5 modi per semplificare il tuo prossimo viaggio in campeggio

{h1}

La scorsa settimana abbiamo incoraggiato gli uomini a farlo trascorrere del tempo all'aria aperta. È un pensiero che sicuramente è venuto in mente a molti di voi prima, ma sembra che la maggior parte di noi non riesca a trovare il tempo per farlo. Secondo un recente studio, gli americani trascorrono il 25% in meno di tempo all'aria aperta rispetto agli anni '80.


Il bello del campeggio è che è il modo più economico per allontanarsi da tutto, e anche un fine settimana può fare miracoli per il tuo spirito. Ma solo pianificare un viaggio di un fine settimana sembra a volte una seccatura troppo grande. In verità, sembra sempre una seccatura nella tua testa più grande di quanto non sia. E ci sono molte cose che puoi fare per rendere i viaggi in campeggio più facili e, di conseguenza, più frequenti. Ecco 5 modi per semplificare il tuo viaggio in campeggio e mantenerlo senza problemi:

1. Trova il tuo campeggio online. Uno dei motivi per cui le persone non si accampano più spesso è che non sanno dove andare. Per fortuna Internet ha reso molto più facile trovare un campeggio. Tutti gli stati gestiscono siti web sui loro parchi statali. La maggior parte ha una mappa che ti consente di fare clic sull'area generale più vicina a te. Cerca un parco che susciti il ​​tuo interesse e leggi cosa offre. La scelta del parco sarà basata sui tuoi desideri personali. Alcuni parchi offrono servizi come servizi igienici, pompe dell'acqua e docce, mentre altri sono più remoti e rustici. Alcuni parchi si trovano su un lago e sono noti per la pesca, ma mancano di sentieri escursionistici. Alcuni offrono attività speciali come il kayak e l'arrampicata su roccia. Alcuni sono progettati per attirare le famiglie e hanno piscine e minigolf, e di conseguenza molti bambini che corrono. Scegli un parco che offra il tipo di ambiente e le attività che stai cercando.


Se hai intenzione di fare escursioni, controlla le recensioni su siti come alltrails.com; ti darà un'idea di com'è l'escursione, quindi puoi sceglierne quella giusta per quello che stai cercando.

Inoltre, considera la distanza. Non vuoi che la stanchezza che deriva dai lunghi viaggi in auto annulli il ringiovanimento offerto dal campeggio. Per un weekend, consiglierei di non viaggiare più di 3 ore da casa tua.


Se hai problemi a scegliere un parco, visita un campeggio locale e un negozio di articoli per esterni. In generale, i dipendenti sono appassionati di outdoor e saranno in grado di darti qualche buon consiglio.



2. Prenota il tuo campeggio prima di partire. Questo è consigliato per i parchi statali ed è essenziale se visiterai un famoso parco nazionale come Yosemite. I parchi popolari possono riempirsi più velocemente di quanto potresti immaginare. L'ultima cosa che vuoi fare è guidare per diverse ore solo per scoprire che non ci sono più campeggi. Molti siti web di parchi statali ti consentono di prenotare online. In caso contrario, tutto ciò che devi fare è chiamare in anticipo.


3. Conserva la maggior parte delle tue cose da campeggio in una grande vasca. Parte della seccatura di organizzare una gita in campeggio è dover rovistare in soffitta e fare corse dell'ultimo minuto al negozio per raccogliere tutte le provviste di cui hai bisogno. Per evitare questo fastidio, tieni semplicemente la maggior parte dell'attrezzatura da campeggio in una grande vasca di plastica. Una volta che hai caricato la tua vasca da campeggio, ogni volta che ti viene voglia di fare un salto nel bosco, puoi semplicemente afferrarla e andare. Conserva le seguenti scorte nella vasca. Le forniture specifiche possono variare a seconda del tipo di campeggio che farai, di dove andrai e della stagione. Ma questo copre le basi:

  • tenda
  • sacchi a pelo
  • materassini per dormire
  • kit di pronto soccorso
  • lanterna
  • torcia elettrica
  • batterie supplementari
  • piccola scopa con frusta
  • fra
  • salviettine umidificate / tovaglioli di carta
  • partite
  • repellente per insetti
  • sacchetti della spazzatura
  • piatti e utensili
  • forniture per cucinare (questo può essere saltato, vedi # 5 sotto)

4. Crea una lista di controllo permanente che puoi consultare prima di ogni viaggio per le cose che non stanno in una vasca o che devono essere imballate subito prima del viaggio. Questo elenco potrebbe includere:


  • crema solare
  • coltello tascabile
  • campo o sdraio
  • Abiti
  • cibo
  • legna da ardere (se non pensi che ci sarà abbastanza nel tuo campeggio per raccogliere)
  • spazzolino
  • più fresco
  • cibo / bevande
  • libri / giochi

5. Evita di cucinare pasti elaborati. Ora, è vero, una delle gioie del campeggio è cucinare deliziosi chow da falò. Ma i prodotti da cucina possono aggiungere una dozzina o più cose al tuo elenco di provviste e dovrai portare con te del materiale per pulire pentole e padelle. Può essere una seccatura significativa. Quindi risparmia la cucina del campo per un viaggio di una settimana. Se vuoi solo scappare per il fine settimana, pianifica 2 pasti che non comportino scorte di cucina e pulizia. Ecco il menu che io e mia moglie usiamo sempre quando partiamo per un viaggio dal venerdì mattina alla domenica pomeriggio:

  • Pasto del venerdì sera: cene di stagnola. Mettiamo insieme la cena in alluminio prima di partire e poi la mettiamo nel frigorifero. Per cucinare, è sufficiente posizionare la pellicola sulla brace del fuoco. L'unica cosa di cui hai bisogno è una forchetta.
  • Pasto del sabato sera: hot dog. Non sono necessari strumenti qui. Arrostisci semplicemente il tuo cane su un bastone. Poche cose sono più facili da preparare e avere un sapore migliore dei weenies da falò.

Per dessert in entrambe le sere mangiamo s’mores. E il resto del tempo facciamo solo uno spuntino con barrette energetiche, mix di tracce e patatine. Niente pentole, niente padelle, niente pulizia.


In alternativa a questo programma alimentare, considera il cibo da campo liofilizzato o disidratato. Il cibo è leggero ed estremamente impacchettabile. E tutto ciò che devi portare è una pentola per far bollire l'acqua.

Ascolta il nostro podcast sulla storia del campeggio in America:


articoli Correlati