15 costellazioni che ogni uomo dovrebbe conoscere (e come trovarle)

{h1}

'Silenziosamente, uno ad uno, negli infiniti prati del cielo,
Sono sbocciate le belle stelle, i nontiscordardime degli angeli. '
- Henry Wadsworth Longfellow, Evangeline: A Tale of Acadie


Di recente sono stato in campeggio sulle montagne del Colorado, e uno dei momenti salienti è stato sicuramente la possibilità di sdraiarmi su un tavolo da picnic e cercare di trovare costellazioni senza le luci invadenti della mia casa a Denver. Sebbene potessi facilmente individuare alcune delle costellazioni più conosciute, ero deluso dal fatto che non potevo indicare di più e che non riuscivo a ricordare una dannata cosa della scuola elementare sui miti dietro le stelle.

I miei antichi antenati conoscevano il cielo notturno come il palmo della loro mano. Le costellazioni li hanno orientati in senso letterale - come strumenti di navigazione vitali - ma anche in uno spirituale, servendo come vividi ricordi delle loro mitologie e del loro posto nell'universo. Ancora oggi, conoscere le costellazioni può essere fonte sia di soddisfacente conoscenza che di umiliante stupore.


Quindi in questo post ti darò un corso accelerato sulla mitologia greca delle costellazioni più importanti, oltre ad alcuni suggerimenti per trovarle e identificarle. Uso la mitologia greca perché fu Tolomeo nel II secolo a identificare ed elencare 48 costellazioni. Questo fu il primo resoconto scritto e scientifico delle costellazioni, e sebbene i suoi appunti coprissero solo il cielo che poteva vedere, fu usato per secoli come punto di riferimento per l'astronomia. Va notato che molte delle costellazioni elencate hanno anche mitologie babilonesi, egizie, romane e altro ancora. La cosa interessante è che mentre i personaggi specifici nelle storie possono cambiare, i contorni e le forme approssimative delle costellazioni sono rimasti abbastanza simili.

L'Unione Astronomica Internazionale elenca 88 costellazioni, un elenco che è in uso dal 1922 e comprende tutto il cielo notturno del mondo. Ho scelto i 15 seguenti in base a una combinazione di dimensioni, visibilità, importanza delle stelle al loro interno, facilità di riconoscimento e posizione nel folklore attraverso la storia.


Come trovare le costellazioni nel cielo notturno

Screenshot dell

Questo è l'aspetto di una mappa stellare (questo è da Starmap). Lo orienti proprio come una mappa, quindi guardi in alto per trovare quelle costellazioni!



L'uso di una mappa stellare sarà la soluzione migliore per aiutarti a trovare dove cercare le costellazioni, a seconda della tua posizione e del periodo dell'anno. È diverso a seconda di dove vivi e delle stagioni, quindi usa qualcosa come AstroViewer che ti consente di inserire la tua posizione e ti offre una mappa stellare personalizzata. Un altro buono è Starmap, che ha anche un'app per iOS e puoi scaricarli in PDF e stamparli in modo da poter portare le mappe fuori con te. Qualcosa di simile a Google Sky può anche aiutarti ad esercitarti a identificare le forme delle costellazioni.


Oltre a una mappa stellare, tutto ciò di cui hai bisogno è un cielo scuro (il più lontano possibile dalle città) e, per un ulteriore aiuto visivo, un binocolo o un telescopio. Ad occhio nudo vedrai i contorni di base, ma con un binocolo o un telescopio vedrai stelle più deboli e altre caratteristiche come nebulose e ammassi stellari. Quando sei fuori a osservare, ti consigliamo di orientarti generalmente verso la Stella Polare (le indicazioni su come trovare la Stella Polare si trovano in fondo all'articolo).

Mentre di seguito ho notato un mese 'visto meglio' per ogni costellazione, molti sono visibili per almeno 6 mesi all'anno, ma non in modo altrettanto vivido. Le costellazioni sottostanti sono le più famose e visibili ad occhio nudo nell'emisfero settentrionale.


