padre a volte è spaventosa. Questi figli non hanno alcun desiderio di ricoprire lo stesso ruolo disfunzionale del padre e sentono un'intensa pressione per rompere i cicli dolorosi che il padre aveva incarnato.

Una lunga ombra. Man mano che un ragazzo cresce, impara molte lezioni e abilità da suo padre che funge da mentore e insegnante. Il figlio impara rapidamente anche che in queste circostanze è spesso meglio fare le cose come suo padre sia perché ha più esperienza sia perché spesso non vale la pena della disobbedienza. I figli desiderano l'approvazione dei loro padri e vivono per sentirsi dire 'buon lavoro'. Questo desiderio per l'approvazione di un padre e l'antipatia per la disapprovazione si estende fino all'età adulta e gli uomini non ne sono più liberi anche dopo la morte del padre. I figli sentiranno spesso la presenza del padre quando usano le abilità che hanno imparato da lui, visitano luoghi a lui associati o usano i suoi beni. Quando si tratta di questi beni, molti uomini riferiscono di tenere uno o due ricordi del padre che li aiuta a rimanere in contatto con lui. Per me personalmente, sono gli strumenti di disegno di mio padre e la sua fede nuziale, che funge da mia. Tuttavia, i figli possono avere difficoltà a sbarazzarsi di o apportare modifiche alla proprietà del padre. Spesso si sentono come se stessero sconfinando e sentono il pungiglione della disapprovazione del padre. Possono anche provare questo senso di disapprovazione quando scelgono di fare le cose in un modo diverso dal 'modo di papà'. Al contrario, i figli continueranno a desiderare l'approvazione del padre, sostenendo le cose che fanno per esaminarli e chiedendosi: 'Papà sarebbe orgoglioso?' In questo modo la lunga ombra dei nostri padri influenza il modo in cui viviamo le nostre vite molto tempo dopo la sua morte. Questo è superficialmente simile all'esperienza della 'perdita di pubblico' perché in entrambe le esperienze il figlio in lutto desidera interagire di nuovo con suo padre. L'esperienza della lunga ombra è diversa, tuttavia, in quanto si tratta meno di avere qualcuno da guardare e tifare e più di cercare l'approvazione ed evitare la disapprovazione.


L'eredità di nostro padre. Man mano che il figlio avanza nel processo del lutto, uno dei compiti che inevitabilmente svolgerà è quello di smistare l'eredità che suo padre gli ha lasciato. Gli uomini guarderanno spesso alla vita dei loro padri e a quella dei loro nonni e bisnonni per cercare di fare il punto della loro eredità e per vedere come i valori e lo stile di vita del padre li hanno influenzati. Alcuni figli guarderanno indietro con gioia a uomini di carattere e valori che ammirano e sperano di emulare. Altri figli guarderanno indietro per vedere una catena di difetti, colpe e abusi, un'eredità che preferirebbero lasciarsi alle spalle. Ma anche questi figli di solito cercano alcune qualità positive nell'eredità del padre a cui possono aggrapparsi. Per il figlio che è anche padre, esaminare l'eredità arriva anche con la consapevolezza che anche loro sono un anello di questa catena, che un giorno trasmetteranno l'eredità ai propri figli. Molti uomini sono ispirati da questo per stringere relazioni più forti con i loro figli in modo che l'eredità che lasciano sia quella di cui i loro figli possono essere orgogliosi quando è il loro turno di piangere il padre.

Mentre questi temi sono tipici degli uomini che hanno perso i loro padri e danno la prospettiva e la comprensione che sono una parte importante della guarigione, è estremamente difficile catturare efficacemente l'unicità e la complessità di questa esperienza. Personalmente continuo a lottare per capire la perdita di mio padre. Anche mentre scrivevo questo articolo, a volte dovevo fermarmi mentre i ricordi riaffioravano e tutto quello che potevo fare era sedermi alla tastiera e piangere. Anche se lotto, so di aver guadagnato almeno una cosa dal piangere mio padre, la determinazione a vivere una vita che mi troverà degno di essere chiamato figlio di mio padre. Per ogni lettore che è un figlio che ha perso il padre, ti incoraggio a fare due cose. Per prima cosa ti incoraggerei a lottare. Anche se questo può sembrare strano, è lavorando attraverso il tumulto del lutto che possiamo ottenere il massimo come uomini. Secondo, ti incoraggio a cercare la compagnia di altri uomini nella stessa posizione. Possono fornire il supporto più forte. Fortunatamente per noi, AoM è un posto eccellente per cercare il sostegno dei nostri simili.


A tal fine ho ha avviato un gruppo nella comunità AoM, 'Remembering Dad, 'Per gli uomini che hanno perso i loro padri. È un luogo per piangere, celebrare e ricordare i nostri padri e un luogo in cui gli uomini possono condividere esperienze e trarre forza gli uni dagli altri. Ti invito a unirti.

Ora vorrei passare al lettore per condividere le storie dei loro papà e della loro lotta in modo che possiamo cercare insieme un significato.


Fonte:

Quando tuo padre muore: come un uomo affronta la perdita di suo padre di Dave Veerman e Bruce Barton