1. Acquario

Uomo anziano con bastone e grande vaso che rappresentano diverse stelle di nascita.

Questo disegno, così come quelli qui sotto, proviene dalla serie di disegni di Sidney Hall chiamata Urania's Mirror. Pubblicato nel 1824, il set contiene 32 carte stellari raffiguranti 79 costellazioni, molte delle quali non sono più riconosciute o sono considerate sotto-costellazioni. Le illustrazioni si basano su ciò che è visibile dalla Gran Bretagna, rendendole abbastanza simili a ciò che vedresti negli Stati Uniti.

Latino per 'portatore d'acqua' o 'portabicchieri'
Visualizzazione ottimale: ottobre


Sebbene sia una delle costellazioni con il nome più grandi, più famose e più antiche, l'Acquario è debole e spesso difficile da trovare / vedere. Nella mitologia greca, l'Acquario rappresentava Ganimede, un giovane molto bello. Zeus riconobbe il bell'aspetto del ragazzo e invitò Ganimede sul monte. Olympus per essere il coppiere degli dei. Per il suo servizio gli fu concessa l'eterna giovinezza, così come un posto nel cielo notturno.

Rappresentazione dell


Nonostante la sua posizione prominente e le grandi dimensioni, puoi vedere che l'Acquario non ha davvero caratteristiche distintive, né contiene stelle luminose. La linea sporgente a destra è il braccio destro dell'Acquario, con la grande forma verso il basso che è una combinazione dell'acqua che scorre giù dal vaso e la sua gamba destra. Sebbene non sia l'intera costellazione, ciò che è disegnato sopra è ciò che è più probabile che tu veda nel cielo notturno. Non lo vedrai in città; avrai bisogno di un cielo scuro per trovare il coppiere.

2. Aquila

la vecchia Aquila insieme a Delphinus e Sagittarius visualizzati.

Delphinus, a sinistra, è ancora una costellazione riconosciuta, ma piuttosto piccola e debole. Sagitta, l'arco e la freccia, è considerata un'antica costellazione.

Latino per 'aquila'
Visualizzazione ottimale: fine estate, settembre

Aquila era l'aquila che nella mitologia greca portava effettivamente Ganimede (Acquario) fino al Monte. Olympus. L'aquila era anche la portatrice di fulmini per Zeus.

Rappresentazione dell

Questa costellazione si trova nella banda della Via Lattea e la sua stella più prominente è Altair, che in realtà è una delle stelle a occhio nudo più vicine alla terra. La parte superiore di Aquila forma una 'V' rovesciata poco profonda, con Altair quasi al punto. Questo rappresenta la testa e le ali dell'aquila. Una linea discende quindi da Altair, che forma il corpo dell'aquila.

Guarda verso il cielo meridionale a fine estate, vicino alla fascia della Via Lattea, per Aquila.

3. Ariete

Capra e ape volante che rappresentano i segni zodiacali.

Musca Borealis, l'ape, è una costellazione scartata.

Latino per 'montone'
Visualizzazione ottimale a: dicembre

Mentre molte costellazioni hanno attraversato varie iterazioni di storie mitologiche, l'Ariete è sempre stato l'ariete. Questa costellazione è una delle 12 costellazioni che formano lo zodiaco, le costellazioni che si trovano a cavallo del percorso del sole attraverso il cielo (note in termini scientifici come l'eclittica). Nei tempi antichi, questo dava alle costellazioni dello zodiaco un significato speciale.

Nella mitologia greca, l'Ariete è l'ariete il cui vello divenne il vello d'oro. Il vello d'oro è un simbolo di regalità e autorità e svolge un ruolo significativo nella storia di Giasone e degli Argonauti. Giasone viene mandato a cercare il vello per poter rivendicare giustamente il suo trono di re e, con l'aiuto di Medea (la sua futura moglie), trova il suo premio. È una delle storie più antiche dell'antichità ed era attuale ai tempi di Omero.

Rappresentazione dell

L'Ariete è formato da solo 4 (a volte 5) stelle visibili, che creano una linea dalla testa dell'ariete (il punto più basso nell'immagine sopra) e lungo la sua schiena. Hamal è la stella più grande e visibile ed è classificata come una gigante arancione.

4. Canis Major

Cane, coniglio e uccello che rappresentano i segni zodiacali.

Lepus, la lepre, sebbene elencata nelle 48 costellazioni originali di Tolomeo, non rappresenta alcun mito greco. Sebbene non sia presente in questo elenco, Lepus può essere trovato proprio sotto Orion.

Latino per 'cane maggiore'
Visualizzazione ottimale a: febbraio

Canis Major rappresenta il famoso cane greco Laelaps. Ci sono alcune storie sulle origini, ma il tema comune è che era così veloce che è stato elevato ai cieli da Zeus. Laelaps è anche considerato uno dei cani da caccia di Orione, che si trascina dietro di lui nel cielo notturno all'inseguimento del toro Toro.

Rappresentazione di Canis major in cielo.

Canis Major è notevole perché contiene la stella più luminosa nel cielo notturno, Sirius. La tradizione dice che la prima apparizione del Canis Major nel cielo dell'alba arriva alla fine dell'estate, inaugurando i giorni da cane della stagione. Nel cielo notturno, sembra quasi una figura stilizzata, con Sirius in testa e un'altra stella luminosa, Adhara, all'estremità posteriore.

5. Cassiopea

Donna seduta su una sedia che rappresenta il segno zodiacale.
Nessun significato latino, è il nome di una regina nella mitologia greca
Visualizzazione ottimale a: novembre

Cassiopea, nella mitologia greca, era una regina vanitosa che spesso si vantava della sua bellezza. Era la madre della principessa Andromeda e, a differenza di altre figure collocate in cielo in onore, Cassiopea fu costretta nei regni celesti come punizione. Secondo la storia, si vantava che la sua bellezza (o quella di sua figlia, a seconda della storia) era maggiore di quella delle ninfe marine. Questo è stato un vero e proprio reato, ed è stata bandita in cielo perché tutti la guardassero a bocca aperta.

Rappresentazione di Cassiopea in cielo.

Con la sua caratteristica forma a 'W' formata da cinque stelle luminose, Cassiopea è una delle costellazioni più facilmente riconoscibili nel cielo notturno in autunno e all'inizio dell'inverno. E per questo motivo, la vanitosa regina è una delle più spesso citate nella cultura pop e una delle prime costellazioni che i bambini piccoli riconoscono nel cielo.

6. Cygnus (noto anche come la Croce del Nord)

Fox, Lizard, Swans e Harb rappresentano i segni zodiacali.

Lacerta (la lucertola) e Vulpecula (la volpe) sono deboli costellazioni vicino a Cygnus il cigno e Lyra. Entrambe non furono classificate come costellazioni fino al XVII secolo.

Greco latinizzato per 'cigno'
Visualizzazione ottimale a: settembre

Molteplici personaggi assumono la forma del cigno nella mitologia greca. Ad un certo punto Zeus si trasformò in un cigno per sedurre Leda, madre di Gemelli ed Elena di Troia. Un altro racconto dice che Orfeo fu assassinato e poi posto in cielo come un cigno accanto alla sua lira (la costellazione della Lira, anche nel disegno sopra).

La costellazione potrebbe anche aver preso il nome dal racconto di Phaethon e Cycnus. Phaethon era il figlio di Helios (il dio del sole), e un giorno portò il carro solare di suo padre a fare un giro. Phaethon non poteva controllare le redini, tuttavia, e Zeus dovette abbattere il carro con Phaethon in esso, uccidendolo. Il fratello di Phaethon, Cycnus (ora chiamato Cygnus), trascorse molti giorni a piangere e raccogliere le ossa, che così toccarono gli dei che lo trasformarono in un cigno e gli diedero un posto nel cielo.

Rappresentazione di Cygnus in cielo.

La Croce del Nord è in realtà solo un asterismo (motivo riconoscibile di stelle) all'interno di Cygnus il cigno. Deneb, la coda del cigno (o punto superiore della croce), è una delle stelle più luminose nel cielo notturno. Troverai Cygnus all'interno della Via Lattea, motivo per cui a volte vedrai la costellazione indicata come la spina dorsale della galassia. Nel cielo notturno, l'oca guarda in basso con le ali spiegate parallelamente all'orizzonte.

7. Gemelli

Sorelle gemelle che giocano Harb e che tengono un arco insieme alla freccia che rappresenta il segno zodiacale.
Latino per 'gemelli'
Visualizzazione ottimale a: febbraio

Gemini rappresenta i gemelli Castore e Polluce. Mentre la madre dei gemelli era Leda, il padre di Castore era il re mortale di Sparta, mentre il padre di Polluce era il re Zeus (ha sedotto Leda sotto forma di cigno, ricordi? Queste storie tendono a legarsi tutte insieme!). Quando Castore fu ucciso, l'immortale Polluce pregò Zeus di dare l'immortalità a Castore, cosa che fece collocando i fratelli nel cielo notturno per sempre.

Rappresentazione dei Gemelli in cielo.
Castore e Polluce sono anche i nomi delle stelle più luminose della costellazione e rappresentano le teste dei gemelli. Ogni stella ha poi una linea che forma i loro corpi, dando alla costellazione una ruvida forma a 'U'. I gemelli si siedono accanto a Orion, rendendoli abbastanza facili da trovare in inverno.

8. Leo

Due leoni che rappresentano i segni zodiacali.

Il Leone Minore è una costellazione riconosciuta, ma è così piccola e debole che Tolomeo non l'ha inclusa nella sua lista originale. Ad oggi, Leo Major è considerato esclusivamente come 'Leo'.

Latino per 'leone'
Visualizzazione ottimale: aprile

Il Leone è stato un grande leone nel cielo notturno in quasi tutte le tradizioni mitologiche. Nella tradizione greca, Leone è il mostruoso leone che fu ucciso da Ercole come parte delle sue dodici fatiche. Il leone non poteva essere ucciso da armi mortali, poiché la sua pelliccia era impermeabile agli attacchi e i suoi artigli più affilati di qualsiasi spada umana. Alla fine Hercules lo rintracciò e strangolò la grande bestia, anche se perdendo un dito nel processo.

Rappresentazione del leone in cielo.

La grande 'stella' arancione sotto il Leone è in realtà il pianeta Giove.

Poiché il Leone in realtà assomiglia in qualche modo al suo omonimo, è la costellazione più facile da trovare nello zodiaco. Un caratteristico punto interrogativo all'indietro forma la testa e il petto, quindi si sposta verso sinistra per formare un triangolo e l'estremità posteriore del leone. Regolo è la stella più brillante del Leone e si trova nella parte inferiore destra della costellazione, rappresentando la gamba destra anteriore del leone.

9. Lyra

Fox, Lizard, Swans e Harb rappresentano i segni zodiacali.

Latino per 'lira'
Visualizzazione ottimale: agosto

Lyra è associata al mito di Orfeo il grande musicista (te lo ricordi da prima?). Orfeo ricevette l'arpa da Apollo e si dice che la sua musica fosse più bella di quella di qualsiasi uomo mortale. La sua musica potrebbe lenire la rabbia e portare gioia ai cuori stanchi. Vagando per la terra in depressione dopo la morte della moglie, fu ucciso e la sua lira (arpa) fu gettata in un fiume. Zeus inviò un'aquila per recuperare la lira, che fu poi collocata nel cielo notturno.

Rappresentazione di Lyra in cielo.

Lyra forma un quadrato sbilenco con una coda alla sua stella più luminosa, Vega, che è una delle stelle più luminose del cielo. È piccolo e quasi direttamente sopra la testa nei mesi estivi, ma il luminoso Vega lo rende abbastanza facile da trovare.

10. Orion

Uomo con leone

La testa di leone tenuta da Orione a volte viene anche visualizzata come uno scudo.

Chiamato per Orione, il mitologico cacciatore greco
Visualizzazione migliore a: gennaio

Orion è una delle costellazioni più grandi e riconoscibili. È visibile in tutto il mondo ed è stato menzionato da Omero, Virgilio e persino dalla Bibbia, rendendola forse la costellazione più famosa.

Orion era un enorme cacciatore dotato di poteri soprannaturali, figlio di Poseidone. Si diceva che cacciava regolarmente con Artemide (Dea della caccia) sull'isola di Creta e che fosse ucciso dal suo arco o dalla puntura del grande scorpione che in seguito divenne la costellazione dello Scorpione.

Rappresentazione di Orione in cielo.
La cintura di tre stelle di Orione è l'asterismo più facile da trovare, con Rigel (in basso a destra) e Betelgeuse (in alto a sinistra) che sono le due singole stelle più luminose. Gli altri due angoli formano un ruvido quadrilatero, con la testa e l'arco a volte visibili. Orion è anche unico in quanto puoi usarlo per trovare una varietà di altre costellazioni nel cielo invernale.

11. Il pesce Due pesci che rappresentano i segni zodiacali.

Latino per 'pesce' (plurale)
Visualizzazione ottimale a: novembre

I due pesci del cielo rappresentano Afrodite e suo figlio Eros, che si sono trasformati in pesci e si sono legati con una corda per sfuggire a Tifone, il mostro più grande e vile di tutta la mitologia greca.

Rappresentazione dei Pesci in cielo.
Non è probabile che troverai Pesci nel mezzo di una città, poiché nessuna delle sue singole stelle è davvero degna di nota o particolarmente luminosa. Forma una grande 'V' con il pesce destro che forma una piccola 'O' all'estremità, e il pesce sinistro che forma un piccolo triangolo all'estremità (l'immagine sopra non collega i punti in alto a sinistra per renderlo un triangolo).

12. Scorpius

Scorpione che rappresenta il segno zodiacale.

Lo Scorpione a volte è anche conosciuto come solo Scorpione.

Latino per 'scorpione'
Visualizzazione ottimale a: luglio

Ci sono una varietà di miti associati allo scorpione, quasi tutti che coinvolgono Orione il cacciatore. Orion una volta si vantava di poter uccidere tutti gli animali sulla terra. Incontrò lo scorpione e, dopo un lungo e feroce combattimento, Orion fu sconfitto. Fu una battaglia così combattuta che attirò l'attenzione di Zeus e lo scorpione fu innalzato nel cielo notturno per tutta l'eternità.

Rappresentazione dello scorpione sul cielo.
Con molte stelle luminose, Scorpius è abbastanza facile da trovare nel cielo notturno. Si dice che Antares, la stella più brillante della costellazione, sia il cuore dello scorpione. Quella sarà la stella più facile da individuare, ma a volte viene confusa con Marte a causa della sua colorazione rosso-arancio. A destra del cuore ci sono 3-5 stelle che formano la testa. A sinistra c'è una lunga fila di stelle che si curva in un punto interrogativo laterale o capovolto.

13. Toro

Toro nero che rappresenta i segni zodiacali.
Latino per 'toro'
Visualizzazione migliore a: gennaio

Il Toro è un elemento importante e importante nel cielo invernale. Essendo una delle costellazioni più antiche riconosciute, ha mitologie risalenti alla prima età del bronzo. Ci sono diversi miti greci che coinvolgono il Toro. Due di loro includono Zeus, che si è travestito da toro o ha travestito la sua amante da toro in molteplici scappatelle di infedeltà. Un altro mito narra che il toro sia il settimo lavoro di Ercole dopo che la bestia ha causato il caos nelle campagne.

Rappresentazione del toro in cielo.
La costellazione è abbastanza facile da trovare poiché il suo asterismo più riconoscibile forma una 'V' molto prominente, che rappresenta la testa e le corna del toro. La stella più luminosa della costellazione è Aldebaran, che forma l'occhio destro del toro. Cinque stelle, abbastanza vicine l'una all'altra ad occhio nudo, formano una piccola 'V' quasi perfetta, con la 'V' che si estende fino a due stelle finali che sono le punte delle corna.

14. Orsa Maggiore

Orso bruno che rappresenta il segno zodiacale.
Latino per 'orso più grande'
Visualizzazione ottimale: aprile

L'Orsa Maggiore è comunemente considerato una costellazione stessa, ma in realtà è un asterismo all'interno della costellazione dell'Orsa Maggiore. Si dice che sia il modello stellare più universalmente riconosciuto, in parte perché è sempre visibile nell'emisfero settentrionale. Ha un grande significato nelle mitologie di più culture in tutto il mondo.

Il mito greco dell'Orsa Maggiore racconta anche la storia dell'Orsa Minore (sotto). Zeus è stato colpito per una giovane ninfa di nome Callisto. Era, la moglie di Zeus, era gelosa e trasformò Callisto in un orso. Mentre era in forma animale, Callisto incontrò suo figlio Arcas. Essendo l'uomo che era, era incline a sparare all'orso, ma Zeus non lo lasciò accadere, e così trasformò anche Arcas in un orso, e mise la madre (Orsa Maggiore) e il figlio (Orsa Minore) permanentemente nel cielo notturno.

Rappresentazione dell

Le sette stelle dell'Orsa Maggiore sono facilmente riconoscibili e quasi sempre visibili. Fanno parte della parte posteriore e della coda del grande orso. Mentre il resto dell'orso prende decisamente la forma del suo omonimo, non è spesso visibile nelle aree inquinate dalla luce. L'Orsa Maggiore è più di una semplice forma carina; il bordo esterno della sua 'ciotola' ti condurrà sempre alla stella polare, aiutando la navigazione nei secoli passati. Basta tracciare una linea con le due stelle del bordo esterno dell'Orsa Maggiore, estendere quella linea verso il cielo e, a circa cinque volte la distanza tra le due stelle con cui hai iniziato, troverai la Stella Polare.

15. Orsa Minore

Draco e piccolo orso che rappresentano il segno zodiacale.

L'orsetto siede quasi avvolto dall'enorme Draco. Sebbene sia ancora una costellazione moderna, le dimensioni di Draco sono oscurate dall'importanza dell'Orsa Minore e della Stella Polare.

Latino per 'orso più piccolo'
Visualizzazione ottimale: giugno

L'Orsa Minore è famosa per contenere Polaris, la stella polare. Molte persone pensano erroneamente che la Stella Polare sia direttamente sopra le loro teste, ma questo è vero solo al Polo Nord. Per la maggior parte delle persone nell'emisfero settentrionale, sarà immerso nel cielo notturno.

Rappresentazione dell

Puoi vedere l'Orsa Maggiore seduto ben visibile sotto l'Orsa Minore. Questo fornisce anche un'ottima visualizzazione di come utilizzare l'Orsa Maggiore per trovare la Stella Polare.

L'Orsa Minore è meglio conosciuta come l'Orsa Maggiore. Viene visualizzato come un orsetto, con una coda insolitamente lunga. Può essere distinto dall'Orsa Maggiore non solo per le dimensioni, ma per l'enfatizzata curvatura della coda. Quando hai trovato la stella polare all'estremità della coda dell'orso usando l'Orsa Maggiore, è facile identificare il resto della costellazione.

Le immagini e i contorni del cielo notturno provengono da allthesky.com.